A Sperone pioggia abbondante e condotta fognaria distruggono la strada - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

A Sperone pioggia abbondante e condotta fognaria distruggono la strada

A Sperone pioggia abbondante e condotta fognaria distruggono la strada

martedì 28 Agosto 2018 - 11:09
A Sperone pioggia abbondante e condotta fognaria distruggono la strada

E' successo in via Archimede, dove l'asfalto risistemato da poco tempo con i fondi Tasi è totalmente saltato a causa del maltempo di sabato pomeriggio. La rete di deflusso delle acque piovane non è sufficiente. Ed ecco il risultato

Il maltempo dello scorso fine settimana ha lasciato i suoi segni anche a Sperone. Dopo pochi minuti di pioggia abbondante la via Archimede si è trasformata in un fiume in piena. Una situazione che ormai è diventata normalità e che si verifica perché parte della condotta delle acque nere è insufficiente e il deflusso delle acque piovane non è correttamente convogliato.

A segnalarlo è Massimo Costanzo, presidente dell’Associazione Progetto Sperone, che richiama anche una nota dell’Amam del 2016 che certificava queste effettive criticità e la necessità di interventi di potenziamento della condotta, lavori però ad oggi mai effettuati. E il risultato è ben visibile.

Costanzo spiega che le ampie porzioni di asfalto divelte erano state posizionate poco meno di un mese fa dalla ditta che si era aggiudicata l’appalto per i lavori di rifacimento strade con i fondi TASI 2015 destinati alle circoscrizioni.

«Considerato che il tempo trascorso dalla posa e il fine lavori ad oggi è veramente poco, considerato che a nostro avviso la ditta abbia eseguito i lavori a regola d’arte, alla luce di quanto accaduto sarebbe auspicabile che i tratti divelti vengano nuovamente ripristinati. Sia Amam che Comune sono perfettamente a conoscenza del problema che persiste da decenni nella Via Archimede. A nostro avviso va risolta la questione a monte, ovvero nei punti letteralmente esplosi comprendendo ampie porzioni dove andrebbe sostituita la condotta delle acque nere tenendo conto della forte espansione edilizia perché quella attuale è letteralmente insufficiente. Inoltre il corretto convogliamento delle acque piovane è necessario per regolarizzare».

L’associazione invia questo appello all’amministrazione comunale, agli uffici di Palazzo Zanca, all’Amam, e alla VI circoscrizione, sperando che si attivino i necessari accertamenti e provvedimenti in maniera tempestiva e risolutiva.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007