Pallavolo. Bene Akademia Sant'Anna e Volley Letojanni. Cede al quinto Amando - Tempostretto

Pallavolo. Bene Akademia Sant’Anna e Volley Letojanni. Cede al quinto Amando

Redazione

Pallavolo. Bene Akademia Sant’Anna e Volley Letojanni. Cede al quinto Amando

martedì 02 Novembre 2021 - 07:00

Destini diversi al quinto set per Akademia, che vince, e Amando, che perde, in B1 femminile. In Serie B maschile Volley Letojanni batte l'Universal Catania

Importante affermazione in Serie B1 femminile per Akademia Sant’Anna che continua la sua corsa in testa al girone F. La squadra del presidente Costantino la spunta al quinto set in trasferta contro San Salvatore Telesino.

Destino inverso per la squadra del presidente Lama, l’Amando Volley di Santa Teresa di Riva ha infatti ceduto in casa, sempre al quinto set, contro le pugliesi di Narconon Melendugno dopo essere state in vantaggio per due set a uno.

Scesa in campo soltanto ieri sera, causa allerta meteo sulla Sicilia Orientale, Volley Letojanni si è imposto in casa dell’Universal Catania. Quasi un derby vinto, visto che molti giocatori tra le fila degli jonici sono originari del capoluogo etneo. In Serie B2 femminile invece una vittoria, Saracena Volley, e una sconfitta, Nigithor.

Forex Olimpia – Akademia Sant’Anna: 2-3

La Sicom Akademia fa tre su tre. Vittoria per 3-2 nel big match a San Salvatore Telesino e continua la sua striscia positiva, lanciando anche un chiaro segnale di forza alle avversarie nel girone.

Partita dai due volti quella del team di Fabrizio Costantino. Prima parte di gara approcciata al meglio e giocata con il piglio della squadra da battere. In un campo difficile e davanti ad un pubblico caldissimo le messinesi giocano con grande determinazione e si portano avanti 2-0 nel conteggio dei set. Le ospiti, però, pagano qualche errore di troppo in fase di ricezione nella seconda metà del terzo set e, piuttosto che trovare la continuità utile a chiudere l’incontro, permettono alle padrone di casa di trovare punti ed entusiasmo.

San Salvatore Telesino prima si porta sul meno 1 poi, grazie anche alla spinta entusiasmante del pubblico, trova il pari. Bellissima battaglia sportiva nel tie-break. Le due squadre si fronteggiano a viso aperto e rispondono punto a punto. Alla fine la spunta la Sicom con un finale da urlo che produce una vittoria importante contro una big del torneo.

Le parole di coach Gagliardi

«Dopo i primi due set giocati con le giuste idee e con la giusta qualità abbiamo sofferto soprattutto in un determinato momento il cambio palla ed il fatto di non essere riusciti subito a trovare il bandolo della matassa ci ha messo in difficoltà. Ovviamente c’è il rammarico di non aver portato a casa l’intera posta in palio perchè abbiamo giocato praticamente due set e mezzo di grande livello.

D’altro canto, però, otteniamo una vittoria importante contro una squadra molto ben organizzata e su un campo difficile. Consideriamo anche che si tratta del primo incontro, tra pre campionato ed anche dopo le prime due di stagione regolare, che giochiamo punto a punto. È la prima volta in stagione che abbiamo affrontato questa situazione ed il fatto di aver reagito nel quinto set è un segnale davvero importante. Adesso dobbiamo sicuramente lavorare sulla continuità: non basta giocare due set al massimo ma dobbiamo lavorare per mantenere alti standard di gioco in maniera continuativa».

Universal Volley Catania – Volley Letojanni 1-3

Prosegue la striscia positiva dell’Asd Volley Letojanni che fa 3 su 3 e continua a mantenere la vetta della classifica in condominio con Lamezia e Fiumefreddo. La squadra letojannese espugna la palestra comunale di Acicatena e vince per 3 set a 1 sull’Universal Catania, superando la vera prima prova sul campo contro un ottimo avversario che gli ha dato del filo da torcere.

“È stata una gara intensissima e difficile, dal doppio risvolto – è il commento del mister Gianpietro Rigano -. Abbiamo giocato bene solo a tratti, ma nonostante tutto l’organico ha risposto in modo eccelso mantenendo un livello di gioco costante anche nelle difficoltà. Certamente potevamo fare qualcosa di più e chiudere velocemente la partita ma sapevamo che era una prova difficile e siamo stati bravi ad interpretarla nel modo giusto portando a casa l’intero bottino”.

