Estorsione e usura. Sgravi fiscali per chi denuncia, ecco il regolamento - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Estorsione e usura. Sgravi fiscali per chi denuncia, ecco il regolamento

Salvatore Famularo

Estorsione e usura. Sgravi fiscali per chi denuncia, ecco il regolamento

mercoledì 29 Aprile 2015 - 14:06

Votato dalla Giunta municipale lo schema di regolamento che assegna il contributo. Sgravi fino a 5 anni, su tasse e imposte comunali, per i cittadini che denunciano fenomeni di usura ed estorsione

La Giunta e il Consiglio comunale della Città della ceramica dichiarano guerra al racket dell'estorsione e al fenomeno dell'usura, premiando le aziende e le imprese che denunceranno i loro aguzzini.

Già lo scorso 10 novembre l'Assise cittadina aveva approvato la proposta dell'Aministrazione comunale, presentata dal Presidente del consiglio Carmelo Re, con oggetto: "Sgravio quinquennale Imposte e Tasse comunali ai cittadini che denunciano fenomeni di usura ed estorsione".

Nei giorni scorsi l'Aministrazione comunale del Sindaco Francesco Re ha votato lo schema di regolamento che assegna un contributo proporzionale e non superiore alla somma delle Imposte, tasse e Tariffe comunali dell'anno in corso e nei successivi, fino al quinto anno.

Le misure di contrasto al fenomeno delinquenziale attenzionato mireranno, altresì, a penalizzare ed emarginare tutte quelle imprese implicate in rapporti di "affari" con le organizzazioni criminali, con l'obbiettivo di fare emergere e agevolare le attività imprenditoriali sane, vero volano di sviluppo di un'economia pulita al servizio della collettività.

"Si tratta di adottare misure – dice il Sindaco Re – che mirino ad agevolare e tutelare gli interessi economici di coloro che, in quanto vittime della criminalità organizzata, abbiano avuto il coraggio di denunciare episodi di racket ed usura: queste forme criminali costituiscono un fenomeno sommerso che non può essere sottovalutato, nè considerato un "affare privato" delle vittime stesse, in quanto rappresentano una redditizia attività per il mantenimento delle organizzazioni mafiose e l'acquisizione di enormi quantità di denaro destinato anche e soprattutto al controllo del territorio".

Sarà cura del Consiglio comunale, in una delle prossime convocazioni, deliberare in merito, al fine di dare un segnale forte e concreto all'attività di contrasto al fenomeno dell'estorsione di cui l'usura è il più delle volte un'appendice imprescindibile, e così dare una boccata di ossigeno ad imprenditori e professsionisti la cui dirittura morale è funzionale alla legalità.

(Salvatore Famularo)

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x