La Regione punta sui giovani: 10 premi da 10 mila euro per start up e imprese - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

La Regione punta sui giovani: 10 premi da 10 mila euro per start up e imprese

Rosaria Brancato

La Regione punta sui giovani: 10 premi da 10 mila euro per start up e imprese

mercoledì 17 Febbraio 2021 - 17:40

Ecco come partecipare al premio "La tua idea di impresa in Sicilia". Istanze entro il 31 maggio.

Premiare le migliori idee per restare. Premiare chi è giovane e vuol scommettersi qui. Con questo spirito la Regione Siciliana ha varato un’iniziativa volta alle start up in un periodo di crisi profonda.

10 premi da 10 mila euro

Da qui la decisione di mettere a disposizione dieci premi da 10 mila euro ciascuno per le migliori idee d’impresa presentate da giovani. Questo l’obiettivo del premio “La tua idea di impresa in Sicilia“, iniziativa che intende finanziare la fase di startup di nuovi progetti imprenditoriali sviluppati da giovani inoccupati o disoccupati. I vincitori potranno anche usufruire di finanziamenti a tasso agevolato a valere sul Fondo Sicilia ed essere affiancati da personale qualificato dell’Irfis, a titolo gratuito, per lo sviluppo dell’idea d’impresa.

Il premio

Il regolamento del premio, finanziato con un plafond di 100 mila euro, 50 mila dalla Presidenza della Regione Siciliana e 50 mila dall’Irfis, è stato presentato questa mattina in conferenza stampa a Palazzo Orleans dal presidente della Regione, Nello Musumeci, e dal presidente dell’Irfis, Giacomo Gargano.

Sostenere i giovani

«È un modo per stimolare la cultura dell’autoimprenditorialità nei giovani – sottolinea il presidente della Regione, Nello Musumeci – Siamo convinti che la Regione possa offrire nuove occasioni per fare impresa, creando e promuovendo iniziative innovative. Vogliamo testimoniare un momento di orgoglio dell’appartenenza, dare la possibilità ai giovani di restare in Sicilia, seguire le proprie attitudini e produrre lavoro e reddito».

L’Irfis metterà a disposizione un fondo per realizzare l’idea di giovani che si mettono in gioco con la volontà di dare speranza « È importante che le startup vengano avviate, ma soprattutto che sopravvivano» commenta il presidente dell’irfis Giacomo Gargano.

Come partecipare

Per concorrere bisogna avere un’età compresa tra i 18 e i 35 anni, essere residenti in Sicilia da almeno sei mesi ed essere inoccupati o disoccupati al momento della presentazione della domanda. La proposta imprenditoriale va descritta con un business plan e può riguardare tutti i settori della produzione o dei servizi. La scadenza per candidarsi è fissata alle ore 12 del 31 maggio 2021.

I dieci migliori progetti saranno selezionati da un apposito comitato, composto da tre esperti nominati dal presidente della Regione, entro il 15 giugno 2021. Saranno premiati con un importo di 10 mila euro ciascuno.

Il regolamento è disponibile sul sito dell’Irfis a questo: https://www.irfis.it/avviso-premio-la-tua-idea-dimpresa-in-siciliafondo-sicilia-contributi-a-fondo-perduto-9250/ (nuova finestra)

Tag:

3 commenti

  1. Con quello che costa il parlamento regionale avrebbero potuto attrarre google in Sicilia.
    100000 euro sono meno di quanto costi un rappresentante a palazzo dei Normanni per un anno o uno dei tanti inutili commessi e o impiegati di vario titolo e livello.
    È una indegna elemosina nei confronti di chi vuole davvero produrre ricchezza in Sicilia.

    2
    1
  2. Al di là di quelli che saranno gli esiti futuri… Intanto diciamo che è già una buona notizia! I suoi predecessori non si ponevano nemmeno il problema dei giovani!

    0
    0
  3. Un titolone: La regione punta sui giovani, ahhahhahhahah 10 mila euro ahahhahahah
    Da siciliano che purtroppo è dovuto rientrare dall’estero causa Covid posso dire che questa regione mi fa vergognare sempre di più e dico anche che noi siciliani dovremmo una volta per tutte capire in che mani siamo.
    La regione Sicilia è formata da omuncoli poco pensanti, affaristi che pensano solo ai loro parenti e amici, hanno distrutto una regione e tra un paio di anni quando sarà il deserto in questa regione finalmente capiremo che danno hanno fatto.

    2
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x