"Noi, lavoratori fragili rimasti senza tutele col decreto legge 'Aiuti bis' nonostante il covid continui a circolare" - Tempostretto

“Noi, lavoratori fragili rimasti senza tutele col decreto legge ‘Aiuti bis’ nonostante il covid continui a circolare”

.

“Noi, lavoratori fragili rimasti senza tutele col decreto legge ‘Aiuti bis’ nonostante il covid continui a circolare”

. |
domenica 07 Agosto 2022 - 08:10

Messina. Lettera aperta al Presidente della Repubblica, ai ministri ed a tutti i  deputati e senatori

Riceviamo e pubblichiamo:
MESSINA – “Sono amministratore del gruppo su facebook che si chiama ‘immunodepressi tutela contro coronavirus’ formato da migliaia di lavoratori fragili. Ho creato questo gruppo 2 anni fa per chiedere le tutele per i lavoratori fragili. Tra varie proroghe il Governo ha assicurato le tutele fino al 31 marzo 2022. Purtroppo nel decreto del 24 marzo 2022 è stata prevista solo la sorveglianza sanitaria eccezionale. In sede di conversione le tutele sono state prorogate per poco più di un mese e dal 30 giugno 2022 i lavoratori fragili sono rimasti nuovamente senza tutele nonostante il covid continui a circolare. Per di più la cessazione del divieto dell’uso delle mascherine, rende l’andare a lavorare senza alcuna tutela ancora più rischioso.

L’ennesima delusione

Per tale motivo con il mio gruppo stiamo inviando una lettera aperta al Presidente della Repubblica, ai ministri ed a tutti i  deputati e senatori. L’ennesima delusione per noi è stata il vedere che nemmeno nel decreto legge “Aiuti Bis” il Governo abbia previsto alcuna tutela nonostante il ministro Orlando si fosse impegnato a prorogare le tutele. Purtroppo solo pochi deputati e senatori si stanno interessando al problema come Massimiliano De Toma e Matteo Dall’Osso che quasi quotidianamente si alzano per chiedere le tutele per i lavoratori fragili. Per di più il ministro Andrea Orlando, nel giustificarsi relativamente alle mancate tutele dei lavoratori fragili, ha postato un post su facebook che poche ore dopo ha modificato e non riusciamo a capire quale sia la reale motivazione, anche se, a prescindere, le tutele dei lavoratori fragili dovrebbero essere prioritarie su tutto per lo Stato. Tra noi ci sono malati oncologici, trapiantati, immunodepressi… quindi tutti lavoratori a rischio per gravi malattie e chiediamo solo di essere tutelati e di non dover scegliere tra salute e lavoro. Ci chiediamo quale sia la verità del perché le tutele non siano state prorogate”. Daniela Briuglia

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007