Risanamento: "Priorità all'assegnazione degli alloggi". Il M5S interroga De Luca - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Risanamento: “Priorità all’assegnazione degli alloggi”. Il M5S interroga De Luca

Giuseppe Fontana

Risanamento: “Priorità all’assegnazione degli alloggi”. Il M5S interroga De Luca

venerdì 16 Luglio 2021 - 07:05

I consiglieri Cannistrà e Fusco chiedono spiegazioni al sindaco e alla Giunta: "Vanno salvaguardati i diritti e gli interessi dei cittadini"

MESSINA – I consiglieri comunali del Movimento 5 stelle Cristina Cannistrà e Giuseppe Fusco hanno presentato un’interrogazione con un preciso obiettivo: chiedere spiegazioni al sindaco De Luca e alla sua Giunta. Al centro del documento c’è la volontà di fare chiarezza su ruolo e competenze di chi amministra e di ArisMe, alla luce di una nuova normativa nazionale e della nomina del Prefetto a Commissario Straordinario per provvedere alla ricollocazione abitativa dei residenti e alla seguente riqualificazione delle aree. Quello del risanamento è un tema sempre più dibattuto e le intenzioni del gruppo consiliare è di vederci chiaro sui poteri dell’agenzia costituita nel 2018: “L’azione governativa rappresenta senza ombra di dubbio una svolta importantissima per il futuro di migliaia di messinesi che vivono in condizioni di estremo disagio. Tuttavia, in attesa che il processo giunga a compimento, riteniamo che il Comune non possa in alcun modo esimersi dall’assegnare degli alloggi ai cittadini che ne hanno i requisiti, soprattutto a fronte di particolari situazioni di emergenza abitativa o in presenza di invalidi, immunodepressi e persone affette da gravi patologie”.

Sarebbero numerose, infatti, le testimonianze di cittadini in gravi condizioni di salute che ad oggi non hanno ricevuto alcuna risposta nonostante le domande sull’assegnazione delle abitazioni in deroga. Una situazione di emergenza a cui far fronte nel più breve tempo possibile e che Cannistrà e Fusco sottolineano: “sembrerebbe che il Dipartimento Servizi alla Persona ed alle Imprese del Comune di Messina si sia ritenuto non più competente a procedere all’istruttoria delle istanze concernenti l’assegnazione di alloggi in deroga quando le domande riguardino soggetti le cui abitazioni insistono in zona di risanamento, sebbene ad oggi non risulti che la vigilanza del Prefetto sulle somme stanziate per il risanamento e la riqualificazione della città di Messina contrasti con i poteri del Sindaco di procedere ad assegnazioni in deroga di alloggi ERP quando ne sussistano i requisiti”.

I diritti da salvaguardare e la richiesta di accesso agli atti

“Per salvaguardare i diritti e gli interessi dei cittadini, è di assoluta priorità fare chiarezza in ordine ai ruoli e competenze dei vari Dipartimenti e degli Uffici comunali, compresa ArisMe. Chi vive un’emergenza abitativa non può permettersi in alcun modo di attendere l’avvio e il completamento dell’operazione di risanamento. Riteniamo che, in presenza di alloggi disponibili sul territorio, spetti agli uffici comunali preposti il compito di assegnarli a coloro che ne hanno i requisiti», concludono i consiglieri, che hanno inoltre richiesto l’accesso agli atti degli elenchi e l’ubicazione di eventuali alloggi disponibili e assegnabili, delle copie delle istanze presentate e che non hanno avuto riscontro e di quelle che invece hanno avuto esito positivo. Continua la lunga battaglia sul risanamento, in attesa che la situazione possa definirsi nella sua totalità.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x