Pd, Letta in audiocollegamento "incorona" il segretario regionale Irto - Tempostretto

Pd, Letta in audiocollegamento “incorona” il segretario regionale Irto

mario meliado

Pd, Letta in audiocollegamento “incorona” il segretario regionale Irto

venerdì 21 Gennaio 2022 - 19:30

Presidente calabrese del Partito democratico sarà invece la catanzarese Iemma. A breve gli ulteriori organi e il leader nazionale dèm in Calabria

REGGIO CALABRIA – Le scelte erano già state fatte tutte: oggi pomeriggio però, la prima Assemblea regionale del Partito democratico calabrese dopo lunghissimi anni di commissariamento ha visto il presidente della Commissione regionale di Garanzia Italo Reale proclamare ufficialmente segretario regionale Nicola Irto, che per i dèm è anche capogruppo in carica a Palazzo Campanella (e, da lunedì 24, inizierà a svolgere pure concretamente le funzioni di grande elettore per le forze di minoranza per il nuovo Presidente della Repubblica).

Giusy Iemma è ora presidente
del Pd per la Calabria

Giusy Iemma presidente regionale del partito

Presidente regionale del Pd sarà invece la cardiologa catanzarese Giusy Iemma, già candidata – ovviamente nella circoscrizione elettorale “Centro” – alle ultime Regionali, e fin qui in predicato di diventare segretario provinciale catanzarese del Partito democratico.

Cosa che evidentemente non accadrà: a questo punto lo si può dire con certezza, dopo i mille boatos su Fabio Guerriero e i nomi degli altri competitor della Iemma per la posizione, di particolare rilievo in mesi “caldissimi” nel capoluogo calabrese per via delle imminenti Comunali destinate a individuare il sindaco che succederà a Sergio Abramo, già “colonna” berlusconiana ma da alcuni mesi big calabrese di Coraggio Italia.

Dell’Assemblea regionale, per massimizzare la partecipazione, sono stati trasmessi in diretta Facebook sulla pagina del Partito democratico calabrese gli interventi appunto di Irto e dello stesso segretario nazionale Enrico Letta.

Irto: stop alle correnti, sì a confronto tra le idee e con la società civile

Nel suo articolato intervento, aperto col ricordo del compianto presidente del Parlamento europeo David Sassoli, l’ex presidente del Consiglio regionale ha puntualizzato d’avere in mente un partito che sa confrontarsi sulle idee, e non dar adito a indesiderati, vacui scontri correntizi. Un Pd che sappia aprirsi alle vere istanze della società civile “vera” e non, ha specificato Nicola Irto, quella fittizia fatta di pseudoassociazioni e di meri comunicati stampa senza alcuno svolgimento di reale attività sul territorio. Insomma, quel partito rigenerato che davvero sappia essere centrale rispetto alle attività politico-istituzionali in Calabria.

Già nei prossimi giorni, appunto, il neosegretario regionale del Pd mobiliterà i Circoli piddini di Catanzaro: «Vero, siamo in fase congressuale… ma non per questo le Amministrative si fermano», ha osservato, aggiungendo che il Pd della Calabria «si doterà presto di molti altri organi, previsti dallo Statuto» e che l’Assemblea regionale odierna, oltre alla proclamazione sua e all’indicazione della Iemma, ha anche licenziato alcune modifiche urgenti dello Statuto regionale: ne seguiranno altre, ma alcune erano urgenti – ha spiegato il politico reggino – per «mettere in sicurezza» la Carta statutaria del partito calabrese, «che non veniva aggiornata dal 2008». Tra le modifiche introdotte la possibilità di riunirsi anche in modalità telematica per l’Assemblea e la Direzione regionali; l’istituzione dei Forum tematici; l’istituzione della Piattaforma digitale del Pd; le modifiche al codice di autoregolamentazione; la promozione dell’attività di formazione della classe dirigente.

Così come, tra i vari adempimenti, Irto chiederà di confermare Pino Insardà nella posizione di tesoriere regionale del partito e verrà data priorità a Commissione per Statuto e Regolamenti, Commissione di Garanzia e al Comitato di Tesoreria che andrà ad affiancare Insardà.

Su un piano più politico, chiesto il recupero delle osservazioni della deputata Enza Bruno Bossio in tema di digitalizzazione – ci sono i soldi, ma manca una reale vision -, Irto ha profilato per la prossima primavera una grande manifestazione del Partito democratico che si tradurrebbe, in sostanza, negli Stati generali della Sanità calabrese.

Letta solo in audiocollegamento, sommerso da difficoltà tecniche

Enormi difficoltà tecniche per l’intervento dell’ex presidente del Consiglio dei ministri, che alla fine è stato ospite dell’Assemblea regionale esclusivamente in audiocollegamento, solo per cinque minuti d’orologio in buona parte dei quali, ahilui, purtroppo il suo intervento telefonico neppure s’è sentito.

Presto in Calabria l’ex Presidente del Consiglio

In buona sostanza, Enrico Letta, ringraziati iscritti, grandi elettori e lo stesso commissario regionale Stefano Graziano, in realtà non proprio da tutti amatissimo a queste latitudini, ha comunque lodato sia la «figura autorevole» del neosegretario calabrese del suo partito sia l’encomiabile sforzo profuso da Amalia Bruni, candidata della coalizione di centrosinistra, in occasione delle ultime Regionali. Una coalizione che, ha fatto notare, ha anche centrato un importante successo a Cosenza, facendo succedere un sindaco di centrosinistra – Franz Caruso – al doppio mandato del forzista Mario Occhiuto, peraltro fratello dell’attuale presidente della Regione.

Nel far sapere che presto verrà in Calabria per confrontarsi col tessuto “vivo” del partito sulle idee in cantiere nel Pd, Letta ha poi aggiunto che l‘attenzione del partito nazionale su quanto accade da queste parti «resterà molto alta».

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007