Sanremo. La messinese Luisa Grasso nell’Orchestra: “Emozione che toglie il fiato” - Tempostretto

Sanremo. La messinese Luisa Grasso nell’Orchestra: “Emozione che toglie il fiato”

Emanuela Giorgianni

Sanremo. La messinese Luisa Grasso nell’Orchestra: “Emozione che toglie il fiato”

domenica 23 Gennaio 2022 - 07:20

La violinista messinese torna al Festival di Sanremo per la quarta volta, tra i primi violini dell’Orchestra Sinfonica

“Entrare in questo santuario della musica italiana è sempre un’emozione nuova. La prima volta la commozione mi ha tolto davvero il fiato, tornarci adesso dopo qualche anno è stato altrettanto forte, il cuore mi batteva a mille”.

Così ci racconta Luisa Grasso, talentuosa violinista messinese che torna a Sanremo per la quarta volta. Aveva, già, fatto parte dei primi violini della prestigiosa Orchestra Sinfonica di Sanremo durante l’edizione 2011, poi nelle successive edizioni del 2013 e del 2015. E, adesso, ritorna al Festival di Amedeus.

Da Messina a Sanremo

Luisa Grasso suona un violino acustico Andrea Bisiach (1939) ed un violino elettrico Yamaha e, insieme a loro, fedeli compagni, conta un infinito numero di esperienze e soddisfazioni. Spaziando con un vasto repertorio che va dalla musica da camera fino a quella leggera, ha accompagnato e collaborato con i più grandi, è stata diretta dai più celebri maestri.

La sua prestigiosa carriera parte proprio da Messina, dove, dal 1999, è Professore d’Orchestra nell’Orchestra lirico-sinfonica dell’E.A.R. Teatro Vittorio Emanuele di Messina.

Pur girando per tutto il nostro Paese, infatti, lavorare nella sua terra ha sempre una priorità per lei e un valore speciale. Collabora da molti anni con l’orchestra della Stagione estiva di Taormina Arte e Taormina Opera festival, con la quale ha affiancato artisti del calibro di Lucio Dalla, Franco Battiato, e tanti altri.

Partecipa, anche, da sempre, alle attività del Conservatorio “Arcangelo Corelli” di Messina. Non soltanto sotto il profilo concertistico, ma anche ricoprendo il ruolo di Commissario esterno, in diverse sessioni, per il conseguimento dei diplomi di laurea.

Solo per elencare alcune delle veramente numerose attività concertistiche e professionali, citiamo l’esperienza in Vaticano, davanti a Giovanni Paolo II, prima con l’Orchestra della Diocesi di Roma e poi come violino solista.

O, ancora, quelle con Laura Pausini; nella tournée di Amadeo Minghi; con Gigi D’Alessio; in duo, con Claudio Baglioni; poi, i Pooh; Riccardo Cocciante; “Il Volo”.

E, infine, Sanremo.

Chicche sanremesi

Le prove sono già iniziate, prima a Roma dal 3 gennaio, dal 10 al 12 le registrazioni con i cantanti e dal 16 le prove all’Ariston.

“Ho apprezzato molto tutte le canzoni, secondo me sarà davvero un bel Festival, supererà quello dell’anno passato. Stiamo lavorando con grande sicurezza, e un iper controllo, tampone ogni 72 ore per chi è vaccinato, ogni 48 ore per chi non lo è. Abbiamo già provato e registrato con tutti i cantanti, ognuno con le sue particolarità: Noemi super ansiosa; Massimo Ranieri un po’ sulle sue; Iva Zanicchi simpaticissima, ci raccontava le barzellette; allo stesso modo simpaticissimo Gianni Morandi, con lui avevo fatto già due Festival, ed è una forza della natura; Elisa gentilissima e dolcissima e come lei anche Giusy Ferreri” rivela Grasso.

“Si respira davvero un’aria di rinascita, emozione e voglia di fare – conclude la violinista – ed è forte il senso di armonia e collaborazione trasmesso a tutti da Amadeus. Vi aspetto dall’1 febbraio”!

Un commento

  1. Se la memoria non mi inganna, ricordo una 15enne Luisa che andava a Catania per studiare “Violino.” Questa la dice tutta sulla innata voglia di studiare e perfezionarsi, giorno dopo giorno, anno dopo anno, che le hanno permesso, e le stanno permettendo, di traguardare legittimi step professionale nei più svariati ambiti musicali nazionali.

    8
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007