Operazione Nebrodi, prime condanne per la mafia dei pascoli. NOMI E FOTO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Operazione Nebrodi, prime condanne per la mafia dei pascoli. NOMI E FOTO

Alessandra Serio

Operazione Nebrodi, prime condanne per la mafia dei pascoli. NOMI E FOTO

venerdì 23 Aprile 2021 - 16:34

Scagionato il notaio accusato di aver favorito i clan interessati alle truffe Agea ma le condanne per i boss di Tortorici sono pesanti

Sono più di 50 anni di reclusione complessivamente quelli che dovranno scontare- se confermate le condanne – boss e gregari dei clan dei Nebrodi a processo per la mafia dei pascoli.

La sentenza del giudice per l’udienza preliminare di Messina, Simona Finocchiaro, è arrivata stamattina e decide condanne tra i 2 e i 24 anni di carcere per gli imputati che avevano scelto il rito abbreviato, puntando ad una riduzione della pena fino al terzo del massimo previsto. Decise anche due assoluzioni.

Sebastiano Bontempo
Sebastiano Bontempo

Ecco il dettaglio: 24 anni di reclusione al boss Sebastiano Bontempo (detto U Uappu, classe ’69), 3 anni a Carmelo Barbagiovanni, 10 anni e 8 mesi a Giuseppe Bontempo, 2 anni a Samuele Conti Mica,4 anni per Salvatore Costanzo Zammataro, 8 anni e 4 mesi a Giuseppe Marino Gammazza.

Carmelo Barbagiovanni
Carmelo Barbagiovanni

Assolti il notaio di Canicattì Antonino Pecoraro, imputato per concorso esterno all’associazione mafiosa per avere redatto parecchi atti con cui si erano realizzate le truffe all’Agea, e Giorgio Marchese.

L’Accusa – rappresentata dai PM Vito Di Giorgio, Antonio Carchietti e Fabrizio Monaco, aveva chiesto condanne per tutti.

Giuseppe Marino Gammazza
Giuseppe Marino Gammazza

L’operazione Nebrodi era scattata il 15 gennaio 2020 con 94 arresti e il sequestro di 151 aziende agricole. Il processo ordinario, che va avanti all’aula bunker del carcere di Gazzi, conta oltre 100 persone.

L’inchiesta – condotta dai Carabinieri e dalla Guardia di Finanza – ha permesso di aggiornare la geografia mafiosa delle cosche di Tortorici e delineare i loro affari, in particolare le truffe all’Agea attraverso le pratiche per i fondi destinati a pascoli ed agricoltura, con l’appoggio dei professionisti. Agli atti anche i rapporti con gli altri clan siciliani.

Attraverso il tag interno OPERAZIONE NEBRODI è possibile consultare tutti gli approfondimenti

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x