Sicurezza post alluvione. Il "Comitato Bastione" scrive a Biancuzzo - Tempostretto

Sicurezza post alluvione. Il “Comitato Bastione” scrive a Biancuzzo

Redazione Tirreno

Sicurezza post alluvione. Il “Comitato Bastione” scrive a Biancuzzo

lunedì 02 Ottobre 2017 - 15:35

Ancora nessun intervento consistente per la messa in sicurezza del Torrente Mela. Il presidente del "Comitato Bastione", Stefano Maio, scrive al dirigente della protezione civile di Messina

A quando la messa in sicurezza del Torrente Mela? A distanza di anni si attendono ancora interventi consistenti, mentre già si teme per la prossima stagione delle piogge. Il presidente del "Comitato Bastione", Stefano Maio, scrive al dirigente della protezione civile di Messina, Alfredo Biancuzzo.

Lo scorso luglio lo stesso comitato aveva già scritto al primo cittadino milazzese, Giovanni Formica, sollecitando interventi celeri sul Torrente Mela.

Pubblichiamo interamente la lettera giunta in redazione.

Egregio Ingegnere, la presente per ricordarle che dal 10 ottobre 2016, LEI è il responsabile per gli interventi di messa in sicurezza, ripristino degli argini e rimozione del sovralluvionamento del Torrente Mela; con un importo previsto di 700.000 euro.

Le ricordiamo, inoltre, che negli ultimi anni ( 22/11/1110/10/2015) ci sono state due esondazioni che hanno causato gravi danni nella via Bastione del comune di Milazzo, ed a tutt’oggi siamo in attesa degli interventi necessari ed urgenti nel Torrente Mela.

A distanza di tanto tempo, cosa dobbiamo aspettarci con l’approssimarsi della stagione delle piogge? Forse una terza esondazione?

Sono trascorsi 46 anni dallo straripamento del Torrente Mela, che ha provocato la rottura degli argini, e da allora nulla è stato fatto. C’è una situazione di abbandono in questa parte del territorio, da parte della protezione civile, che non trova nessuna giustificazione plausibile.

Per questo come Comitato Bastione le chiediamo, nella qualità di responsabile unico del procedimento, di attuare urgentemente gli interventi necessari, al fine di tutelare l’incolumità e la salute degli abitanti di Bastione, nel comune di Milazzo, ma anche di coloro che vivono nel comune limitrofo di Barcellona Pozzo di Gotto.

Data l’inadempienza da parte della protezione civile provinciale riguardo la vicenda di cui sopra, nel caso in cui si verificasse un altro evento calamitoso del genere, qualcuno dovrà assumersi le responsabilità derivanti. Visti i considerevoli ritardi non possiamo che auspicare un intervento della Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto, alla quale abbiamo già presentato un esposto denuncia il 04/11/2015.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007