Martedì giornata di commemorazione della strage di via D’Amelio: dibattito e fiaccolata - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Martedì giornata di commemorazione della strage di via D’Amelio: dibattito e fiaccolata

Martedì giornata di commemorazione della strage di via D’Amelio: dibattito e fiaccolata

giovedì 14 Luglio 2011 - 15:32
Martedì giornata di commemorazione della strage di via D’Amelio: dibattito e fiaccolata

Le iniziative promosse dal circolo “Quo Usque Tandem” e presentante questa mattina. Tra i progetti futuri, d’accordo con l’ordine degli avvocati, poter usufruire dei beni confiscati alla mafia nel territorio della provincia per iniziative giovanili

Ricordare il passato per guardare al futuro con migliori prospettive. Potrebbe essere riassunto così lo spirito che anima le iniziative presentata questa mattina dal Circolo Giovane Italia “Quo Usque Tandem” e dal Comitato Paolo Borsellino, per ricordare il giorno della strage di via D’Amelio, 19 luglio 1992, quando il magistrato venne ucciso sotto il portone di casa della madre da un bomba posizionata all’interno di un autovettura.

Anche quest’anno per onorare la memoria del grande uomo di giustizia, è prevista una fiaccolata, promossa dal Comitato “Paolo Vive”, che la sera di martedì attraverserà la città. Questo l’iter: Piazza Pugliatti, di fronte Rettorato, via Tommaso Cannizzaro, via San Raineri, Zona Falcata, luogo degradato e simbolo di rinascita per l’intera città. Prima della fiaccolata, sempre giorno 19, nell’aula magna della Corte d’Appello si terrà un dibattito, fortemente voluto anche dall’Ordine degli Avvocati di Messina, nel corso del quale si discuterà de “La confisca ed il riutilizzo dei patrimoni mafiosi: riflessioni e proposte sulla legge 109/96 a 19 anni dalla strage di Capaci e via D’Amelio”.

Un appuntamento importante a cui prenderà parte anche il sindaco Buzzanca e il presidente della Corte d’Appello di Messina Nicolò Fazio. L’incontro, organizzato in occasione della giornata di commemorazione, assume però una doppia valenza in vista dell’obiettivo che il circolo “Quo Usque Tandem”, in collaborazione con l’Ordine forense, intende perseguire: «L’idea – ha spiegato questa mattina in conferenza l’avv. Vincenzo Ciraolo – è quella di avviare un progetto che, sempre nel rispetto di quanto previsto dal regolamento comunale, consenta a noi come Ordine e alle varie associazioni, di poter usufruire dei ben sequestrati alla mafia nel territorio della nostra provincia, per poter organizzare incontri, dibattiti e renderli dei luoghi di educazione alla legalità».

La parola, il dialogo, insieme ai necessari elementi normativi,è uno dei pochi strumenti di cui il cittadino può disporre per cercare di contrastare il sistema mafioso no alla mafia. Citando proprio Paolo Borsellino: «Parlate della mafia. Parlatene alla radio, in televisione, sui giornali. Però parlatene». (EDP)

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

Un commento

  1. Ogni anno questa farsa del circolo “Quo usque tandem” che commemora Paolo Borsellino per strada e poi appoggia la politica e la persona che sta demolendo poco a poco la giustizia.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007