Alluvione, un anno dopo: encomi ai soccorritori. Il ricordo di Roberto Saccà - Tempostretto

Alluvione, un anno dopo: encomi ai soccorritori. Il ricordo di Roberto Saccà

Carmelo Caspanello

Alluvione, un anno dopo: encomi ai soccorritori. Il ricordo di Roberto Saccà

domenica 26 Novembre 2017 - 14:00

Cerimonia in municipio per non dimenticare il tragico evento calamitoso. Pergamena alla Capitaneria di porto, alla Locamare di Giardini, alla Polizia municipale, ai Rangers international e al Gruppo interforze della jonica

LETOJANNI. Un anno fa come oggi, Letojanni era un paese surreale. Un deserto di fango. Era il day after di una alluvione che aveva lasciato il segno. Dal pomeriggio del giorno prima, quando una bomba d’acqua colpì l’hinterland jonico, non si avevano più notizie del 74enne Roberto Saccà. Il tempo di parcheggiare il motorino, in contrada Silemi, ed è sparito nel nulla. Dopo aver telefonato alla moglie, chiedendole di chiamare i pompieri. Il suo corpo sarà ritrovato al largo di Isola Bella qualche giorno dopo dagli uomini della Guardia costiera. Uomini che si sono prodigati nelle ricerche e ad aiutare la comunità insieme ai Rangers international, all’Interforze della Protezione civile della jonico, alla Polizia municipale. A loro ieri è andato il riconoscimento da parte del Comune, a nome della città intera, attraverso il conferimento di un encomio solenne. Lo stesso era stato fatto il 5 settembre per carabinieri e vigili del fuoco. Nel giorno dell’anniversario di quel triste evento è stata convocata dal presidente Salvatore Curcuruto una seduta straordinaria del Consiglio comunale, aperta dalla benedizione impartita dal parroco, padre Pino Gentile, che nel pomeriggio ha presieduto una messa di suffragio in memoria della vittima. Le motivazioni dell’encomio sono state lette in aula dalla vice presidente dell’assemblea Francesca Gullotta. Il sindaco, Alessandro Costa, ha consegnato le pergamene al comandante della Capitaneria di porto di Messina Nazzareno Laganà, al comandante della Locamare di Giardini Naxos Roberto Arizzi, ai militari della Guardia costiere che hanno lavorato con spirito di abnegazione nell’ambito delle operazioni di ricerca e al comandante della polizia municipale, il maggiore Alessandro Molteni. Encomio solenne pure per Dario Santoro, capo delegazione del Rangers internationale di Letojanni ed a Francesca Celi, quale rappresentante del Gruppo interforze della jonica. Alla cerimonia oltre ad assessori e consiglieri di maggioranza e minoranza, è intervenuta anche la vedova di Roberto Saccà, Pina Cannistraci: “Quella di oggi – ha esordito – è una dimostrazione di gratitudine nei confronti di chi ha fatto il possibile per trovare in vita mio marito. Purtroppo è andata a finire come tutti sappiamo. Il dolore resterà per sempre dentro il cuore. Oggi – ha proseguito la signora Pina – è anche l’occasione per far riflettere chi di dovere, le istituzioni, a fare di più affinché non ci siano più perdite di vite umane per un acquazzone”. Ma in un anno, cosa è stato fatto? “In un anno non si può fare tanto – ribatte il sindaco, Alessandro Costa – e comunque il problema a mio avviso è che bisogna cambiare le coscienze delle persone. Per noi è stato un anno difficile. E quei tragici momenti ci hanno fatto comprendere quanto sia fragile il nostro territorio. Ce la stiamo mettendo tutto – prosegue il primo cittadino – affinché quello che è accaduto lo scorso anno non si verifichi più. Abbiamo cominciato a programmare interventi seri, per diversi anni, con la presentazione di diversi progetti di messa in sicurezza del territorio. Su alcuni ci sono già le risorse finanziarie. Il problema purtroppo è la burocrazia, i pareri. Approvare un progetto è sempre più complicato – conclude il sindaco Costa -. Troppe persone devono dare pareri. E ciò è diventato un cappio per le amministrazioni. Per il territorio”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007