I dipendenti del Comune di Tortorici in protesta all'assessorato regionale - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

I dipendenti del Comune di Tortorici in protesta all’assessorato regionale

I dipendenti del Comune di Tortorici in protesta all’assessorato regionale

martedì 20 Dicembre 2016 - 07:21
I dipendenti del Comune di Tortorici in protesta all’assessorato regionale

Altissima l’adesione allo sciopero indetto dalle funzioni pubbliche di Cgil, Cisl e Uil. Sit- in di protesta davanti all’Assessorato alle Autonomie Locali Palermo-. Il capo di Gabinetto ha detto di non conoscere la vertenza del Comune di Tortorici. I dipendenti non percepiscono stipendi da 7 mesi

Non si ferma la protesta dei dipendenti comunali di ruolo e precari del Comune di Tortorici. Ieri i lavoratori hanno massicciamente aderito allo sciopero indetto dalle Funzioni pubbliche di CGIL CISL e UIL . In servizio su 119 dipendenti si sono presentati soltanto in 12 per garantire i servizi essenziali . I lavoratori in sciopero, si sono recati a Palermo presso l’Assessorato alle Autonomie Locali per dare vita a un sit-in di protesta.

“Vogliamo scuotere le istituzioni che in questi anni nonostante le pesanti denunce presentanti a tutti i livelli istituzionali – hanno dichiarato Clara Crocè Segretario Generale della FPCGIL Calogero Emanuele Segretario Generale della CISL FP e Giuseppe Calapai Segretario Generale della UIL FPL –sono rimaste nei cassetti . Nessun provvedimento è stato adottato per evitare il disastro economico del Comune nebroideo .Una delegazione di lavoratori accompagnati dai rappresentati sindacali sono stati ricevuti dal capo di gabinetto dell’Assessorato regionale, Giuseppe Amato, che ha mostrato un certo imbarazzo ascoltando le denunce sul caso Tortorici. Ha apertamente dichiarato di non essere a conoscenza degli esposti inviati dapprima dalla FPCGIL dal 2012 corredate da ben 60 delibere illegittime. L’Assessorato a quanto pare non è a conoscenza di nessuna delle note unitarie inviate dai tre sindacati per denunciare la gestione amministrativa poco trasparente del Comune . Il Capo di Gabinetto si è giustificato adducendo la motivazione che gli esposti sono indirizzati all’ufficio di ispettivo dello stesso Assessorato e ha chiesto in questi anni sia stata disposta qualche ispezione”.

La segretaria Clara Crocè ha chiesto “come sia possibile che la mano destra non sappia cosa fa la sinistra . Ed è poco credibile che tutto le note indirizzate alla pec dell’Assessorato non siano state portate a conoscenza dei vari dirigenti generali e degli Assessori che nel tempo si sono susseguiti”.

Le Funzioni pubbliche di CGIL CISL e Uil hanno chiesto di incontrare l’assessore Lantieri: “La questione è politica – dicono -. I lavoratori pretendono una risposta. Sette mesi senza stipendio non possono essere sopportati oltremodo. Il tesoriere del Comune introita i trasferimenti per colmare l’enorme scopertura bancaria. Denunceremo in ogni sede il grave atteggiamento omissivo tenuto dai vari Enti agli esposti e alle segnalazioni dei lavoratori e dei sindacati. Non ci fermeremo arriveremo anche nelle sedi Romane per denunciare il fallimento del Comune di Tortorici causato dal Sindaco Rizzo Nervo”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x