Tesseramento, l'area Dem non firma. Fuga dal Pd verso Forza Italia. Genovese incontra Miccichè - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Tesseramento, l’area Dem non firma. Fuga dal Pd verso Forza Italia. Genovese incontra Miccichè

Rosaria Brancato

Tesseramento, l’area Dem non firma. Fuga dal Pd verso Forza Italia. Genovese incontra Miccichè

lunedì 07 Dicembre 2015 - 10:18
Tesseramento, l’area Dem non firma. Fuga dal Pd verso Forza Italia. Genovese incontra Miccichè

Continua la fase di tesseramento del Pd. A tenere banco è la mancata adesione, dell'area genovesiana, data in direzione Forza Italia. "Stiamo riflettendo" dicono i capigruppo Pd. Ma il passaggio è quasi fatto, Genovese ha incontrato Miccichè, neo coordinatore azzurro.

Il Pd dello Stretto, quello della nuova era, inizia a muovere i primi passi con la raccolta delle adesioni, che diventeranno tesseramenti 2015 dopo il vaglio del commissario Carbone e del partito. I banchetti dovevano essere chiusi ieri, ma alla luce delle richieste di adesioni che sono giunte al gruppo capitanato da Alessandro Russo, si potrà firmare anche fino al 20 dicembre.

Mentre il nuovo partito prende forma sotto il profilo della macchina organizzativa, c’è un’intera area, quella genovesiana, che non sta partecipando a questa fase ed è con le valigie in mano. Il gruppo che fa riferimento al parlamentare arrestato nell’inchiesta sui corsi d’oro sta valutando le prossime mosse ed è dato in direzione Forza Italia, anche se su questo punto, non c’è alcuna dichiarazione ufficiale. La novità è che Francantonio Genovese ha incontrato Gianfranco Miccichè, nuovamente nominato da Berlusconi "deus ex machina" di Forza Italia.

Quel che è certo al momento è la mancata adesione da parte dei colonnelli della corrente di riferimento. Quanto ai consiglieri comunali Pd hanno disertato il banchetto allestito a Piazza Cairoli quasi tutti. Gli unici che si sono tesserati sono Antonella Russo (attualmente Gruppo misto) e Claudio Cardile (vicino all’area Laccoto). Tutti gli altri, dai capigruppo Paolo David, Giuseppe Santalco e Francesco Pagano, non hanno firmato alcuna adesione. Ci sono state numerose riunioni in questi giorni ed altre ce ne saranno per quel che riguarda le direzioni da prendere e pare si stia pensando anche ad un documento.

Chi ha firmato sin da sabato l’adesione al Pd è l’ex candidato sindaco Felice Calabrò, finito sulla graticola perché considerato “l’uomo di Genovese” e bocciato alle urne proprio come messaggio al parlamentare “Io sono Pd, questo è il mio essere”, ha commentato.

Chi è stato in prima linea tra i fondatori del Pd nato dalla fusione tra Margherita e Ds, Giuseppe Grioli, nonchè unico ed ultimo segretario cittadino del partito, è stato tra i primi a firmare l'adesione.

I conti sulle adesioni, che comunque sono state inviate in numero ridotto perché riferite al 2015 e quindi più con valenza simbolica di riattivazione della macchina, si faranno a fine settimane. Quel che è certo è che al momento le truppe genovesiane non ci sono. Non è detto però né dove siano dirette né se si tratti di una decisione definitiva. E’ quanto si capisce dalle dichiarazioni dei due capigruppo Paolo David e Giuseppe Santalco.

“Stiamo riflettendo, ci stiamo incontrando e nei prossimi giorni e settimane ne parleremo ancora- spiega Paolo David- Se lasciamo il Pd o non lo lasciamo non possiamo dirlo adesso. Certo, in questo momento abbiamo deciso di non aderire a questa fase di tesseramento. Ma vogliamo rifletterci.”

Stessa posizione per Giuseppe Santalco, per il quale un eventuale ingresso in Forza Italia sarebbe un ritorno: “E’ prematuro dire cosa faremo, anche perché non ci sono scadenze in questo senso. Non abbiamo aderito al tesseramento di questi giorni, ma questo non significa che stiamo andando a Forza Italia o che ci stiamo andando oggi. Non abbiamo deciso sul futuro. Possiamo definirla una fase di riflessione”.

