Da oggi il restringimento in tangenziale. Test per la chiusura parziale dello svincolo Boccetta - Tempostretto

Da oggi il restringimento in tangenziale. Test per la chiusura parziale dello svincolo Boccetta

Marco Ipsale

Da oggi il restringimento in tangenziale. Test per la chiusura parziale dello svincolo Boccetta

domenica 18 Settembre 2016 - 22:06

Non più a partire dal viadotto Ritiro ma già da un paio di chilometri prima, proprio in corrispondenza dello svincolo Boccetta. Così chi dal raccordo Boccetta andrà in direzione Palermo potrà entrare su una corsia unica, con un inevitabile stop, solo nel momento in cui non transiteranno altri mezzi già in tangenziale. Pericolo code

Un esperimento di una settimana, a partire dalle 9 di stamani, per vedere se è possibile mantenere aperto lo svincolo di Boccetta anche in direzione Palermo. Prima di prendere la decisione definitiva, si vogliono verificare sul campo gli effetti del restringimento in tangenziale che, da oggi, non partirà più dal viadotto Ritiro ma da un paio di chilometri prima, proprio in corrispondenza dello svincolo di Boccetta. Così chi dal raccordo Boccetta andrà in direzione Palermo potrà entrare su una corsia unica, con un inevitabile stop, solo nel momento in cui non transiteranno altri mezzi già in tangenziale.

E’ certo il formarsi di code sul raccordo, ciò che è incerto è quanto saranno lunghe. Se minime (la direzione più trafficata è sicuramente Catania, perché conduce agli svincoli del centro città e della zona sud) lo svincolo di Boccetta resterà aperto anche in direzione Palermo, se al contrario la fila si prolungasse allora si opterà per la chiusura. In particolare, i problemi si verificherebbero qualora le code dovessero “spingersi” fino a prima della diramazione Catania/Palermo, coinvolgendo anche i mezzi avviati verso l’altra direzione.

A prescindere dalla parziale chiusura o meno dello svincolo Boccetta, che sarà decisa definitivamente lunedì prossimo, da ora e per 14 mesi aumenterà l’incubo code in tangenziale. Da diversi anni, soprattutto nei mesi estivi, i messinesi devono farci i conti e adesso i disagi sono destinati a crescere. Unico sollievo, almeno nelle previsioni, l’apertura dell’uscita di Giostra, attesa da vent’anni, ma anche questa è destinata a slittare di qualche mese. Prevista entro fine anno in un primo momento, ora si parla di marzo. Ma qualche mese in più, rispetto a vent’anni, sono poca cosa.

(Marco Ipsale)

Tag:

10 commenti

  1. SoloPerTeMessina 19 Settembre 2016 06:53

    E così i dilettanti allo sbaraglio della giunta ed i preparatissimi dirigenti nelle pubbliche amministrazioni, invece di assumersi le responsabilità, non costringono tutto il traffico gommato dal continente a sbarcare all’approdo di Tremestieri no, obbligano i messinesi a mettersi in fila per 14 mesi. GENI.
    E noi MESSINESI siamo i soliti FESSI che li stiamo a guardare passiviamente.
    Riassumendo: l’assessore cacciola si ingrazia i franza ( a proposito, come è finita la vicenda dell’hotel riviera, e il cambio di destinazione d’uso necessario all’affarone chi l’ha promesso? ), i dirigenti di cas, prefettura, questura, fanno diligentemente i loro compitino e prendono il premio produzione e noi Messinesi li paghiamo per farci sodomizzare.

    0
    0
  2. SoloPerTeMessina 19 Settembre 2016 06:53

    E così i dilettanti allo sbaraglio della giunta ed i preparatissimi dirigenti nelle pubbliche amministrazioni, invece di assumersi le responsabilità, non costringono tutto il traffico gommato dal continente a sbarcare all’approdo di Tremestieri no, obbligano i messinesi a mettersi in fila per 14 mesi. GENI.
    E noi MESSINESI siamo i soliti FESSI che li stiamo a guardare passiviamente.
    Riassumendo: l’assessore cacciola si ingrazia i franza ( a proposito, come è finita la vicenda dell’hotel riviera, e il cambio di destinazione d’uso necessario all’affarone chi l’ha promesso? ), i dirigenti di cas, prefettura, questura, fanno diligentemente i loro compitino e prendono il premio produzione e noi Messinesi li paghiamo per farci sodomizzare.

