Sequestrati oltre 270 kg di cocaina purissima al porto di Gioia Tauro - Tempo Stretto

Sequestrati oltre 270 kg di cocaina purissima al porto di Gioia Tauro

.

Sequestrati oltre 270 kg di cocaina purissima al porto di Gioia Tauro

. |
mercoledì 17 Luglio 2019 - 08:59
Sequestrati oltre 270 kg di cocaina purissima al porto di Gioia Tauro

Un nuovo  ed importante colpo è stato messo a segno dai militari del Comando Provinciale Reggio Calabria in sinergia con l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Gioia Tauro.

In un container trasportante cotone in transito nello scalo calabrese, proveniente dal Guatemala e avente come destinazione finale Valencia, sono stati individuati e sequestrati  270 chilogrammi di cocaina. La droga era suddivisa in diversi cartoni di ananas e avrebbe fruttato circa 55 milioni di euro, una volta tagliata fino a 4 volte ed immessa sulle piazze di spaccio italiane ed europee per la  vendita al dettaglio.

Questo importante risultato è stato ottenuto attraverso una complessa attività di indagine eseguita tramite analisi di rischi e riscontri  fattuali da parte della Guardia di Finanza su 2000 contenitori provenienti dal Sud America e  supportata dalle sofisticate apparecchiature scanner in dotazione all’Agenzia delle Dogane  e dei Monopoli. In questo modo è stato possibile selezionare il container positivo contenente il prezioso oro  bianco, occultato tra la merce lecitamente trasportata e pronto per essere recuperato dai  destinatari del carico.

IL BUSINESS DELLO SPACCIO IN ITALIA, DATI E NUMERI IN ITALIA

L’Osservatorio Europeo delle Droghe e delle tossicodipendenze (EMCDDA) nella sua “Relazione Europea sulla Droga 2019” ha fornito un quadro allarmante: quasi quattro milioni di persone hanno fatto uso di cocaina nell’ultimo anno.

Nel nostro paese l’1,7 % della popolazione tra i 15 e i 34 anni consuma cocaina e circa 70 mila persone sono state trattate per tossicodipendenza (33% per cocaina) con costi elevatissimi per la sanità pubblica, costi “sociali”, direttamente o indirettamente, a carico della collettività. In aggiunta, i dati dimostrano come il narcotraffico abbia un rilievo macro-economico enorme: il conseguente giro di affari a livello globale, infatti, supera i 560 miliardi di euro e in Italia i 30 miliardi di euro, circa il 2% del PIL nazionale. Gli utili, pari a circa il 90% del fatturato complessivo generato da questo “business”, vengono infatti reinvestiti e riciclati sul mercato, inquinando l’economia legale e danneggiando gli imprenditori che onestamente svolgono ogni giorno la propria professione nel pieno rispetto delle regole.

Dario Rondinella

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007