S. Teresa. Videosorveglianza: telecamere in altri 51 punti strategici del paese - Tempostretto

S. Teresa. Videosorveglianza: telecamere in altri 51 punti strategici del paese

Carmelo Caspanello

S. Teresa. Videosorveglianza: telecamere in altri 51 punti strategici del paese

giovedì 06 Febbraio 2020 - 11:02

Avviate le procedure di gara per il secondo lotto di un'opera per la quale il centro jonico ha ottenuto un finanziamento di 700mila euro. Sarà monitorato quasi l'intero perimetro urbano

S. TERESA DI RIVA – Il controllo del territorio, a S. Teresa di Riva, sarà presto più efficace grazie all’installazione di nuove telecamere in ben 51 posti diversi della cittadina jonica. Si va a completare così il progetto di videosorveglianza voluto dal Comune jonico, per il quale è stato ottenuto un importante finanziamento.

La sicurezza al primo posto

“Abbiamo messo al primo posto il problema sicurezza, componente indispensabile della qualità della vita. Vi è l’esigenza che tale diritto sia garantito anche in rapporto ai fenomeni di criminalità individuale e collettiva presenti sul territorio in cui si vive”. Ne sono convinti gli amministratori comunali di S. Teresa di Riva nel dare l’annuncio che sono state avviate le procedure di gara per il secondo lotto dell’impianto. Già erano stati dislocati 24 “occhi” in punti strategici della cittadina jonica. Adesso si mira a completare l’opera.

“Entro quest’ anno – spiega l’assessore alla Viabilità, Domenico Trimarchi – sarà tutto ultimato. Questi lavori ci consentiranno di monitorare costantemente l’intero territorio comunale e ciò è importante sia dal punto di vista della sicurezza stradale quanto sotto il profilo ambientale. Nel recente passato – prosegue Trimarchi – le telecamere ci sono state di grande aiuto. Con l’implementazione e la messa a regime delle nuove non può che trarne vantaggio l’intera comunità”.

Con il secondo lotto saranno sotto più stretta osservazione piazza Misserio, via Stradella Catania, via Torrente Portosalvo, la chiesa di Portosalvo, la scuola di Cantidati, la scuola Felice Muscolino e l’Istituto comprensivo Lionello Petri. Ed ancora la chiesa della Sacra Famiglia, il Santuario della Madonna del Carmelo, la scuola Michele Trimarchi, il cimitero e l’incrocio via delle Colline via Panoramica. Prevista anche l’installazione di telecamere per la lettura delle targhe in altrettante aree strategiche.

“Questi strumenti tecnologici contribuiscono all’ordine…”

“Parliamo di un intervento – spiega il sindaco, Danilo Lo Giudice – che sarà realizzato grazie ad un finanziamento per complessivi 700mila euro. Avremo una copertura quasi capillare del perimetro urbano. Ormai – prosegue il primo cittadino – per avere una comunità ordinata e pulita c’è la necessità dell’ausilio di strumenti tecnologici che fungano da deterrente. Abbiamo avuto modo di notare con il primo lotto, già realizzato, quanto siano realmente fondamentali”.

“Parliamo di strumenti di controllo – rimarca il sindaco Lo Giudice – prevenzione e sicurezza che garantiscono maggiore serenità. Che ci permettono di ricostruire la dinamica di atti vandalici, azioni di teppismo e controllare le aree di conferimento e abbandono dei rifiuti sul territorio comunale”. Oltre a stabilire l’esatta dinamica di eventuali incidenti stradali.

I dati, secondo quanto stabilito dalla normativa in vigore, saranno anche a disposizione delle forze dell’ordine. E ciò contribuisce a far sentire maggiormente tutelati i cittadini di S. Teresa. (Carmelo Caspanello)

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007