Reggio. Ritorna l'incubo degli incendi, Occhiuto ha annunciato nuove misure - Tempostretto

Reggio. Ritorna l’incubo degli incendi, Occhiuto ha annunciato nuove misure

Dario Rondinella

Reggio. Ritorna l’incubo degli incendi, Occhiuto ha annunciato nuove misure

venerdì 24 Giugno 2022 - 08:27

I Vigili del Fuoco dell’Area Metropolitana, sono stati impegnati in numerosi interventi, cinquanta circa, contro numerosi incendi

REGGIO CALABRIA – Durante la stagione estiva, aumentano le temperature e con esse anche il rischio di incendi. Nella sola giornata di ieri i Vigili del Fuoco dell’Area Metropolitana, sono stati impegnati in numerosi interventi, cinquanta circa, contro numerosi incendi che hanno interessato per lo più l’area dello Stretto. A Reggio Calabria già da qualche giorno, grazie ad una convenzione stipulata con la Regione Calabria, operano due squadre addette ad affrontare interventi di tipo AIB (antincendio boschivo), supportate da Dos (direttori operazioni di spegnimento) con il compito di coordinare le squadre di terra e, nel caso di incendi che interessano vaste aree, richiedere e coordinare i mezzi aerei antincendio. Per la particolarità dei numerosi interventi che hanno interessato il territorio provinciale, il dispositivo di soccorso è stato ulteriormente potenziato, con una squadra VVF AIB proveniente dal Comando di Vibo Valentia. Inoltre, è stata anticipata la presa di servizio di parte del personale del turno notturno che di norma avviene alle ore 20.00.

OCCHIUTO: “FOTOTRAPPOLE, FORZE DELL’ORDINE E DRONI CONTRO GLI INCIVILI”

Nel frattempo il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto ha annunciato una serie di misure per cercare di limitare la proliferazione di questi incendi che sono quasi sempre di natura dolosa. “ Ho previsto un sistema di premialità per le associazioni di Protezione Civile, ne metteremo in campo 80, per stare sul territorio e custodirlo. 

Saranno pagati non in ragione del numero degli spegnimenti, ma in base al minor numero degli incendi che si verificheranno. Stiamo cercando di adottare la stessa procedura per gli operai forestali”. Ha annunciato Occhiuto, in un video pubblicato su Facebook. “Abbiamo fatto, inoltre, una convenzione con l’Arma, a cui va il mio ringraziamento perché avremo 5mila Carabinieri che vigileranno e presidieranno il territorio per impedire, per quanto possibile, che si appicchino degli incendi. Mi chiedo perché si debbano accendere i fuochi, distruggendo il capitale sociale e naturale della nostra Regione che è costituita in gran parte da foreste. Anche su questo, fanno bene i cittadini calabresi a protestare con le istituzioni quando non fanno il loro dovere, ma protestino anche contro gli incivili, gli stupidi che accendono i fuochi nei nostri boschi. E dicano a questi signori che quest’anno le pene saranno inasprite, perché è cambiata la legislazione nazionale, e sarà più difficile appiccare incendi in quanto metteremo fototrappole, avremo tantissime forze dell’ordine a presidiare il territorio e avremo droni che vigileranno dall’alto. Tutte risorse che dobbiamo spendere a causa di tanti incivili che appiccano gli incendi.

In più, – ha concluso Occhiuto – la Protezione Civile ci dice che quest’anno corriamo dei rischi superiori rispetto all’anno scorso perché siamo in presenza di una stagione molto secca. Io vorrei che i calabresi potessero svolgere un controllo sociale e giusto sulle istituzioni e quindi anche sulla Regione e i Comuni ma anche sui loro vicini di casa, su quelli che sono calabresi ma non capiscono che il modo migliore per costruire un futuro di sviluppo per la nostra Regione è di contribuire ciascuno per il proprio conto a dimostrare che la Calabria è appunto, per com’è, una regione straordinaria”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007