Operazione Torrente, il comune di Furnari si costituisce parte civile - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Operazione Torrente, il comune di Furnari si costituisce parte civile

Operazione Torrente, il comune di Furnari si costituisce parte civile

giovedì 12 Gennaio 2012 - 21:29
Operazione Torrente, il comune di Furnari si costituisce parte civile

L'inchiesta riguarda le elezioni amministrative che si tennero nel maggio 2007 a Furnari e che sarebbero state pilotate dal clan mafioso dei Mazzarroti.

L’Amministrazione Comunale di Furnari presieduta dal sindaco, Mario Foti, dando seguito a quanto già deliberato dalla Commissione Straordinaria, ha depositato, con l’avvocato Carmelo Scillia del Foro di Mistretta, all’udienza odierna svoltasi dinnanzi al Tribunale di Barcellona, la costituzione di parte civile nel procedimento penale scaturito dall’Operazione Torrente della D.D.A. di Messina, nei confronti degli imputati coinvolti nello stesso. Le indagini dei Carabinieri del Ros consentirono di scoprire i condizionamenti esercitati dal potente clan mafioso dei Mazzarroti, sulle elezioni amministrative nel Comune di Furnari, del maggio del 2007.
Come si legge nel comunicato stampa diffuso dal primo cittadino di Furnari “ciò al fine di tutelare i diritti e gli interessi della comunità furnarese vilipesi a seguito delle note vicende emerse in detto procedimento, vicende che hanno anche determinato, con D.P.R. 4 dicembre 2009, lo scioglimento del Consiglio Comunale e dei relativi organi elettivi”. Sempre il sindaco, in modo autonomo rispetto all’Ente che rappresenta, ha depositato, nella medesima udienza, con l’avvocato Salvatore Aloisi del Foro di Messina, la propria personale costituzione di parte civile. “Ciò al fine di tutelare il proprio diritto di parte offesa e soggetto danneggiato dalle note vicende svoltesi nella campagna elettorale del 2007 che — invertendo la realtà dei fatti storici accaduti — paradossalmente sono stati utilizzati nella recente campagna elettorale contro il deducente da soggetti imputati, nel maldestro tentativo di giungere al medesimo risultato con metodi, questa volta più raffinati e sottili, avvalendosi dell’operato di compiacenti siti web verso i quali si sta procedendo con l’avvio di iniziative giudiziarie”.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007