"Music for love": studenti di Alì Terme sul palco con Mario Incudine al Teatro Antico di Taormina INTERVISTE

“Music for love”: studenti di Alì Terme sul palco con Mario Incudine al Teatro Antico di Taormina INTERVISTE

Carmelo Caspanello

“Music for love”: studenti di Alì Terme sul palco con Mario Incudine al Teatro Antico di Taormina INTERVISTE

Tag:

martedì 21 Maggio 2024 - 16:22

Presentato il progetto musicale che coinvolge oltre 300 giovani talenti, organizzato dal Ministero della Cultura, con la partecipazione dei conservatori di Messina e Catania

Mario Incudine
Ascolta l’intervista a Mario Incudine
Maria Elena Carbone
Ascolta l’intervista alla dirigente Maria Elena Carbone
caspanello
di Carmelo Caspanello

La sera del prossimo 8 giugno, il Teatro Antico di Taormina sarà il suggestivo scenario di “Music for love”, un progetto ambizioso che vede protagonisti gli studenti dell’Istituto comprensivo di Alì Terme. L’iniziativa coinvolge gli allievi dell’indirizzo musicale e gli alunni delle quinte classi della Primaria, che si esibiranno in un’orchestra e un coro insieme al noto cantante e attore teatrale Mario Incudine, figura di spicco della musica siciliana. Organizzato dal Ministero della Cultura e dalla Siae, il progetto vede la partecipazione attiva dei conservatori di Messina e Catania. La presentazione ufficiale dell’evento è avvenuta questa mattina al Cinema Vittoria di Alì Terme, alla presenza di Mario Incudine, della dirigente scolastica Maria Elena Carbone e del coordinatore del progetto, il professore Domenico Piccolo (nella foto).

Mario Incudine: “Divulgare l’identità siciliana”. Durante la conferenza stampa, Mario Incudine ha espresso il suo entusiasmo per il progetto: “La finalità è quella di divulgare quanto più possibile la nostra identità siciliana, l’essere siciliani e prendere e divulgare la nostra lingua, il nostro dialetto, la nostra musica. Farlo con i ragazzi, con i giovani – ha proseguito – è una missione. L’Istituto di Alì Terme ha voluto creare questo grande evento con più di 300 ragazzi sul palcoscenico affinché proprio l’identità siciliana possa diventare la bandiera del nostro essere siciliani”. Incudine ha sottolineato l’importanza dell’esperienza per i giovani: “Questi sono momenti importanti, istanti in cui la musica li unisce, li fa stare insieme. Per un’ora e mezza dimenticano i telefoni, anche durante le prove. Devono confrontarsi, abbassare il volume dei social e alzare quello della loro sensibilità. Suonare insieme significa essere un unico corpo, un’unica voce. E questo è fondamentale”.

Maria Elena Carbone: “Un progetto di crescita e orientamento”. La dirigente scolastica Maria Elena Carbone ha descritto il progetto come una straordinaria opportunità formativa: “Si tratta di un progetto nazionale – esordisce – di un bando di finanziamento cui l’Istituto ha aderito per realizzare dei percorsi che abbiamo chiamato ‘expertise class’. Sono state coinvolte figure esperte del Conservatorio di Catania, del Conservatorio di Messina e del Teatro Massimo Bellini di Catania, elevando così la qualità del percorso formativo dei ragazzi”. Carbone ha inoltre evidenziato il valore orientativo del progetto: “L’idea nasce dalla volontà di proporre ai ragazzi diverse attività che possano appassionarli alla musica, magari spingendoli a iscriversi ai conservatori. I ragazzi hanno visitato i conservatori di Messina e Catania, assistito a prove e a un concerto dell’Orchestra Sinfonica del Bellini, offrendo loro opportunità che potrebbero scegliere di approfondire come passione di vita”.

Verso l’8 giugno: un evento memorabile. Il concerto dell’8 giugno promette di essere un evento coinvolgente ed emozionante, con Mario Incudine che dialogherà con i giovani musicisti sul palco del Teatro Antico di Taormina. “Non sarà un mio concerto, sarà un nostro concerto”, ha affermato Incudine, preannunciando momenti di grande poesia e riflessione. Iniziative come “Music for Love” dimostrano come la musica possa essere un potente strumento di crescita e coesione sociale, capace di unire generazioni e di valorizzare le tradizioni culturali locali. Gli studenti di Alì Terme, grazie a questa esperienza, avranno l’opportunità di vivere un momento indimenticabile, lasciando un segno indelebile nella loro formazione e nel loro percorso di vita.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile

Privacy Policy

Termini e Condizioni

info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007