Amando Volley – Narconon Melendugno 2-3

Spettacolo allo stato puro quello vissuto al PalaBarca di Letojanni fra l’Amando Volley e il Melendugno. Sono le pugliesi alla fine della contesa ad aggiudicarsi il match per 3-2 ma gli applausi sono per entrambe le squadre che in una partita tutto cuore hanno deliziato il palato dei numerosi sportivi accorsi in palestra che si sono riconciliati con lo sport.

La tifoseria degli Eagles ha supportato incessantemente le beniamine e per loro ci sono stati anche i convinti applausi di Kostadinova e compagne. Due squadre che nel corso della gara hanno fatto ricorso a numerose sostituzioni resesi necessarie per fronteggiare al meglio le due ore e mezza di gioco abbondanti occorse per decretare un vincitore che può portare a casa, visto il risultato maturato al quinto set, solo due punti.

Le ragazze ospiti festeggiano la vittoria al quinto set al PalaBarca

La cronaca

Primo set da sogno per le santateresine, determinate e reattive in tutti i reparti e nei fondamentali, controllano a lungo il set e rompono infine l’equilibrio portandosi con l’ace della Silotto sul 22-18 costringendo a due time-out consecutivi la panchina ospite. Reazione delle pugliesi che rimontano due punti ma in sequenza sono dapprima un murone della Cecchini su Alikaj, un ace al servizio della milanese medesima e per finire un muro a due Bertiglia-Bilardi sulla bulgara Kostadinova a decretare la fine della prima frazione di gioco.

Anche il secondo set in avvio si presenta sotto il segno dell’equilibrio ma le ospiti prendono il largo portandosi dapprima sul 12-16 (qui il primo discrezionale per Jimenez) per poi allungare pericolosamente sul 15-23. Qui il cambio Ferrarini per Marino che segue quello della Mercieca per Bilardi; bene la messinese al servizio che consente il recupero di qualche punto ma la seconda frazione si conclude sul 19-25 su un attacco della Cecchini murato.

Partenza da incubo nella terza frazione di gioco: ospiti avanti 0-7 sul servizio della Mileno (Jimenez spende entrambi i timeout) e gara che si attesta sul 10-17 quando è richiamata in campo la Mercieca stavolta al posto della Cecchini. Marino e Bertiglia salgono in cattedra: un primo recupero riduce le distanze sul 13-17, poi altri due punti per le pugliesi lasciano presagire il peggio ma sotto i colpi della vercellese le locali sono ancora vive e raggiungono il 17-19. Nuovo allungo ospite sul 17-22 e qui ha luogo una rimonta pazzesca delle amandine che grazie alle fast della Bilardi e complice qualche errore delle ospiti agguantano dapprima la parità sul 23-23, dopo di che, prima Alessandra Marino che perfora il muro ospite e infine una diagonale della Ferrarini consentono alle locali di aggiudicarsi un insperato terzo set.

Anche nel quarto set le ospiti partono forte ma stavolta non si fanno rimontare: 3-7 su una invasione aerea della Agostinetto; 7-13 grazie ad un ace sporco della Kostadinova; 14-22 per un attacco sulla rete della Bilardi. A questo punto assistiamo a un bel recupero delle santateresine con cinque punti consecutive di una “posseduta” Marino che mette ansia al Melendugno, ma molto positiva anche la Ferrarini che sigla il 21-24. Ammonita nel frattempo per proteste Giulia Agostinetto, poi il punto vincente di Anna Paola Greco che trova le mani del muro col pallone che va fuori.

Tie-break ben presto in cassaforte per le ospiti che portatesi sull’1-4 mantengono costantemente fino alla fine i tre punti di vantaggio: il punto vincente del set e del match è di Scilla Basciano con una bella diagonale. Cartellino rosso esibito nei confronti di Benny Bertiglia.

Serie B2

In campo anche le squadre femminili impegnate nel Girone P di Serie B2. Vittoria per la Saracena Volley che ha la meglio in casa contro Medtrade Palermo col risultato di 3-0 (25-13 25-19 25-17).

Sconfitta invece la Nigithor di Santo Stefano di Camastra dalla Caffè Trinca Palermo, risultato 23-25 20-25 21-25. Tutti e tre i set sono stati equilibrati, ma sono andati tutti e tre in favore delle palermitane.

In classifica la Saracena si trova in terza posizione dopo tre giornate, mentre la Nigithor segue poco più indietro in quinta posizione. Prossima settimana Saracena impegnata a Catania, mentre Nigithor sarà di scena a Trapani contro la capolista Gesan.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007