Scoglio replica a De Cola: “Ecco i progetti finanziati e finanziabili” - Tempostretto

Scoglio replica a De Cola: “Ecco i progetti finanziati e finanziabili”

Scoglio replica a De Cola: “Ecco i progetti finanziati e finanziabili”

lunedì 20 Ottobre 2014 - 08:42

L’ex assessore allo Sviluppo Economico e ai Lavori Pubblici aveva criticato la giunta Accorinti in merito alla mancata prosecuzione dei progetti avviati dalla scorsa amministrazione. L’attuale assessore ai Lavori Pubblici aveva toccato anche quest’argomento nel corso di una lunga intervista rilasciata al nostro giornale. Riceviamo e pubblichiamo la controreplica di Scoglio

“Leggo le dichiarazioni su TEMPOSTRETTO dell’assessore De Cola che ho avuto modo di conoscere ed apprezzare quale professionista della nostra città e le sue sollecitazioni ad una mia pubblica risposta alla quale non intendo sottrarmi. Forse l’ondata di populismo dell’amministrazione di cui fa parte lo ha contagiato a tal punto da non ricordare gli stessi progetti, che per conto del Comune, ha contributo a realizzare. Ma andiamo per ordine.

1.UFFICIO PROGRAMMI COMPLESSI E PIANO STRATEGICO

L’assessore sostiene che l’Ufficio Programmi Complessi è stato smantellato per un esigenza funzionale anche in considerazione della “strana” separazione gestionale tra il Piano Strategico ed il Dipartimento Urbanistico.

Mi preme sommessamente precisare che il Piano Strategico non è uno strumento urbanistico ma di individuazione delle strategie economiche, sociali e culturali, delle infrastrutture e dei modelli di gestione da attuare in un arco temporale medio lungo e che è utile per definire alcune scelte le quali potranno essere realizzate anche attraverso lo strumento urbanistico generale ma non esclusivamente.

Alcune di queste scelte sono dinamiche e risentono delle mutazioni relative all’evoluzione dei tempi della società, altre per lo stesso motivo sono incompatibili con i tempi necessari per la redazione, adozione ed approvazione della variante generale al P.R.G..

Per questo motivo, si era inteso istituire un ufficio speciale, capace di occuparsi, con il supporto di Innovabic (società interamente pubblica di cui è socio l’Università di Messina) da un lato dell’aggiornamento del piano, secondo le evoluzioni dettate dai tempi, e dall’altro di realizzare, avvalendosi delle procedure tutte previste dalle attuali leggi urbanistiche e di settore, alcuni degli interventi strategici del piano.

In tale ottica l’ufficio (io non ho alcun merito) quale struttura è stato oggetto di un importante riconoscimento al Forum della Pubblica Amministrazione ed ha curato e seguito tutti i programmi quali P.R.U.S.S.T. , URBAN, P.I.T., P.I.A.U., P.I.S.U. , P.I.S.T., regolarmente finanziati sia per la fase progettuale che per alcuni di essi anche infrastrutturale dallo Stato e dalla Regione.

Attualmente sono finanziati:

1) Completamento Istituto Marino di Mortelle;

2) Parcheggio a raso Torre Faro (da cofinanziare in project financing);

3) Centro residenziale per i senza fissa dimora a Campo Italia (quest’ultimo finanziamento come è noto è stato revocato recentemente).

2. IL P.I.A.U.

Il programma innovativo in ambito urbano porti e stazioni è stato approvato dal Ministero delle Infrastrutture e vi partecipano la Regione, la Provincia, l’Autorità Portuale e le Ferrovie dello Stato s.p.a..

Non risponde al vero che il programma sia stato concepito in funzione del Ponte sullo Stretto (basta leggerlo) è vero invece che lo scenario proposto è quello dello spostamento delle funzioni portuali commerciali a Tremestieri con destinazione del porto storico al turismo. Tale scenario tiene conto sia della realizzazione del Ponte che dell’ipotesi contraria.

La differenza è che in ipotesi di realizzazione dell’attraversamento stabile si avrà anche lo spostamento della stazione ferroviaria (con il progetto Ponte) a Gazzi – San Filippo, ma tale circostanza non influirà con il numero dei binari che necessariamente dovranno essere mantenuti sul sito (4 per la metroferrovia e collegamento porto commerciale – porto storico).

Il Ministero ha finanziato 3 progettazioni:

1) Piano particolareggiato recupero aree ferroviarie;

2) Via del mare;

3) Piattaforma logistica

Per il piano particolareggiato è stato espletato un concorso di progettazione in 2 fasi, che ha visto la partecipazione dei principali studi di progettazione e di sostenibilità economica.

In sede di concorso è stato presentato il progetto preliminare per una marineria ricadente nella zona più prossima alla cittadella e quello per un centro direzionale a Maregrosso con attrezzature turistiche annesse.

Per la via del mare e per la piattaforma logistica sono state espletate le gare di progettazione ed allo stato esiste il progetto definitivo della prima e quello preliminare della seconda.

Come è ben constatabile in questi 16 mesi nessun intervento è stato posto in essere in relazione all’adozione del piano particolareggiato né per l’approvazione dei progetti in variante al P.R.G..

L’assessore non deve pertanto interrogare me su quali proposte di project financing avrebbe potuto attivare in questi 16 mesi ma guardare nei cassetti della sua scrivania dove, ad oggi, sono stati accuratamente custoditi.

