“Un cavallo per amico”. Al via il progetto equestre per la riabilitazione - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

“Un cavallo per amico”. Al via il progetto equestre per la riabilitazione

“Un cavallo per amico”. Al via il progetto equestre per la riabilitazione

venerdì 07 Aprile 2017 - 08:17

L'iniziativa che coinvolge i ragazzi disabili è partita ieri presso il Club Ippico “La Palma” di contrada Veglia, a Tremestieri

Si rinnova l’appuntamento ormai consolidato con l’iniziativa “Un cavallo per amico”, promossa dall’Istituto Scolastico Superiore “Minutoli” e dall’Associazione Equitando Onlus. L’Associazione, attiva dal 2003 e centro affiliato dell’Anire (Associazione Nazionale Italiana Rieducazione Equestre) nasce con l’intento di organizzare e sviluppare attività connesse al miglioramento della qualità della vita delle persone diversamente abili, in particolare attraverso l’ausilio del cavallo.

Il progetto, al via ieri presso il Club Ippico “La Palma” di Messina (contrada Veglia – Tremestieri), prevede delle attività nelle quali gli studenti avranno la possibilità di svolgere una pratica rieducativa e riabilitativa a stretto contatto con la natura e gli animali. Il maneggio, infatti, per le sue caratteristiche si presta ad essere strumento terapeutico a tutti gli effetti. I ragazzi che saranno accompagnati da personale specializzato apprenderanno, nei primi incontri, come avvicinarsi e prendersi cura del cavallo assecondando le sue esigenze, successivamente svolgeranno importanti esercizi conducendo il cavallo al passo.

L’iniziata è stata promossa anche quest’anno dal Dirigente Scolastico Giovanni Piero La Tona, dalla coordinatrice Cinzia Battaglia e da Gianluca Paratore, presidente di Equitando Onlus e consigliere nazionale Anire che già nelle precedenti edizioni hanno accompagnato i giovani studenti, i quali hanno risposto sempre con impegno ed entusiasmo a tutti gli stimoli che suscita l’attività equestre. Il cavallo, infatti, con la sua sensibilità riesce a stabilire una connessione con chi se ne prende cura facendo in modo che si instauri una “comunicazione” volta a stabilire un rapporto di fiducia reciproca che è alla base di ogni percorso terapeutico.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x