Messina. Mare sporco. L'allarme dei bagnanti a S. Saba e Rodia - Tempostretto

Messina. Mare sporco. L’allarme dei bagnanti a S. Saba e Rodia

Segnalazione WhatsApp

Messina. Mare sporco. L’allarme dei bagnanti a S. Saba e Rodia

giovedì 28 Luglio 2022 - 15:39

Grido d'allarme dall'estrema riviera nord della città. E' opportuno che le autorità preposte si occupino al più presto del problema segnalato

Giungono al nostro numero WhatsApp 366.8726275 diverse segnalazioni che denunciano situazioni di sporcizia e presumibili scarichi di fogna nel mare di S. Saba e Rodia. Uno dei nostri lettori scrive: “Era da tempo che non accadeva. Siamo in contrada Mella, San Saba. I turisti, molti stranieri, chiedono di cosa si tratta. Ho dovuto tradurre immondizia in svariate lingue. C’era di tutto in mare, mancavano solo l’Asp, il Comune, la Guardia costiera, quelli cioè che dovrebbero controllare chi inquina sversando di tutto in mare. Siamo e rimarremo purtroppo un popolo di incivili zozzoni. La pulizia e la cura dell’ambiente non va, forse, oltre l’uscio di casa”. Un’altra segnalazione sostiene energicamente che a Rodia “il mare è sporchissimo” e che ci sono “continui scarichi di fogna”.

Mare sporco a Rodia

Come evidenziava il nostro lettore, situazioni simili sono accadute nel recente passato. Effettuate le analisi del caso, l’Amam tranquilizzò tutti. Sarebbe il caso che, anche in questo caso, si procedesse presto alle necessarie verifiche, fermo restando che l’aspetto del mare fornisce indicazioni inquietanti.

Tag:

3 commenti

  1. É così da anni. Ricordo che negli anni scorsi accadeva a determinati orari (intorno alle 12).

    9
    0
    1. Confermato. Oggi puntuale a Rodia arrivata alle ore 12 sporcizia proveniente da direzione San Saba.

      2
      0
  2. Anche a me è capitato di sentire molte lamentele di stranieri; preferiscono patire il caldo anziché entrare nel mare putrido di S.Saba e Rodia. E non solo loro! A galla si vede di tutto, dagli assorbenti intimi ai rifiuti organici. Si rimane inorriditi per il disinteressamento di chi dovrebbe essere responsabile della salvaguardia dell’ambiente e, nello specifico, di chi si occupa di questo preziosissimo patrimonio (e non solo turistico) comune. Più controlli sarebbero dovuti, soprattutto per le numerose lamentele provenienti da più fronti. Aggiungo inoltre che sarebbe auspicabile una revisione ed un ripristino degli impianti di scarico fognario oramai fatiscenti. L’acqua del mare, in natura, è limpida e cristallina, non dimentichiamolo.

    2
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007