Reggio Calabria, chiuso "China Shop" abusivo, controlli e denunce della polizia municipale - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Reggio Calabria, chiuso “China Shop” abusivo, controlli e denunce della polizia municipale

Simone Pizzi

Reggio Calabria, chiuso “China Shop” abusivo, controlli e denunce della polizia municipale

mercoledì 22 Gennaio 2020 - 21:21
Reggio Calabria, chiuso “China Shop” abusivo, controlli e denunce della polizia municipale

Reggio Calabria, controlli a tappeto della polizia municipale, effettuate multe, denunce e chiusure attività

Reggio Calabria, 22 gennaio – Nell’ambito di diverse attività avviate dalla polizia locale nei servizi di specifica competenza, negli ultimi due giorni, sono stati conseguiti significativi risultati preventivi e repressivi.
In particolare, il servizio operativo ha provveduto a denunciare per diffamazione aggravata a mezzo stampa un cittadino che aveva offeso il decoro del Corpo apostrofando come “mafiosi i metodi operativi degli operatori del Comando ed istigando gli automobilisti a commettere reati per reagire alle attività del Corpo”.

Dopo una serie di accertamenti il soggetto è stato anagraficamente individuato e grazie a qualificato ausilio tecnico è stato possibile associare l’ID del profilo aperto su un noto social network alla persona denunciata. Sempre il medesimo servizio nella giornata odierna ha scovato nel quartiere Pellaro una media struttura di vendita gestita da cittadini della Repubblica popolare Cinese, che aveva aperto l’attività senza alcun titolo autorizzativo. È immediatamente scattata la sanzione prevista di oltre 5000 euro e la chiusura dell’esercizio commerciale.
Il servizio di polizia stradale ha organizzato un controllo straordinario del territorio che ha consentito di elevare oltre trenta verbali su strada, servendosi di apposita strumentazione in dotazione denominata targa system. Sono state comminate sanzioni per mancata copertura assicurativa, omessa revisione, mancato uso di cinture di sicurezza ed uso alla guida di telefono cellulare per circa 6000 euro.

Le azioni si inquadrano nel più ampio dispositivo di controllo, messo in campo dal dirigente comandante, su specifico indirizzo dell’assessore Zimbalalatti, fanno il paio con le attività ordinarie in materia di regolamentazione della sosta e della circolazione veicolare. Incisivi anche i controlli stradali in zona aeroportuale con oltre 60 sanzioni comminate in tre giorni.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007