Profondo Stretto

Senza vergogna: FS invece di potenziare i treni punta sui bus. E' Medioevo...



Commenti

node comment

CinghialeMer, 25/07/2018 - 16:07 July 25, 2018

Purtroppo, dai lontani anni Ottanta del secolo scorso, l'Europa, che, civilmente, aveva i servizi pubblici essenziali ad alta rilevanza sociale in mano alle Istituzioni, si è americanizzata ed ha copiato quanto di peggio ci sia negli Stati Uniti: vale a dire la legittimazione del profitto o, peggio, dell'interesse privato nei servizi pubblici essenziali ad alta rilevanza sociale ed ecco che abbiamo anche questa pletora di diligenze motorizzate per nulla adatte alla lunga percorrenza: scomode, lente e molto meno sicure dei treni. Auspichiamo quanto prima la realizzazione del ponte sullo Stretto, solcato dalla versione moderna del Peloritano.
MessineseAttentaSab, 21/07/2018 - 16:30 July 21, 2018

I tempi dell'assistenzialismo, di quando lo Stato foraggiava tutto e tutti, sono finiti. Dott.ssa Brancato, lei si è accorta solo adesso che le ferrovie hanno tagliato il sud dai loro piani. Anni fa, c'erano 6 treni diretti Sicilia-Milano. Adesso, i passeggeri devono cambiare a Roma o a Napoli. I viaggiatori usano. ormai, l'aereo da Catania.ù Il treno è un residuale e brutto ricordo ottocentesco. Le linee per la Sicilia sono un fardello antieconomico, meglio utilizzare i fondi per le linee da Milano per Napoli, Roma e per la Puglia. Per il resto basta un bus turistico. Impieghiamo i soldi con acume ed intelligenza. E finiamola anche con le inutili navi traghetto.
Fabiuccio86Sab, 21/07/2018 - 14:32 July 21, 2018

Terzo mondo stiamo arrivando
pc.966Sab, 21/07/2018 - 09:33 July 21, 2018

Io sono tranquillissimo... Sono sicuro che la nostra città è in buonissime mani con i nostri Deputati Nazionali Nino Germanà e Matilde Siracusano. Loro sapranno certamente farsi valere e difenderanno i nostri diritti... :D