E ciò nonostante la circostanza che il commissario Croce prima e successivamente il sindaco ed il presidente della Regione e le Ferrovie dello Stato abbiano sottoscritto puntuali intese sia in relazione alle aree da utilizzare che allo snellimento della procedura amministrativa per le necessarie approvazioni e da ultimo del P.O.R. Sicilia.

Quanto alle presunte modifiche al P.I.A.U. è utile ricordare che quando si aggiudicano i concorsi di progettazione le scelte dei concorrenti non possono essere oggetto di modifiche sostanziali o peggio di un totale stravolgimento perché ciò determinerebbe un alterazione delle condizioni di gara e della par condicio, soprattutto quando tali modifiche sono motivate in maniera pretestuosa e niente affatto riscontrabile.

Vuole sapere per quali infrastrutture in questi 16 mesi si sarebbe potuto attuare lo strumento del project financing?

Ne posso elencare alcune quali:

1) Rifunzionalizzazione del pilone di Torre Faro;

2) Parcheggio di Torre Faro;

3) Centro direzionale Maregrosso;

4) Porticciolo darsena cittadella,

5) Piattaforma logistica – distributiva;

Peraltro i primi due progetti sono stati commissionati proprio ai vincitori del concorso di progettazione di Torre Faro nella cui equipe vi era anche il suo studio.

Ovviamente, sarebbe stato necessario definire le relative intese con l’Autorità Portuale ed espletare le relative procedure amministrative da parte dell’Ufficio Programmi Complessi, ma questa è un'altra storia”.

Gianfranco Scoglio

Tag:

8 commenti

  1. questo signore fa finta di non sapere che De Cola si occupò di capo peloro qualche anno addietro, con i risultati che chiunque può vedere ( Beirut). Si vergognino entrambi

    0
    0
  2. questo signore fa finta di non sapere che De Cola si occupò di capo peloro qualche anno addietro, con i risultati che chiunque può vedere ( Beirut). Si vergognino entrambi

    0
    0
  3. Un cittadino messinese non schierato che assiste a questo balletto e che paga le conseguenze del degrado evidente e documentato della propria città … avrà pur diritto di sapere come stanno realmente le cose?
    Si favorisca pertanto subito un incontro pubblico in contraddittorio, così come da me suggerito precedentemente. Ognuno si assuma le proprie responsabilità. La città soffre e si sta spopolando.

    0
    0
  4. Un cittadino messinese non schierato che assiste a questo balletto e che paga le conseguenze del degrado evidente e documentato della propria città … avrà pur diritto di sapere come stanno realmente le cose?
    Si favorisca pertanto subito un incontro pubblico in contraddittorio, così come da me suggerito precedentemente. Ognuno si assuma le proprie responsabilità. La città soffre e si sta spopolando.

    0
    0
  5. velista anonimo 20 Ottobre 2014 10:21

    … il Piano Particolareggiato, il Porticciolo Canale, l’equipe di professionisti,
    l’enorme interesse dei costruttori,
    tutto il puzzle stava per prendere forma fino a quando si e’ fermato tutto ….
    che peccato ma ancora c’e qualcuno che ancora spera nell’affare …
    Perché per fare affari bisogna costruire e se c’e una marineria si vende meglio …
    Ed e’ proprio questo il limite di questo disegno : il Porto Canale.
    Non funziona ma farebbe aumentare i guadagni.
    Un granello di sabbia ha inceppato un orologio.
    Ma la città poi non ha già un porto enorme che non potrà mai essere un porto commerciale ?
    Ma la città non ha già un porto enorme dalle potenzialità turistiche straordinarie ?
    Ma la citta’ ha veramente bisogno di tanto cemento, forse si’,
    ma in quale percentuale ?
    E invece di quanto verde ha bisogno ?
    E di quanti parcheggi ha bisogno ?
    E di quanto edilizia residenziale ha bisogno ?
    Di questo l’ass. De Cola se ne accorto sicuramente e dei limiti di quel disegno …. !

    0
    0
  6. velista anonimo 20 Ottobre 2014 10:21

    … il Piano Particolareggiato, il Porticciolo Canale, l’equipe di professionisti,
    l’enorme interesse dei costruttori,
    tutto il puzzle stava per prendere forma fino a quando si e’ fermato tutto ….
    che peccato ma ancora c’e qualcuno che ancora spera nell’affare …
    Perché per fare affari bisogna costruire e se c’e una marineria si vende meglio …
    Ed e’ proprio questo il limite di questo disegno : il Porto Canale.
    Non funziona ma farebbe aumentare i guadagni.
    Un granello di sabbia ha inceppato un orologio.
    Ma la città poi non ha già un porto enorme che non potrà mai essere un porto commerciale ?
    Ma la città non ha già un porto enorme dalle potenzialità turistiche straordinarie ?
    Ma la citta’ ha veramente bisogno di tanto cemento, forse si’,
    ma in quale percentuale ?
    E invece di quanto verde ha bisogno ?
    E di quanti parcheggi ha bisogno ?
    E di quanto edilizia residenziale ha bisogno ?
    Di questo l’ass. De Cola se ne accorto sicuramente e dei limiti di quel disegno …. !

    0
    0
  7. professore..lei mi ha regalato dei momenti magici. Lipari la rimpiange. e pure diodicibus.

    0
    0
  8. professore..lei mi ha regalato dei momenti magici. Lipari la rimpiange. e pure diodicibus.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007