Messina, Feminò su ricorsi e premio di maggioranza: "Io in Consiglio anche senza" - Tempostretto

Messina, Feminò su ricorsi e premio di maggioranza: “Io in Consiglio anche senza”

Giuseppe Fontana

Messina, Feminò su ricorsi e premio di maggioranza: “Io in Consiglio anche senza”

giovedì 29 Settembre 2022 - 10:30

La consigliera comunale replica al ricorso ricevuto a firma Campisi: ecco cosa ha risposto

MESSINA – Continua a tenere banco ormai da mesi il caso relativo al premio di maggioranza scattato in favore delle liste collegate al sindaco Federico Basile, durante le elezioni dello scorso 12 giugno. Nei giorni scorsi si è parlato dei tre ricorsi presentati contro l’istituzione del Consiglio comunale, uno presentato da Alessandro Russo e due dal centrodestra. Uno di questi porta la firma di Mariapaola Campisi, candidata non eletta di Fratelli d’Italia. Il ricorso coinvolge, tra gli altri, anche Antonia Feminò, che replica specificando di non essere in realtà coinvolta nell’attribuzione del premio di maggioranza.

I nomi inseriti nel ricorso

Il procedimento di Mariapaola Campisi, come si legge dal documento ufficiale, ha coinvolto in primis “Antonia Feminò, Dafne Musolino, Giulia Restuccia, Emilia Rotondo, Raimondo Mortelliti e Giuseppe Villari, nella qualità di proclamati eletti Consiglieri comunali del Comune di Messina in forza dell’attribuzione del premio di maggioranza al gruppo di liste comprendente i seguenti contrassegni, ‘Basile sindaco di Messina’, ‘Con De Luca per Basile sindaco’ e ‘Prima l’Italia’”, per poi coinvolgere anche gli altri componenti del Consiglio”. Tra loro i primi tre sono Francesco Cipolla, Giuseppe Trischitta e Rosaria D’Arrigo, subentrati dopo le dimissioni degli assessori designati e lo “scorrimento” delle liste.

Feminò: “Io settima per le dimissioni di Minutoli e Previti”

E proprio Antonia Feminò non ci sta e replica: “I miei voti, 793, mi mettono alla posizione numero 9 della lista ‘Basile sindaco’. Sia Massimiliano Minutoli sia Carlotta Previti, tra gli assessori designati, hanno ottenuto più voti di me. Dimettendosi hanno lasciato posto a due consiglieri, subito dopo eletti, quindi a me che passo alla posizione numero 7 e al consigliere successivo. Di fatto l’attribuzione del premio di maggioranza, che comunque non sto qui a ripetere perché già discusso più volte, non riguarda la mia posizione”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007