Scontro tra De Luca e il vicecomandante Polizia locale di Taormina: “400 ore di straordinario non pagate, vado via”

Scontro tra De Luca e il vicecomandante Polizia locale di Taormina: “400 ore di straordinario non pagate, vado via”

Redazione

Scontro tra De Luca e il vicecomandante Polizia locale di Taormina: “400 ore di straordinario non pagate, vado via”

mercoledì 21 Febbraio 2024 - 09:46

Il sindaco: “Non accetto pressioni. Chi ha autorizzato lo straordinario? Faremo chiarezza”

TAORMINA – Acceso scontro tra il sindaco Cateno De Luca e il vicecomandante della Polizia locale Alessandro Munnia (a destra nella foto, insieme al comandante Daniele Lo Presti). La miccia è stata accesa da una lettera di Munnia, in cui denuncia il mancato pagamento di oltre 400 ore di straordinario e dei rimborsi spese, parlando di una vera e propria “indigenza” causata dal ritardo nella liquidazione delle sue spettanze. “Da giugno ad oggi ho maturato nei confronti del Comune di Taormina considerevoli crediti economici”, scrive Munnia, usando parole forti come “mortificato professionalmente” e “condizioni inaccettabili”. Munnia ha annunciato il recesso unilaterale della convenzione che era stata firmata lo scorso maggio (prima dell’elezione a sindaco di De Luca) tra il Comune di Taormina e quello di Zafferana Etnea, per una presenza di 33 ore settimanali. “Vado via da subito”, chiosa.

La risposta di De Luca (che dopo la lettera di Munnia ha avviato la revoca della convenzione) non si è fatta attendere. Il sindaco ha accusato Munnia di “pressioni”, annunciando l’intenzione di chiudere il rapporto di collaborazione e di scrivere alle autorità competenti per fare chiarezza sulle 400 ore di straordinario e sui rimborsi spese. “Munnia si prepari la valigia”, ha tuonato De Luca, usando toni accesi e pungenti. “Non ho più fiducia in lui”.

Munnia, dal tono della missiva, respinge le accuse del sindaco e ribadisce la legittimità delle sue richieste. Ha annunciato che si rivolgerà alle autorità competenti, per tutelare i suoi diritti, sottolineando come gli sia stato negato il diritto di difendersi. La situazione è tesa e il rapporto di fiducia tra il sindaco e la Polizia locale appare compromesso. “Chi ha autorizzato le 400 ore di straordinario?”, si chiede io sindaco? Come mai i rimborsi spese non sono stati ancora liquidati? Senza dubbio, la vicenda è complessa e necessita di ulteriori approfondimenti.

Un commento

  1. SERAFINO CERVELLO FINO 21 Febbraio 2024 18:04

    Ma come mai? Chissà….. perché!!! Tra carri di carnevale e altro, la confusione regna sovrana nella bella Taormina….

    7
    6

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile

Privacy Policy

Termini e Condizioni

info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007