Al di là di tutto ci sono due elementi: il mancato tesseramento dei componenti dell’area genovesiana ed il fatto che in questo momento Forza Italia a Messina abbia 2 commissari, Santi Formica e Bernardette Grasso (peraltro entrambi della provincia) ma non si sia strutturata come partito. Sono stati ufficializzati i Club forza Silvio ma sotto il profilo del partito, rispetto agli anni della prima Forza Italia, c’è una “prateria” ed i numeri sono ben lontani dalle adunate oceaniche dei tempi di Berlusconi Presidente del Consiglio. Ma nelle scorse settimane Berlusconi ha ridato lo scettro della Sicilia a quel Miccichè papà del 61 a 0 e che è già al lavoro per ricompattare le fila ed evitare quella divisione che nel 2012 ha portato alla vittoria di Crocetta. Non è da dimenticare poi che Francantonio Genovese è stato inizialmente in coalizione con il centro destra, nella giunta provinciale presieduta da Buzzanca. Ncd sta per unirsi definitivamente con l’Udc di D’Alia, quindi gli spazi si restringono e sembrerebbe da escludersi uno spostamento delle truppe verso Sicilia Futura di Picciolo, che sta studiando una formazione “parallela” al Pd renziano e non è detto che in futuro non faccia ulteriori passi per un ingresso ufficiale nel partito.

Probabilmente l’avvio del tesseramento 2015, con la modalità dell’adesione sottoposta al vaglio romano, ha accelerato quel processo che i genovesiani avrebbero voluto spostare al 2016. Quanto alle decisioni ufficiali, se cioè fuori dal Pd definitivamente o verso quale partito, si dovrà attendere la fine di quella che Santalco ha definito “la pausa di riflessione”. I primi movimenti saranno più chiari in Aula,quando si tratterà di votare, come al solito a ridosso del capodanno, gli strumenti contabili. Il bilancio consuntivo 2014, annunciato da Accorinti nei primi giorni del 2015, è ancora al palo 11 mesi dopo ed a seguire c’è il preventivo 2015. Per non parlare del Piano di riequilibrio 2/3.

Rosaria Brancato

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

30 commenti

  1. giuseppe bonanno 7 Dicembre 2015 10:46

    Perchè non andate a chiederlo direttamente agli interessati invece di fare “congetture” ??? ieri e avantieri ho visto tanti conoscenti ed amici (miei personali) so di certo hanno votato Genovese che hanno sottoscritto l’adesione al PD

    0
    0
  2. giuseppe bonanno 7 Dicembre 2015 10:46

    Perchè non andate a chiederlo direttamente agli interessati invece di fare “congetture” ??? ieri e avantieri ho visto tanti conoscenti ed amici (miei personali) so di certo hanno votato Genovese che hanno sottoscritto l’adesione al PD

    0
    0
  3. Cara ROSARIA non sono meravigliato da questi, come posso chiamarli, TEMPOREGGIAMENTI in attesa che….. Sai come me, anzi molto meglio di me, perché vivi la tua professione nella trincea della politica messinese, che questi “SIGNORI” non sono di DESTRA, CENTRO, SINISTRA, se ne infischiano dei valori e dell’interesse generale dei messinesi, loro puntano diritti alla spesa corrente e in conto capitale del Comune, quindi temporeggiano per riposizionarsi. Sono in difficoltà,i posti in Consiglio saranno solo TRENTADUE, il numero degli assessori si è ridotto, il piano di riequilibrio limiterà la spesa, per cui si stanno chiedendo, meglio il MATTEO fiorentino o il MATTEO milanese? Hanno fatto i conti senza l’oste ACCORINTI e i MESSINESI LIBERI.

    0
    0
  4. Cara ROSARIA non sono meravigliato da questi, come posso chiamarli, TEMPOREGGIAMENTI in attesa che….. Sai come me, anzi molto meglio di me, perché vivi la tua professione nella trincea della politica messinese, che questi “SIGNORI” non sono di DESTRA, CENTRO, SINISTRA, se ne infischiano dei valori e dell’interesse generale dei messinesi, loro puntano diritti alla spesa corrente e in conto capitale del Comune, quindi temporeggiano per riposizionarsi. Sono in difficoltà,i posti in Consiglio saranno solo TRENTADUE, il numero degli assessori si è ridotto, il piano di riequilibrio limiterà la spesa, per cui si stanno chiedendo, meglio il MATTEO fiorentino o il MATTEO milanese? Hanno fatto i conti senza l’oste ACCORINTI e i MESSINESI LIBERI.

