Parco Naxos Taormina, domenica visite gratuite tra sacro e profano - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Parco Naxos Taormina, domenica visite gratuite tra sacro e profano

Gianluca Santisi

Parco Naxos Taormina, domenica visite gratuite tra sacro e profano

venerdì 28 Febbraio 2020 - 17:25
Parco Naxos Taormina, domenica visite gratuite tra sacro e profano

Domenica ingressi gratis nel Museo e area archeologica di Naxos, al Teatro antico e alI'Isola Bella di Taormina.

TAORMINA – Tombe e palmenti preistorici, sacro e profano prima dei Greci in Sicilia saranno il tema di domenica 1° marzo al Parco Archeologico Naxos Taormina.

Come ogni prima del domenica del mese, porte aperte ai visitatori con ingresso gratuito nei siti del Parco Naxos Taormina. E con l’allungamento delle ore di luce, nei siti del Parco – il Museo e area archeologica di Naxos, il Teatro antico e Isola Bella a Taormina – si protrarrà l’orario di apertura: dal 1° al 15 marzo i siti saranno infatti aperti dalle 9 alle 17; mentre dal 16 al 31 marzo fino alle 17.30.

Le due iniziative del Parco

Due saranno le proposte d’intrattenimento. Per famiglie con bambini, l’appuntamento è al mattino con i laboratori didattici realizzati in collaborazione con Civita Sicilia e le sue archeologhe. Tema del 1°marzo sarà “Un giallo al Museo”, con un’indagine che trasformerà i piccoli partecipanti in esperti detective a caccia di indizi fra i reperti nelle teche per risolvere uno strano caso. Appuntamento al bookshop del Museo di Naxos, alle 10.30, e prenotazione al 335.730.43.78.

Per i grandi, invece, l’appuntamento stavolta è pomeridiano, sarà al Museo di Naxos ed organizzato come sempre in collaborazione con NaxosLegge e Fulvia Toscano: tema del giorno la preistoria e le tracce dell’uomo preistorico nel territorio. Si avvicenderanno due ospiti particolarmente apprezzati dal sempre più folto pubblico delle passeggiate archeofilosofiche della prima domenica del mese.

Alle 16 comincia l’archeologo Massimo Cultraro che con “Segni e forme del sacro nella Sicilia prima dei Greci” illustrerà come il “bisogno di spiritualità” – e la ricerca di un essere superiore, di una divinità – fosse comune anche agli uomini e alle donne della preistoria.

Tomba a grotticella nel territorio di Castiglione di Sicilia

A seguire, dalle 17, l’astrofisico Andrea Orlando presenterà i risultati di un progetto durato cinque anni sul censimento dei siti rupestri della Valle dell’Alcàntara, fra tombe a grotticella e palmenti scavati nella roccia arenaria e persino grotte di scorrimento lavico custodite nella valle e frequentate dall’uomo preistorico. “Uno studio dell’Università di Roma – spiega Orlando – sta cercando di datare alcuni manufatti che sembrano risalire al tempo protostorico. Sono siti pressochè sconosciuti e abbandonati che necessiterebbero di studi e valorizzazione”. 

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007