Mercato Vascone, scarti di pesce e carne in mezzo alla strada - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Mercato Vascone, scarti di pesce e carne in mezzo alla strada

Marco Ipsale

Mercato Vascone, scarti di pesce e carne in mezzo alla strada

martedì 11 Giugno 2019 - 10:46
Mercato Vascone, scarti di pesce e carne in mezzo alla strada

Il Comune aumenterà la vigilanza

MESSINA – Quasi tutti gli operatori del mercato Vascone abbandonavano rifiuti speciali (scarti della lavorazione di pesce e carne) insieme a quelli ordinari. “Così si ammorba l’aria e si crea una seria situazione di pericolo per l’igiene cittadina, ecco perché i cassonetti puzzano” – dice il sindaco Cateno De Luca.

Venerdì scorso il Dipartimento Servizi alle Imprese e Mercati ha consegnato a tutti i titolari dei box dei mercati cittadini una circolare con la quale si concedeva ai mercatali il termine di 10 giorni per esibire all’ufficio il Contratto per lo smaltimento dei rifiuti speciali che per legge devono essere smaltiti con un servizio a parte. 

“Alcuni operatori del Vascone – prosegue il sindaco – hanno pensato di gettare fuori dalla porta del Mercato, in mezzo alla strada, cassette di legno con dentro gli scarti di pesce e di carne già dalle 7 di stamattina. Bravi!”.

De Luca non ci sta. “Siccome non sono contento di come viene svolta la vigilanza (svolta?), stasera affideremo la responsabilità della vigilanza al commissario Giovanni Giardina con il mandato di individuare i trasgressori ed avviare le procedure di revoca delle licenze con contestuale denunzia all’autorità giudiziaria”.

Sul tema anche il consigliere comunale Benedetto Vaccarino, che lamenta però le condizioni in generale del mercato. “I servizi igienici versano in condizioni di estremo degrado, vi sono infiltrazioni di acqua da ogni dove e inoltre alcuni operatori hanno subito furti di generi alimentari, a causa forse di una sorveglianza non adeguata. Dopo un anno di amministrazione De Luca, la situazione strutturale e igienico sanitaria dei mercati non è mai cambiata. Dovrebbero garantire una città pulita, invece in questo momento versa in condizioni di degrado con discariche abusive per le strade, erbacce e sporcizia varia”.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

Un commento

  1. Quantomeno un riflettore si è acceso. Speriamo non si spenga domani. La cultura del rispetto del prossimo passa dall’essere intransigenti con chi sbaglia. Come si può altrimenti cambiare mentalità? Che aumentino i controlli e le multe. CHE SI AVVII UNA CAMPAGNA DI CONTROLLO DEL TERRITORIO SOPRATTUTTO NEI CONFRONTI DEGLI AMBULANTI (molti non lo sono ma stazionano sempre negli stessi punti) CHE RENDONO LE CONDIZIONI IGIENICHE DELLA CITTA’ UN DISASTRO utilizzando i cassonetti e la strada per lo smaltimento degli scarti di pesce.

    1
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007