De Luca: Manifestazione Cgil e Uil politicizzata. Pronto al confronto sui temi - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

De Luca: Manifestazione Cgil e Uil politicizzata. Pronto al confronto sui temi

De Luca: Manifestazione Cgil e Uil politicizzata. Pronto al confronto sui temi

mercoledì 31 Ottobre 2018 - 15:23
De Luca: Manifestazione Cgil e Uil politicizzata. Pronto al confronto sui temi

Il sindaco replica alla manifestazione che ha visto la presenza degli ex amministratori e di esponenti del Pd: "Apertura al confronto sui tavoli tecnici ma non si torna indietro anche per rispetto a chi è rimasto 40 ore alle riunioni"

Non si è fatta attendere la replica del sindaco alla manifestazione proclamata da Cgil e Uil e che ha visto in piazza anche Cambiamo Messina dal basso, l’ex sindaco Accorinti e gli ex assessori De Cola, Signorino, Cacciola, Pino, Ialacqua, nonché la presenza del deputato regionale Pd Franco De Domenico e dei consiglieri comunali Pd Antonella Russo, Felice Calabrò, Gaetano Gennaro, Claudio Cardile (i primi due hanno approvato il salva Messina presentando anche emendamenti migliorativi, il terzo e il quarto si sono astenuti).

Toni concilianti da De Luca anche se sottolinea come la manifestazione organizzata dai due sindacati sia stata politica. Il sindaco fa un appello all’apertura.

“Non entro nel merito sul perché c’erano soltanto un cinquecento persone stamattina a Piazza Municipio per la mobilitazione politica di massa organizzata da CGIL e UIL e politicizzata con la presenza di Accorinti e dei suoi sodali– scrive il sindaco- Anche se fossero stati di meno apprezzo le manifestazioni di pensiero pur se basato su presupposti forvianti e tendenziosi. Se CGIL e UIL la smetteranno di giocare a fare la guerra io sarò ben lieto di averli ai nostri tavoli tecnici nell’ambito della cornice definita del Salva Messina dal consiglio comunale e dalla contrattazione con CISL – CISAL – UGL – ORSA che hanno responsabilmente saputo svolgere il proprio ruolo dopo oltre 40 ore di trattative con l’amministrazione comunale che hanno modificato in positivo l’originario testo del Salva messina. Ora è il momento di agire in pace nell’interesse della città, dei lavoratori, dei fruitori dei servizi municipali, dei disoccupati e degli ultimi della nostra società. Invito la deputazione regionale presente alla odierna manifestazione di farsi interpreti di questo mio messaggio di pace.Sia chiaro a tutti che indietro non si torna nel rispetto di chi ha sacrificato il proprio tempo ed i propri affetti nell’esclusivo interesse della comunità”.

Sì all’apertura quindi da parte del sindaco ma nel rispetto anche di chi nelle scorse settimane ha partecipato alla concertazione. Toni concilianti che dovrebbero lasciare aperta una porta se non alla pace almeno all’armistizio.

Inizio modulo

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

Un commento

  1. MessineseAttenta 31 Ottobre 2018 18:15

    Nel suo ultimo cominzio erano 300.
    Di cosa parla?

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007