Messina. 16 giorni dopo le elezioni, il sindaco attende il Consiglio per il Piano di riequilibrio - Tempostretto

Messina. 16 giorni dopo le elezioni, il sindaco attende il Consiglio per il Piano di riequilibrio

Marco Olivieri

Messina. 16 giorni dopo le elezioni, il sindaco attende il Consiglio per il Piano di riequilibrio

martedì 28 Giugno 2022 - 07:35

Federico Basile proporrà, come primo atto, ai consiglieri comunali il nuovo Piano, in modo da liberare le risorse per lo sviluppo della città

MESSINA – Ormai sta diventando argomento di ironia sui social e simbolo di una macchina elettorale da ricostruire. 16 giorni dopo le amministrative, continuano le verifiche delle preferenze a cura dell’Ufficio centrale elettorale diretto dal magistrato Corrado Bonanzinga. Nel frattempo, la giunta Basile è in attività per riprendere l’impegno interrotto dalle dimissioni di Cateno De Luca. E il nuovo sindaco attende il primo Consiglio comunale, nel mese di luglio, per proporre il nuovo Piano di riequilibrio.

Dall’adozione di questo Piano, nelle intenzioni di Federico Basile (nella foto durante la proclamazione), partirà un confronto sul cosiddetto “Rilancia Messina” con associazioni di categoria, sindacati e imprenditori. Solo con l’approvazione del Piano di riequilbrio, infatti, si liberanno le risorse che il sindaco ritiene fondamentali per il suo progetto.

La giunta Basile procede a una ricognizione negli uffici e a incontri con gli assessori

In questa fase, invece, in attesa del Consiglio, la giunta sta procedendo a una ricognizione negli uffici comunali e agli incontri con i dirigenti. Si organizzeranno pure degli incontri tematici con i vari assessori. L’obiettivo è quello di monitorare l’attività svolta in questi mesi e riprendere i progetti messi in cantiere dall’amministrazione De Luca. In più, il nuovo primo cittadino ha chiesto un’audizione in presenza alla Corte dei Conti, dato che è ancora in corso l’istruttoria sul Piano di riequilibrio.

Ma che cosa comporta l’assenza di un Consiglio comunale, organo d’indirizzo e di controllo politico-amministrativo? I suoi compiti investono lo statuto e i regolamenti, i programmi, le relazioni previsionali e programmatiche, i piani finanziari, i programmi dei lavori pubblici, i bilanci annuali e pluriennali, il rendiconto, i piani territoriali urbanistici, le convenzioni con i Comuni, l’organizzazione degli uffici e dei servizi e la loro concessione, la partecipazione dell’ente locale alle società di capitale, l’istituzione e l’ordinamento dei tributi.

Ipotesi premio di maggioranza al Consiglio

Un altro elemento decisivo, alla fine delle verifiche, sarà l’assegnazione o meno del premio di maggioranza per le liste di Sicilia Vera “Basile sindaco”, “Con De Luca per Basile” e e Prima l’Italia. 20 seggi in caso di premio di maggioranza; quattordici consiglieri se le liste non avranno raggiunto il 40 per cento necessario per ottenere il risultato.

Di sicuro, si aprirà un nuovo capitolo nei rapporti tra amministrazione e consiglieri rispetto alla precedente esperienza, quando il sindaco De Luca non aveva propri rappresentanti. Così la città attende di conoscere il nuovo Consiglio e intanto la giunta Basile programma l’attività. E cerca di sfruttare l’esperienza pregressa della squadra di assessori.

Articoli correlati

Tag:

Un commento

  1. E pensare🤔 che avevano già pensato a un Consiglio Comunale a loro immagine e somiglianza🙄 …..non SEMPRE i LORO CONTI E PIANI DEL LORo EQUILIBRIO TORNANO 😏!!!!!

    2
    3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007