A Tortorici 44enne ignora l’alt della Polizia, tenta di investire un agente e fugge via. "Era stanco di essere sempre fermato ai posti di blocco" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

A Tortorici 44enne ignora l’alt della Polizia, tenta di investire un agente e fugge via. “Era stanco di essere sempre fermato ai posti di blocco”

A Tortorici 44enne ignora l’alt della Polizia, tenta di investire un agente e fugge via. “Era stanco di essere sempre fermato ai posti di blocco”

mercoledì 20 Luglio 2011 - 09:22
A Tortorici 44enne ignora l’alt della Polizia, tenta di investire un agente e fugge via. “Era stanco di essere sempre fermato ai posti di blocco”

Serata movimentata ieri dopo le 20 tra il piccolo centro dei Nebrodi e Capo D’Orlando dove un automobilista ha dato vita ad una rocambolesca fuga perché insofferente per le ripetute multe già prese. Per l’uomo sono scattate le manette

Sono ancora increduli gli agenti della Polizia di Stato di Tortorici che ieri sera, dopo una rocambolesca fuga tra il centro nebroideo e Capo D’Orlando hanno inseguito e quindi arrestato il quarantaquattrenne Sebastiano Galati Pricchia che non si era fermato all’Alt di un posto di blocco. Un regolare controllo di routine come tanti effettuati ogni giorno poliziotti, che però ieri dopo l’alt intimato ad una Fiat Puntoin via Santa Lucia si è trasformato in un inseguimento. L’uomo alla guida dell’auto ha repentinamente ed incomprensibilmente cambiato direzione rischiando di investire in pieno uno dei poliziotti. Il quarantaquattrenne ha quindi ingranato la marcia e a gran velocità si è dileguato dirigendosi a Capo D’Orlando lungo la strada statale 113. Nonostante le sirene spiegate e l’uso dei lampeggianti, l’uomo non si è fermato, ma ha continuato la folle corsa mettendo in serio rischio l’incolumità sua e delle persone a bordo delle altre auto con sorpassi azzardati ed innumerevoli infrazioni al Codice della Strada.
I poliziotti, per evitare gravi incidenti, hanno rallentato la marcia e con l’aiuto di altre pattuglie hanno bloccato l’uomo sfruttando uno slargo lungo la Via Consolare Antica. Vistosi braccato, l’uomo ha tentato di opporre resistenza e spiegando che il suo comportamento era stato provato dall’insofferenza verso i ripetuti controlli e le contravvenzioni già prese. L’autista della Fiat Punto è stato anche sottoposto ad alcool test il cui esito è risultato negativo. Sull’auto invece gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato un coltello con manico rigido con lama lunga 11 cm nascosto nel portaoggetti dello sportello destro del veicolo.
Stamani, il quarantaquattrenne sarà giudicato con rito direttissimo.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007