    0
    0
  5. ROSARIA si chiede se “LOR SIGNORI” voteranno consuntivo e previsionale, la nostra giornalista ha scritto più volte di non avere stima di “LOR SIGNORI”, rileggete i suoi editoriali di fuoco sulla vicenda gettonopoli, mentre a RENATO dice chiaramente di non saper governare, ma nei suoi articoli non mette in discussione l’onestà e la lealtà del sindaco verso i messinesi. Per farmi capire meglio dico che ROSARIA non affiderebbe l’amministrazione del suo condominio a RENATO, ma gli darebbe senza problemi le chiavi di casa. Al contrario in presenza di “LOR SIGNORI” si terrebbe strettissima perfino la sua borsetta con dentro le chiavi di casa. A scanso di equivoci dico a “LOR SIGNORI” che la mia è una allegoria, si sa che a ROSARIA piacciono.

    0
    0
  6. ROSARIA si chiede se “LOR SIGNORI” voteranno consuntivo e previsionale, la nostra giornalista ha scritto più volte di non avere stima di “LOR SIGNORI”, rileggete i suoi editoriali di fuoco sulla vicenda gettonopoli, mentre a RENATO dice chiaramente di non saper governare, ma nei suoi articoli non mette in discussione l’onestà e la lealtà del sindaco verso i messinesi. Per farmi capire meglio dico che ROSARIA non affiderebbe l’amministrazione del suo condominio a RENATO, ma gli darebbe senza problemi le chiavi di casa. Al contrario in presenza di “LOR SIGNORI” si terrebbe strettissima perfino la sua borsetta con dentro le chiavi di casa. A scanso di equivoci dico a “LOR SIGNORI” che la mia è una allegoria, si sa che a ROSARIA piacciono.

    0
    0
  7. Cari sostenitori ed elettori del PARTITO DEMOCRATICO messinese, a mariedit sembra una buona notizia per voi, anzi ottima, sia l’adesione di Felice CALABRO’ che quelle mancate di Paolo DAVID e Giuseppe SANTALCO, con i quali non prenderei nemmeno un caffè, politico naturalmente. Il progetto del PARTITO DEMOCRATICO è chiarissimo, un partito della nazione, per capirci una DEMOCRAZIA CRISTIANA dei nostri giorni con dentro tutte le anime della politica italiana, tranne quelle estreme di SINISTRA e DESTRA, insomma un partito di CENTRO. Più chiaro di così.

    0
    0
  8. Cari sostenitori ed elettori del PARTITO DEMOCRATICO messinese, a mariedit sembra una buona notizia per voi, anzi ottima, sia l’adesione di Felice CALABRO’ che quelle mancate di Paolo DAVID e Giuseppe SANTALCO, con i quali non prenderei nemmeno un caffè, politico naturalmente. Il progetto del PARTITO DEMOCRATICO è chiarissimo, un partito della nazione, per capirci una DEMOCRAZIA CRISTIANA dei nostri giorni con dentro tutte le anime della politica italiana, tranne quelle estreme di SINISTRA e DESTRA, insomma un partito di CENTRO. Più chiaro di così.

    0
    0
  9. ROSARIA fa un cenno al consuntivo e previsionale,c’è difficoltà a istruire quest’ultimo,qual’è il suo legame con il Piano di Riequilibrio? Il Piano prevede,nel 2015,RISORSE pari a €94.688.995, servono al pagamento di PASSIVITA’ per €93.013.441. Il 2015 è il più complicato per il Piano e il Previsionale, invece negli anni seguenti le RISORSE necessarie scendono (33,5 mln/ 2016)(37,6/2017)(41,9/2018)( 44,6/2019)(48,1/2020)( 52,2/2021)(55,2/2022)(47 mln/2023).Nel 2015 le RISORSE più corpose sono (INCREMENTO TRIBUTI per lotta all’evasione €2.000.000)(ECONOMIE TARES/TARI €4.787.072)(RIDUZIONE COSTO PERSONALE €2.265.497)(RIDUZIONE SERVIZI €4.007.714)(RISPARMIO SPESE ENERGETICHE €3.935.260)(FONDO REGIONALE €3.000.000)(FONDO STATALE €72.600.000).

