Per la Vara, via gli arredi dei commercianti di via Garibaldi. Senza preavviso - Tempostretto

Per la Vara, via gli arredi dei commercianti di via Garibaldi. Senza preavviso

Redazione

Per la Vara, via gli arredi dei commercianti di via Garibaldi. Senza preavviso

Tag:

domenica 11 Agosto 2019 - 08:00

A segnalare l'episodio è il consigliere comunale Paolo Mangano che scrive al sindaco per avere alcune risposte

In vista della processione della Vara, i commercianti di via Garibaldi hanno visto sparire panchine e pezzi di arredo urbano che negli anni avevano collocato. All’improvviso e senza neanche essere stati informati, si sono ritrovati senza più quegli arredi pagati a proprie spese e regolarmente autorizzati.

Il Comune li ha rimossi per problemi di sicurezza e ordine pubblico per la processione del 15 agosto. Ma senza avvisare nessuno.

A segnalare l’episodio è il consigliere comunale del Movimento 5Stelle Paolo Mangano. Che si chiede intanto perché per un intervento simile sia stata necessaria un’ordinanza sindacale, visto che comunque la macchina organizzativa della Vara è in moto da diversi mesi.

E “ricorda” al sindaco che il ricorso al potere di emanare ordinanze sindacali non deve essere esercitato con superficialità e abitualità. Anzi, deve rispettare la reale necessità, l’effettiva urgenza, i principi fondamentali dell’ordinamento e scongiurare ogni sospetto di illegittimità costituzionale, nonché nella prospettiva e nello spirito lontano da ogni moda estemporanea o esercizio fantasioso.

Per tutti questi motivi il consigliere Mangano pone una serie di quesiti al sindaco De Luca. A comunciare proprio dal fatto se l’attività di sgombero in via Garibaldi sia stata disposta da un provvedimento regolare o da ordinanza sindacale. Quindi chiede, a nome dei commercianti, se i pezzi di arredo urbano che sono stati tolti adesso siano custoditi per poi essere ricollocati. O per caso sono finiti in discarica?

Mangano chiede a De Luca anche se fosse a conoscenza che si tratta di arredi di proprietà dei commercianti. E quindi vuole sapere quanto ha speso il Comune per questa attività e quando saranno ricollocati dopo la processione.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007