La Questura di Messina firma il protocollo Zeus, supporto psicologico per gli autori di violenza - Tempostretto

La Questura di Messina firma il protocollo Zeus, supporto psicologico per gli autori di violenza

Redazione

La Questura di Messina firma il protocollo Zeus, supporto psicologico per gli autori di violenza

mercoledì 23 Novembre 2022 - 16:45

In caso di ammonimento, la persona viene invitata a sottoporsi ad un programma di supporto psicologico, con l'obiettivo di fermare le violenze

MESSINA – È stato firmato stamani il Protocollo d’intesa tra la questora di Messina, Gabriella Ioppolo, e la presidente dell’organizzazione di volontariato “Co.Tu.Levi. – Contro tutte le violenze”, Palma Camelia Aurora Ranno.

Promosso dal Ministero dell’Interno – Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato, il Protocollo Zeus costituisce un modello d’azione innovativo che amplia l’efficacia dell’ammonimento del questore, strumento previsto dalla legge e già utilizzato a tutela delle vittime di violenza.

Supporto psicologico e prevenzione

Il Protocollo, stipulato per la prima volta dalla Questura di Messina, consente al questore che emette un ammonimento, sia in caso di atti persecutori sia in caso di violenza domestica, di invitare la persona ammonita a sottoporsi ad un programma di supporto psicologico e di prevenzione appositamente organizzato dai servizi presenti sul territorio.

Tale fondamentale efficacia preventiva verrà realizzata con un’azione che mira non soltanto alla tutela del maltrattato, ma anche al recupero del maltrattante, attraverso appositi percorsi di accompagnamento delle persone responsabili di atti di violenza nelle relazioni affettive, al fine di favorirne la riabilitazione e limitando i casi di recidiva.

Affidato alla Divisione Anticrimine della Questura il delicato compito di monitorare lo svolgimento e gli esiti del percorso di recupero al fine di verificare l’efficacia del Protocollo.

Risultati validi

Finora un’analisi delle questure che già hanno avviato questo genere di protocollo ha evidenziato validi risultati, che dimostrano come gli interventi preventivi rivolti all’autore delle violenze sono complementari alle misure adottate a sostegno delle vittime.

Presenti alla firma anche la prefetta Cosima Di Stani, il vicario della Questura, Antonio Borelli, la dirigente della Divisione Anticrimine, Maria Antonietta Curtolillo, il funzionario responsabile della Sezione “Misure di Prevenzione Personali”, Mario Venuto, e la responsabile della sezione Co.Tu.Levi. di Rometta, Lorenza Cavallaro.

Rete di intervento gratuito

Grazie alla disponibilità da subito mostrata dall’organizzazione Co.Tu.Levi., che si avvale di 16 sportelli dislocati su tutto il territorio della provincia, sarà possibile creare una rete di intervento, a titolo assolutamente gratuito.

L’auspicio è che gli autori delle violenze sappiano cogliere l’opportunità offerta dal Protocollo, affidandosi a professionisti che li guidino verso la consapevolezza del disvalore della propria condotta e la corretta gestione dei propri impulsi.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007