    0
    0
  10. ROSARIA fa un cenno al consuntivo e previsionale,c’è difficoltà a istruire quest’ultimo,qual’è il suo legame con il Piano di Riequilibrio? Il Piano prevede,nel 2015,RISORSE pari a €94.688.995, servono al pagamento di PASSIVITA’ per €93.013.441. Il 2015 è il più complicato per il Piano e il Previsionale, invece negli anni seguenti le RISORSE necessarie scendono (33,5 mln/ 2016)(37,6/2017)(41,9/2018)( 44,6/2019)(48,1/2020)( 52,2/2021)(55,2/2022)(47 mln/2023).Nel 2015 le RISORSE più corpose sono (INCREMENTO TRIBUTI per lotta all’evasione €2.000.000)(ECONOMIE TARES/TARI €4.787.072)(RIDUZIONE COSTO PERSONALE €2.265.497)(RIDUZIONE SERVIZI €4.007.714)(RISPARMIO SPESE ENERGETICHE €3.935.260)(FONDO REGIONALE €3.000.000)(FONDO STATALE €72.600.000).

    0
    0
  11. mariedit dimostra, ancora una volta, di non capire nulla di politica. ma ormai, di scommesse perse da mariedit, si perde il conto!
    “braccia fragili di Silvio”? vorrà dire che avrà bisogno di braccia forti, per sopravvivere….

    0
    0
  12. mariedit dimostra, ancora una volta, di non capire nulla di politica. ma ormai, di scommesse perse da mariedit, si perde il conto!
    “braccia fragili di Silvio”? vorrà dire che avrà bisogno di braccia forti, per sopravvivere….

    0
    0
  13. Cara ROSARIA permettimi di commentare, è troppo ghiotta la notizia di un probabile passaggio (salto della quaglia) di GENOVESE con FORZA ITALIA. Qualche giornalista parla di sconvolgimento degli equilibri della politica cittadina, ma finiamola di dire scemenze, non cambierebbe niente per i messinesi, lo sconvolgimento c’è stato con la vittoria di RENATO ACCORINTI, questa ha scompaginato gli inconfessabili interessi individuali in gioco, molti sono disperati per non aver accesso alla stanza del Sindaco. Il rifugio di FRANCANTONIO nelle braccia fragili di SILVIO sarebbe un segnale di debolezza politica, l’uomo è molto intelligente, lo farebbe mai. E’ più credibile un salto (della quaglia) accanto all’amico di sempre, Giampiero D’ALIA.

    0
    0
  14. Cara ROSARIA permettimi di commentare, è troppo ghiotta la notizia di un probabile passaggio (salto della quaglia) di GENOVESE con FORZA ITALIA. Qualche giornalista parla di sconvolgimento degli equilibri della politica cittadina, ma finiamola di dire scemenze, non cambierebbe niente per i messinesi, lo sconvolgimento c’è stato con la vittoria di RENATO ACCORINTI, questa ha scompaginato gli inconfessabili interessi individuali in gioco, molti sono disperati per non aver accesso alla stanza del Sindaco. Il rifugio di FRANCANTONIO nelle braccia fragili di SILVIO sarebbe un segnale di debolezza politica, l’uomo è molto intelligente, lo farebbe mai. E’ più credibile un salto (della quaglia) accanto all’amico di sempre, Giampiero D’ALIA.

    0
    0
  15. speriamo che non faccia saltare il tibetano,votando contro al municipio,se no cu ciu dici all’oracolo dei link?

    0
    0
  16. speriamo che non faccia saltare il tibetano,votando contro al municipio,se no cu ciu dici all’oracolo dei link?

    0
    0
  17. e la gente che ancora vota e si tessera per questo o quel parito. Ma quando capiranno che li prendono in giro? Mai

    0
    0
  18. e la gente che ancora vota e si tessera per questo o quel parito. Ma quando capiranno che li prendono in giro? Mai

    0
    0
  19. Genovese va da Berluska? ce ne faremo una ragione ed anche una convinzione: Dio fa gli uomini e fra di loro si accoppiano. Basta saper scegliere.

    0
    0
  20. Genovese va da Berluska? ce ne faremo una ragione ed anche una convinzione: Dio fa gli uomini e fra di loro si accoppiano. Basta saper scegliere.

