"No allo smantellamento dell'Ospedale di S. Agata Militello": giovedì assemblea popolare - Tempostretto

“No allo smantellamento dell’Ospedale di S. Agata Militello”: giovedì assemblea popolare

Redazione

“No allo smantellamento dell’Ospedale di S. Agata Militello”: giovedì assemblea popolare

mercoledì 25 Gennaio 2023 - 16:50

L'appello dei sindacati: “Fermiamo la privatizzazione della sanità pubblica”

S. AGATA MILITELLO – Parte la mobilitazione per dire no allo smaltimento dell’ospedale di S. Agata militello. Giovedì 26 gennaio alle 16 si svolgerà un’assemblea popolare che si terrà presso il castello gallego del centro tirrenico. “Fermiamo la privatizzazione della sanità pubblica”, è l’appello denuncia lanciato dalle organizzazioni sindacali (Cgil Messina – Uil messina, Fp Cgil-Uil, Fpl- Spi, Cgil-Uil pensionati-Fials-Nursind-Nursing up), che respingono in maniera forte e decisa il tentativo dell’Asp di Messina, avallato dai vertici regionali della sanità pubblica, finalizzato a privatizzare l’ospedale di Sant’Agata di Militello.

“L’Asp – sostengono i sindacati – intenderebbe ‘cedere’ alla Fondazione Giglio di Cefalù le attività di chirurgia generale, ortopedia e ginecologia. Tale disegno – ribadiscono – rappresenta un gravissimo depauperamento e una odiosa mortificazione delle professionalità interne alla struttura ospedaliera di Sant’Agata di Militello e, inoltre, costituisce un regalo a favore della sanità privata. Tale operazione, fra l’altro, comporterà la cessione dell’85% del Drg (valore economico della prestazione) prodotto a favore della Fondazione Giglio di Cefalù (struttura privata)”.

E ancora: “In questo quadro l’Asp di Messina incamererà soltanto il 15%, vale a dire una percentuale che non consentirà di coprire neanche i costi di gestione e che potrebbe anche ricevere l’attenzione della Corte dei Conti. Il tentativo di privatizzare e smantellare l’ospedale di Sant’Agata di Militello – evidenziano i sindacati con forza questo rischio per il territorio – si inquadra in una strategia totalmente inaccettabile che è il preludio della cancellazione della sanità pubblica ospedaliera con le nefaste conseguenze per la garanzia del diritto, costituzionalmente garantito, alla salute di tutti i cittadini. Nel respingere in toto questo progetto – concludono i sindacati – intendiamo coinvolgere in questa battaglia di difesa della sanità pubblica tutti i cittadini, i lavoratori, le istituzioni locali e le forze politiche”.

Alagna: “Il dialogo coi sindacati è fondamentale”

Raggiunto da Tempostretto nei giorni scorsi, così si pronunciato il commissario straordinario dell’Asp di Messina Bernardo Alagna: “Replico assicurando che nessuna intesa sarà siglata con la Fondazione Giglio senza un preventivo accordo con le organizzazioni sindacali sanitarie. Senza la condivisione dei sindacati della dirigenza medica e del comparto del personale sanitario, che in atto lavora per cercare di mantenere con grande sforzo e sacrificio i Lea, Livelli essenziali di assistenza, presso il presidio di S. Agata di Militello, nessuna convenzione con la fondazione Giglio sarà firmata. Auspico altresì che la richiesta di collaborazione e sussidiarietà formulata da questa azienda alle altre aziende sanitarie della provincia trovi accoglienza immediata, così da poter potenziare le attività sanitarie all’ospedale di S. Agata Militello”.

“Come Asp in accordo con la Fondazione Giglio ci teniamo ad assicurare che nessuna intesa sarà siglata con la Fondazione Giglio senza un preventivo accordo con i sindacati – aggiunge -. Senza la condivisione dei sindacati della dirigenza medica e del comparto  del personale sanitario che in atto lavora per cercare di mantenere con grande sforzo e sacrificio i Lea presso il presidio di Sant’Agata di Militello nessuna convenzione con la Fondazione Giglio sarà firmata. Auspico altresì che la richiesta di collaborazione e sussidiarietà formulata da questa Azienda alle atre Aziende Sanitarie della Provincia trovi accoglienza immediata così da poter potenziare le attività sanitarie presso l’ospedale di Sant’Agata Militello”.

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007