Messina. Movida senza limiti, pronta l'ordinanza - Tempostretto

Messina. Movida senza limiti, pronta l’ordinanza

Marco Olivieri

Messina. Movida senza limiti, pronta l’ordinanza

venerdì 29 Luglio 2022 - 17:07

In dirittura d'arrivo il provvedimento voluto dall'assessora Musolino per il centro storico e le attivirà balneari

MESSINA – Basta Movida senza regole. Almeno questo è l’auspicio di molti cittadini, esasperati dai rumori notturni e l’assenza di limiti. Un primo passo, nel segno di un’inversione di tendenza, dovrebbe essere rappresentato dall’attesa ordinanza ormai in procinto di essere varata, probabilmente in vigore dal primo agosto. Parliamo di primo passo perché alcuni nodi, come i regolamenti balneari, potrebbero essere risolti nel 2023, e le norme tuttora vigenti non sempre vengono rispettate, nonostante controlli e sanzioni.

Non a caso, in questo periodo, sono tante le segnalazioni dei cittadini che invocano il rispetto delle regole e la tutela del diritto al riposo. Tempostretto lo aveva annunciato lo scorso 6 luglio e, dopo i confronti con imprese e associazioni, l’assessora competente Dafne Musolino, con la Giunta Basile, si sarebbe orientata su un unico provvedimento e non due. Un’ordinanza per disciplinare la movida sia nel centro storico, sia nelle zone delle attività balneari.

Evidenzia l’assessora: “Siamo consapevoli che dopo due anni di crisi c’è una ripresa delle attività e non vogliamo impedire l’attività produttiva. Abbiamo per questo avviato dei tavoli, in questo periodo, con le associazioni di categoria. Riteniamo di aver trovato un sistema di regole che riuscirà a bilanciare le differenti esigenze, di chi lavora e di chi ha diritto a riposare. Ci sarà un sistema sanzionatorio molto più stringente. E che arriverà dalla sospensione della Scia (Segnalazione certificata di inizio attività, n.d.r.), al primo controllo, fino, ai casi estremi, alla revoca della licenza con chiusura del locale. Speriamo di non doverci arrivare ma siamo pronti a intervenire con mano ferma”.

“I disagi nel centro storico e l’aumento delle emissioni sonore”

dafne musolino
Dafne Musolino

Osserva Musolino: “Si sono registrati più abusi nella parte del centro storico e il vero problema è quello dell’aumento delle emissioni sonore. Per le attività balneari, non è facile da gestire la situazione perché l’attivazione dei sistemi fonoassorbenti spesso va incontro a limitazioni che derivano dai vincoli paesistici e della Sovrintendenza. Di conseguenza, si possono fare degli interventi ma vanno fatti di concerto con varie autorità. Questo rallenta la macchina ma non è un alibi. Interveniamo in ogni caso”.

“Nel 2023 un regolamento per le attività balneari”

“Il proposito – ha annunciato a Tempostretto l’assessora – è quello di arrivare l’anno prossimo con un regolamento per le attività balneari. Allo stato attuale il Comune di Messina non ha un regolamento. Non aveva senso proporlo al precedente Consiglio comunale perché si sarebbe arenato con una serie di discussioni inutili. Adesso, con un Consiglio pronto a lavorare, lo appronteremo in tempo”.

“Le attività – aggiunge l’avvocata Musolino – avranno un anno di tempo per dotarsi dei requisiti che chiederemo, con una struttura per ridurre le emissioni sonore. Nel frattempo, di concerto con le autorità preposte a questo tipo di vigilanza, dalla polizia municipale alla polizia di Stato e alla polizia amministrativa, facciamo controlli mirati perché ci rendiamo conto che la situazione della riviera è di particolare sofferenza”.

Articoli correlati

Tag:

3 commenti

  1. Non aveva senso presentare il piano al precedente consiglio? Un alibi grande quanto una casa per coprire un’ipocrisia grande quanto una casa

    6
    2
  2. …COMPLIMENTI ASSESSORE… TI ASPETTIAMO AL VARCO… TANTO IO SONO LONTANO DALLA MOVIDA…

    3
    3
  3. Assessore Musolino se si rende conto della sofferenza, perché si mette a perdere tempo ,anziché AGIRE🙄? Aspetta forse che finisca l’ estate😤????Se non fosse stato per TEMPOSTRETTO che ha dato voce a tantissimi cittadini esasperati, e che ha mandato in stampa l’ audio che comprova 😱 la VERGOGNOSA situazione in cui sono costretti a convivere i residenti di quelle zone, gli ordini preposti che avevate fatto finora ???? I blitz sono avvenuti dopo che la stampa ha reso pubblica l’invivibilità dei residenti che rimanevano inascoltati nelle loro rimostranze al comune più volte sollecitato a intervenire ……ci sono PALESI violazioni che vanno immediatamente SANZIONATE e ancora prendete tempo……e poi per le parate, fate il dispiegamento delle forze dell’ordine per farvi VEDERE che sapete mantenere l’ ordine 🤥 ……nelle cose importanti SPARITE…….allo stato attuale come si evince SEMPRE, tutta APPARENZA,tutta ORDINANZA e ZERO SOSTANZA 😡😤!!!!

    9
    2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007