Nizza di Sicilia. Annullata la storica fiera di San Giovanni: è polemica - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Nizza di Sicilia. Annullata la storica fiera di San Giovanni: è polemica

Gianluca Santisi

Nizza di Sicilia. Annullata la storica fiera di San Giovanni: è polemica

mercoledì 03 Giugno 2020 - 14:31
Nizza di Sicilia. Annullata la storica fiera di San Giovanni: è polemica

Mancano le condizioni di sicurezza. Il sindaco Briguglio annuncia un nuovo incontro in settimana

NIZZA – Salta la storica fiera di San Giovanni, appuntamento annuale del 22 giugno molto atteso in tutto il comprensorio jonico. La decisione è stata presa al termine di un vertice in municipio ed è strettamente collegata alla mancanza di una sede per il mercato, il cui svolgimento quindicinale sul lungomare è stato sospeso per ragioni di sicurezza. Nell’attesa che venga allestita la nuova area, già individuata, anche la fiera di San Giovanni è rimasta senza sede. Da qui la decisione di annullare la manifestazione.

“Durante la riunione – ha spiegato il sindaco Piero Briguglio – è stata evidenziata l’attuale situazione di precarietà dell’attuale sito e unanimemente si è convenuto, amministrazione e rappresentanza dei mercatali – per Nizza, Salvatore Lombardo e Santino Pistone – di sospendere la fiera del 22 giugno e di cercare una soluzione temporanea sostenibile in attesa dello spostamento definitivo dell’area di mercato nel nuovo sito. La decisione di sospendere la fiera di San Giovanni è stata sofferta – ha aggiunto il primo cittadino – ma da tutti condivisa, consapevoli che l’attuale sito non consente lo svolgimento in sicurezza del mercato quindicinale per i 140 mercatali e per gli utenti, dovuta anche l’attuale situazione emergenziale”. Nei prossimi giorni, l’Amministrazione incontrerà le le associazioni sindacali “al fine – ha concluso Briguglio – di trovare un punto d‘intesa, nell’interesse di tutti, e far ripartire il mercato quindicinale”.

Le proteste per l’annullamento

La decisione non ha trovato tutti d’accordo. Duro l’intervento del consigliere comunale indipendente Rosita Naclì: “La sospensione del mercato di San Giovanni è stata una decisione autonoma del sindaco perché i mercatali hanno presentato varie proposte. Il sindaco pur di non invitare le minoranze all’incontro – avocando a sé il monopolio di ogni decisione come se fossero questioni sue private – adesso scarica le responsabilità su tutti, facendola passare come se fosse una decisone assunta a furor di popolo, pur sapendo che non è così. Così la comunità non cresce”.

Intanto, tra i cittadini, c’è chi propone, pur di far ripartire il mercato, propone di contingentare gli ingressi. O chi, invece, di spostare provvisoriamente il mercato in via Falcone e Borsellino, una strada abbastanza larga e non trafficata, fino a quando non sarà pronta la nuova area.

Il sindaco: “In settimana un nuovo incontro”

Le polemiche hanno costretto il sindaco Briguglio ad un nuovo intervento chiarificatore. “È stato un errore – ha spiegato il primo cittadino – non aver redatto un verbale della riunione, ma agli errori si pone rimedio. In questa settimana verra indetta una nuova riunione con i rappresentanti locali dei mercatali, le rappresentanze delle forze politiche consiliari, le rappresentanze sindacali e della polizia municipale. Il mercato quindicinale fa parte del nostro patrimonio così come la fiera di San Giovanni – ha aggiunto Briguglio – e ognuno deve assumersi la responsabilità di ciò che dice e dei propri comportamenti. Al termine dell’incontro sarà redatto un verbale e se gli intervenuti lo consentiranno sarà pubblicato il video della riunione”.

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007