    0
    0
  3. E’ una follia assoluta!!!
    Già prima di questa idea idiota si formavano file (soprattutto la mattina) di chi va a lavoro e non a giocare come tutte le menti geniali che ci “governano”… adesso sarà peggio!!!
    E 14 mesi vedrete che diventeranno almeno il doppio…

    0
    0
  4. E’ una follia assoluta!!!
    Già prima di questa idea idiota si formavano file (soprattutto la mattina) di chi va a lavoro e non a giocare come tutte le menti geniali che ci “governano”… adesso sarà peggio!!!
    E 14 mesi vedrete che diventeranno almeno il doppio…

    0
    0
  5. A parte i disagi, io mi chiedo 14 mesi x cosa? In altri paesi si costruiscono grattacieli, autostrade, ponti e quant’altro in breve tempo senza arrecare danni ai cittadini….Se non disponiamo di mezzi, personale, tecnici all’altezza del problema che va avanti da anni, non sarebbe il caso di fare intervenire DITTE SPECIALIZZATE ESTERE???? Ci costerebbe meno

    0
    0
  6. A parte i disagi, io mi chiedo 14 mesi x cosa? In altri paesi si costruiscono grattacieli, autostrade, ponti e quant’altro in breve tempo senza arrecare danni ai cittadini….Se non disponiamo di mezzi, personale, tecnici all’altezza del problema che va avanti da anni, non sarebbe il caso di fare intervenire DITTE SPECIALIZZATE ESTERE???? Ci costerebbe meno

    0
    0
  7. D accordo con le molte considerazioni degli altri lettori.Fermo restando che la settimana di prova serve per determinare le scelte finali mi chiedo perché tutti dico tutti sono così abulici.perche aspettare ancora e perdere tempo si potrebbe cominciare a porre la segnaletica per l autostrada sulla panoramica, sulle 2 rotonde del annuziata ,sul viale giostra ai vari incroci, si può comunque invitare le auto e pure i camion al uscita della Caronte ad imboccare da viale Giostra l autostrada a prescindere dal risultato dello esperimento .Si possono infornare i cittadini zona sud che possono imboccare l’autostrada per Palermo dai vari svincoli a sud .l ingresso di boccetta potrebbe essere utilizzato dai servizio pubblico e qualche cittadino

    0
    0
  8. D accordo con le molte considerazioni degli altri lettori.Fermo restando che la settimana di prova serve per determinare le scelte finali mi chiedo perché tutti dico tutti sono così abulici.perche aspettare ancora e perdere tempo si potrebbe cominciare a porre la segnaletica per l autostrada sulla panoramica, sulle 2 rotonde del annuziata ,sul viale giostra ai vari incroci, si può comunque invitare le auto e pure i camion al uscita della Caronte ad imboccare da viale Giostra l autostrada a prescindere dal risultato dello esperimento .Si possono infornare i cittadini zona sud che possono imboccare l’autostrada per Palermo dai vari svincoli a sud .l ingresso di boccetta potrebbe essere utilizzato dai servizio pubblico e qualche cittadino

    0
    0
  9. Oggi incidente in autostrada con tir ribaltato. Ora dell’incidente 1.30 di notte ed ancora il camion è sulla carreggiata. A chi importa se altri provano disagi indicibili? A chi importerà se noi messinesi patiremo come non mai per la chiusura, seppur in una sola direzione, dello svincolo? Siamo soli con noi stessi, abbandonati da chi dovrebbe ringraziarci per i lauti emolumenti che percepisce INUTILMENTE!

    0
    0
  10. Oggi incidente in autostrada con tir ribaltato. Ora dell’incidente 1.30 di notte ed ancora il camion è sulla carreggiata. A chi importa se altri provano disagi indicibili? A chi importerà se noi messinesi patiremo come non mai per la chiusura, seppur in una sola direzione, dello svincolo? Siamo soli con noi stessi, abbandonati da chi dovrebbe ringraziarci per i lauti emolumenti che percepisce INUTILMENTE!

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007