    0
    0
  21. TEMPOSTRETTO attraverso mariedit da in ANTEPRIMA, rispetto a tutta la stampa locale, la deliberazione originale della Giunta relativa al CONTO del BILANCIO 2014, emendato secondo le osservazione dei Revisori dei Conti. Ad una prima lettura tutto l’AVANZO DI AMMINISTRAZIONE, pari a €16.734.859, è vincolato per €4.378.247, sono i vincoli in conto capitale, per €12.356.611, relativi a vincoli per spese correnti. In quello deliberato il 26 giugno 2015, messo in discussione dai Revisori, l’AVANZO di AMMINISTRAZIONE era di €17.612.741, vincolato per €7.835.833, per cui quello disponibile era €9.776.907. http://www.comune.messina.it/repository/archivio-atti/allegati/2015/Docs40843/723.pdf. RENATO ACCORINTI sta risanando i conti del nostro Comune

    0
    0
  22. TEMPOSTRETTO attraverso mariedit da in ANTEPRIMA, rispetto a tutta la stampa locale, la deliberazione originale della Giunta relativa al CONTO del BILANCIO 2014, emendato secondo le osservazione dei Revisori dei Conti. Ad una prima lettura tutto l’AVANZO DI AMMINISTRAZIONE, pari a €16.734.859, è vincolato per €4.378.247, sono i vincoli in conto capitale, per €12.356.611, relativi a vincoli per spese correnti. In quello deliberato il 26 giugno 2015, messo in discussione dai Revisori, l’AVANZO di AMMINISTRAZIONE era di €17.612.741, vincolato per €7.835.833, per cui quello disponibile era €9.776.907. http://www.comune.messina.it/repository/archivio-atti/allegati/2015/Docs40843/723.pdf. RENATO ACCORINTI sta risanando i conti del nostro Comune

    0
    0
  23. Molti di quelli su citati se uscissero dall’orbita Genovese sarebbero nessuno miscatu cun nenti…………………..

    0
    0
  24. Molti di quelli su citati se uscissero dall’orbita Genovese sarebbero nessuno miscatu cun nenti…………………..

    0
    0
  25. MessineseAttento 7 Dicembre 2015 18:18

    La verità è che questo signore in foto, insieme ai suoi adepti (compresi molti dei commentatori di TS), sa bene che, nonostante tutte le possibili ed eventuali giravolte, per lui politicamente è GAME OVER. Anche perché questa volta, tolti quei quattro galoppini affannati di cui sopra, davvero i voti dovrà andare a prenderli sulla luna.

    0
    0
  26. MessineseAttento 7 Dicembre 2015 18:18

    La verità è che questo signore in foto, insieme ai suoi adepti (compresi molti dei commentatori di TS), sa bene che, nonostante tutte le possibili ed eventuali giravolte, per lui politicamente è GAME OVER. Anche perché questa volta, tolti quei quattro galoppini affannati di cui sopra, davvero i voti dovrà andare a prenderli sulla luna.

    0
    0
  27. sinceramente credevo in un Rinnovo di Forza Italia, quando ho visto che ha nominato Miccichè Commissario di Forza Italia già ho deciso di non votarla a priori, adesso che Genovese bussa alla porta di Miccichè, manco se ne parla di votare queste persone, PERCHE’ NON CAMBIAMO MAI, SONO SEMPRE LE STESSE PERSONE CHE SI RICICLANO IN CERCA DI POLTRONE E CONSENSI, hanno solo il mio disprezzo.

    0
    0
  28. sinceramente credevo in un Rinnovo di Forza Italia, quando ho visto che ha nominato Miccichè Commissario di Forza Italia già ho deciso di non votarla a priori, adesso che Genovese bussa alla porta di Miccichè, manco se ne parla di votare queste persone, PERCHE’ NON CAMBIAMO MAI, SONO SEMPRE LE STESSE PERSONE CHE SI RICICLANO IN CERCA DI POLTRONE E CONSENSI, hanno solo il mio disprezzo.

    0
    0
  29. Hai fatto bene Genovese stai dimostrando che hai i tributi .
    Vediamo gli altri cosa faranno nel PD e dove andranno a finire ?
    Bravo Genovese.

    0
    0
  30. Hai fatto bene Genovese stai dimostrando che hai i tributi .
    Vediamo gli altri cosa faranno nel PD e dove andranno a finire ?
    Bravo Genovese.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007