Il Liceo La Farina prende parte alla "Notte nazionale del Liceo Classico" - Tempostretto

Il Liceo La Farina prende parte alla “Notte nazionale del Liceo Classico”

Claudio Panebianco

Il Liceo La Farina prende parte alla “Notte nazionale del Liceo Classico”

Tag:

martedì 13 Gennaio 2015 - 00:50

Si svolgerà Venerdì 16 Gennaio, dalle 18 alle 24, la "Notte nazionale del Liceo Classico" presso il Liceo La Farina. L'istituto di Via Oratorio della Pace, per sostenere l'iniziativa, ha organizzato dibattiti, presentazioni, rappresentazioni ed esibizioni, al fine di dimostrare come il latino ed il greco siano ancora materie vive

Il dibattito riguardante la validità del liceo classico è ancora aperto. Personalità di spicco della cultura e docenti si scontrano sulla visione moderna di un'istituzione scolastica che impartisce, indubbiamente, una formazione di spicco ai propri alunni. Volendo ravvivare il fuoco dell'interesse proprio verso il latino ed il greco, dal Liceo Classico Gulli e Pennisi di Acireale è partita una grande iniziativa: il Professor Rocco Schembra, docente di lettere classiche e Presidente della delegazione acese dell'AICC (Associazione Italiana di Cultura Classica) e la Dirigente Scolastica Elisa Colella hanno ideato la "Notte nazionale del Liceo Classico".

Il progetto, con una diffusione mediatica virale impressionante, ha raggiunto centinaia di istituti in tutta la Penisola. Venerdì 16 Gennaio, giorno scelto per l'evento, 104 Licei italiani offriranno una visione differente degli istituti, dando una prova di forza diversa da ogni tipo di manifestazione. Anche Messina avrà il suo baluardo di speranza: il Liceo Classico La Farina ha infatti aderito all'iniziativa. Dalle 18 alle 24 il plesso di Via Oratorio della Pace sarà animato da letture, rappresentazioni teatrali, esibizioni musicali e dibattiti eseguiti e moderati da alunni, ex studenti e docenti.

Alle ore 18 si apriranno i lavori con la lettura "Giù le mani dal liceo classico", in seguito si aprirà il dibattito, sullo stesso tema, tenuto dagli ex alunni Pellegrino, Satullo e Bommarito. Allieterà poi il pomeriggio il concerto del chitarrista Alessandro Monteleone che, con musiche di Villa Lobos, Tàrrega e Albeniz eseguirà "Suggestioni armoniche". Per concludere, i presenti potranno assistere a dei dialoghi inscenati in lingua greca e latina ed infine ascoltare la relazione dell'Architetto Celona intitolata "Lo sport della lotta nell'arte e nella letteratura antica". Alle 21 un rinfresco, formato da degustazioni di ricette del mondo greco e romano, chiuderà la prima sessione.

A seguire l'apparato teatrale del liceo proporrà una selezione di scene tratte dall'Orestea, mentre il gruppo musicale si esibirà eseguendo i testi di "Vivamus", "Ad Leuconoe" e "O Fortuna". Sarà poi la volta dello studente De Caro, il quale, con il suo pezzo musicale, "Image" di Eugenio Bozza, animerà la serata. Verrà poi mandato in scena un recital di lirica greca e latina e l'alunno Ialacqua prenderà posto al piano per suonare Chopin, precisamente n. 4. La classe I B curerà poi i dialoghi filosofici e l'ultima esposizione musicale sarà affidata alla studentessa Chillemi, che chiude le presentazioni con "Nuvole Bianche". Seminari di storia dell'arte e dimostrazioni della lotta greco – romana faranno poi da sigillo per l'intera lista di attività. La chiusura del programma, come previsto dai fondatori della notte nazionale, sarà la lettura, comune per tutti i licei aderenti, del Notturno di Alcmane, lirico greco del VII secolo a.C. .

Claudio Panebianco

2 commenti

  1. Che inziativa meravigliosa!!!
    bravi ragazzi, farò pubblicità affinchè l’evento sia tenuto nella giusta considerazione.
    Verrò timidamente a spiarvi, da un angolino; non capisco granchè di classico e letteratura, ma qualcosa mi lascerà dentro.
    SPero che tanti cittadini partecipino … messina ha bisogno di nutrirsi di qualcosa di diverso da quello che fino ad ora l’ha intossicata e quasi uccisa.
    Spero di vedere anche il sindaco … ma se non viene lo giustifico ampiamente … lui parla solo il tibetano foriero di pace, mentre greci e romani erano guerrieri. GUERRIERI ????

    0
    0
  2. Che inziativa meravigliosa!!!
    bravi ragazzi, farò pubblicità affinchè l’evento sia tenuto nella giusta considerazione.
    Verrò timidamente a spiarvi, da un angolino; non capisco granchè di classico e letteratura, ma qualcosa mi lascerà dentro.
    SPero che tanti cittadini partecipino … messina ha bisogno di nutrirsi di qualcosa di diverso da quello che fino ad ora l’ha intossicata e quasi uccisa.
    Spero di vedere anche il sindaco … ma se non viene lo giustifico ampiamente … lui parla solo il tibetano foriero di pace, mentre greci e romani erano guerrieri. GUERRIERI ????

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007