La Tona: "Basta toni da bettola. O sfiduciamo De Luca o ci dimettiamo" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

La Tona: “Basta toni da bettola. O sfiduciamo De Luca o ci dimettiamo”

Rosaria Brancato

La Tona: “Basta toni da bettola. O sfiduciamo De Luca o ci dimettiamo”

sabato 20 Giugno 2020 - 07:30
La Tona: “Basta toni da bettola. O sfiduciamo De Luca o ci dimettiamo”

"Con le offese ai colleghi del Pd il sindaco ha oltrepassato il limite. Pronto a firmare la sfiducia oppure ci dimettiamo tutti"

Il video facebook del sindaco in risposta alla nota dei consiglieri comunali del Pd ha causato nuove reazioni. In particolare Cateno De Luca si è rivolto ai consiglieri Felice Calabrò, Gaetano Gennaro, Alessandro Russo e Antonella Russo dicendo “fate schifo” e usando frasi non proprio cortesi, al punto da far intervenire il capogruppo di Sicilia Futura Pietro Latona.

“De Luca ha superato il limite”

Il video del Sindaco De Luca merita una riflessione- scrive La Tona– Da due anni dico che non mi piace lo stile comunicativo di questo Sindaco ma spesso sono stato invitato a guardare la sostanza e non la forma. E mi sono sforzato di farlo, pur avendo sempre pensato che in politica la forma è sostanza. Guardando solo alla sostanza ho visto cose buone fatte da questa Amministrazione insieme ad errori e cose non fatte, come è normale che sia. Ma lo stile continuo a non accettarlo e stavolta ha superato ogni limite con attacchi personali e offensivi nei confronti di 4 consiglieri comunali del PD

Comprensibile lo stato d’animo

La Tona ricorda d’aver fatto il sindaco a Villafranca Tirrena dal 2002 al 2012 e in tutto il periodo sua madre, vedova e con un solo figlio, è stata allettata o sulla sedia a rotelle. Una situazione che porta quindi il capogruppo di Sicilia Futura a comprendere appieno lo stato d animo di Cateno De Luca per la situazione del padre.

Scontri da bettola

Tuttavia se dei consiglieri comunali ti chiedono di spiegare il motivo della tua prolungata assenza, non puoi rispondere denigrando gli uomini e le loro professioni. Tre dei quattro colleghi consiglieri sono avvocati e sono certo faranno valere le loro ragioni nelle sedi opportune, ma politicamente è inaccettabile scendere ai livelli cui vorrebbe abituarci il Sindaco, perché come lui chiede il giusto rispetto per i suoi sentimenti umani, lo stesso rispetto deve portare. Invece aizza, offende, cerca lo scontro, come nelle peggiori bettole suburbane. Sarà bravissimo come amministratore, ma come Sindaco non mi rappresenta. Non so se ci sono i tempi di legge per fare una mozione di sfiducia ma se i colleghi dovessero presentarla la sottoscriverò pur ritenendo che questo Sindaco con altro stile e metodo avrebbe potuto fare del bene a questa città”.

O sfiducia o ci dimettiamo

Se non dovessero esserci ancora i tempi per una mozione di sfiducia La Tona invita i consigliere a rassegnare, tutti, le dimissioni, perché a turno tutti saranno bersagli della sua rabbia incontrollata. “Si torni a votare al più presto e se la città lo vorrà lo rielegga facendolo affiancare però da consiglieri che siano disposti a dire sempre sì, a farsi offendere e denigrare come nelle peggiori dittature del passato. Rispetto per la situazione familiare del Sindaco ma orrore per la sua reazione. E se Messina è questa, e non lo credo, sarò io a non volerla rappresentare più

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

13 commenti

  1. bonanno giuseppe 20 Giugno 2020 08:41

    finalmente ora uscite i “cosiddetti” se li avete…..se no ….diventasi cchiu BUDDACI di Er Mutanda………

    21
    2
    1. Appunto. È polverazzu.
      Non lo faranno mai.
      Mai.
      Mai.
      Mai.
      Mai.

      E probabilmente ancora mai.

      1
      0
  2. Bene, vediamo le carte, visto che i tempi ci sono: sfiduciate il Sindaco e nuove elezioni.

    22
    3
  3. Ha fatto bene il sindaco,ci vuole decenza quando si affrontano problemi familiari e non è facendo gli sciacalli che migliorano le loro posizioni,bravo Cateno.

    6
    14
  4. Meglio se ci dimettere…il sindaco rimane per il bene della città

    3
    7
  5. Sfiduciamo il sindaco e andiamo a casa….
    AhAhAhAHAhAHAhAhAH
    questa è proprio bella.
    Mi sembra di averla già sentita..
    Bella davvero …..

    6
    4
  6. La Tona dai il via tu, DIMETTITI per primo e contiamo chi ti viene dietro!!!!!

    5
    4
  7. —ma piantatela fate solo “il cosidetto pubbirazzu” e sapete perchè avete tanti scheletri nei vs. armadi che il sindaco ve le canta e ve le suona come vuole.
    Ma non preoccupatevi prima o poi ve le suona più forte e saranno guai…
    xxxxxxxxx.

    8
    7
  8. Mi pare che ci vogliono i cosiddetti ATTRIBUTI per una mossa del genere!
    FATELO!……………………….La città è tale e quale: non cambia.
    Dovrebbe cambiare la mentalità dei cittadini. Voi siete i rappresentanti del popolo messinese, quindi CAMBIATE voi per primi oppure evitate di fare SHOW inutili e senza senso. AUGURI

    0
    0
  9. Buddaci, non meritate chi vuol farvi migliorare. Fatevi governare da chi vi ha sempre imbrogliato, BUDDACI.

    1
    1
    1. Come sempre qualcuno intelligente c’e anche razionale , non vede la vergogna che sta portando in giro per L’italia il suo stimatissimo sindaco , siti perdaverru Buddaci !!

      0
      0
  10. Quando non si arriva all’uva si dice che è acerba…iniziate a fare un po’di lavoro per guadagnarvi da vivere non a fare chiacchere…XXXXXXXX

    1
    1
  11. Ma la dignità dove sta?vi abbiamo votato per rappresentarci, non per essere offesi e screditato!SVEGLIA LA TONA LO PUOI FARE ANCHE DA Solo il gesto

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007