Sei ore di blitz a San Saba: sequestri sulla spiaggia e tanti problemi nel villaggio - Tempo Stretto

Sei ore di blitz a San Saba: sequestri sulla spiaggia e tanti problemi nel villaggio

Francesca Stornante

Sei ore di blitz a San Saba: sequestri sulla spiaggia e tanti problemi nel villaggio

lunedì 19 Agosto 2019 - 17:12
Sei ore di blitz a San Saba: sequestri sulla spiaggia e tanti problemi nel villaggio

Con la Polizia Municipale e la Guardia Costiera, lunga mattinata di controlli sul litorale nord della città per il sindaco De Luca

Sei ore sulla spiaggia di San Saba. Il primo blitz di questa nuova settimana del sindaco De Luca si è concentrata su una delle zone della riviera nord più frequentate durante il periodo estivo.  I problemi ci sono e sono tanti.

Dall’insediamento urbanistico scriteriato che risale ai decenni scorsi, passando per i problemi di acqua e fognature, viabilità al collasso, pulizia ed erosione spiagge. La situazione è molto critica, ha detto De Luca. Ma le potenzialità ci sono. «Senza fare muro contro muro possiamo raggiungere risultati importanti» ha detto il sindaco in un videomessaggio su sul profilo Facebook. 

I sequestri

Durante il blitz di oggi al via un po’ di pulizia sulle spiaggia. «Abbiamo sequestrato in una zona un po’ di ombrelloni e suppellettili vari perché delimitavano la spiaggia come se fosse proprietà privata. Anche qualche trattore e qualche furgone senza assicurazione è stato oggetto di sequestro. Decine di verricelli sono stati sequestrati perché rappresentano un vero e proprio pericolo per la pubblica e privata incolumità».

Pulizia della spiaggia

Il sindaco ha spiegato di aver anche predisposto la sanificazione di una parte di spiaggia usata dai villeggianti anche per far fare i bisogni ai propri cani ed in settimana si farà una complessiva pulizia straordinaria, ma solo se avverrà lo sgombero di tutte le macchine.

Con il presidente di Amam abbiamo affrontato le problematiche idriche e fognarie.

Viabilità e parcheggi

Sul fronte viabilità la situazione è molto complessa. «Non esistono zone idonee per realizzare parcheggi, mi chiedo come abbiano costruito queste abitazioni senza le connesse opere di urbanizzazione. Inoltre, il consigliere comunale Francesco Pagano ci ha sollecitato la riqualificazione dei sedili e ringhiere del lungomare, come già richiesto in consiglio comunale».

Il messaggio finale di De Luca è come sempre chiaro e diretto: «Quando finiremo di trattare le spiagge come una porcilaia avremo raggiunto la prima tappa di civiltà».

Tag:

7 commenti

  1. Grande Cateno… Il messinese ha bisogno della frusta, perché si scopre ahimè che varcati i confini delka città, spesso ci si adegua. Credo sarà dura inculcare il senso civico a questa POPOLAZIONE ma se lasciamo lavorare il sindaco con i suoi metodi ” poco ortodossi” come affermano certi sapientoni arriveremo ad un buon punto.
    Continua così…

    7
    1
  2. Ma il comune è oppure no in grado di garantire gli adeguati controlli e la adeguata manutenzione ordinaria? No. Quindi siamo sempre fermi al punto di partenza.

    7
    0
  3. Bravo Sindaco !

    3
    3
  4. grande CATENO
    continua a sanzionare l’incivilta’ latente degli incivili che purtroppono abbondano nella nostra citta’

    0
    0
  5. Ormai ci sono più cani che persone. Cacche dappertutto, abbai continui. La stragrande parte di questi animali non è mlcrocippata, perché non fare controlli e multe proprio su questo, certamente si ricaverebbero i soldi almeno sufficienti per pagare le pulizie di strade, spiagge e marciapiedi imbrattate dalle loro cacche. A me non importa se i loro incivili padroni sono abituati a vivere tra bava ed escrementi, so solo che non voglio fare la fine di tutti questi xxxxxxxxxxxxx.

    4
    4
  6. …Aricstufo, ti leggo da anni e non mi meraviglio della tua miopia ! Dove eri quando al Comando c’era il Gen, Avv Calogero Ferlisi ??? Garantire non deve essere una richiesta di oggi, doveva essere una richiesta di trenta anni fa !!!

    0
    0
  7. Sig. Sindaco,
    Lei è stato l’unico “primo cittadino” di Messina che è venuto a visitare anche Contrada Mella, ieri 19/8/19, durante il suo blitz a San Saba.
    Ha potuto constatare da solo la situazione e siamo fiduciosi in un miglioramento.
    Va recuperato il significato della “cittadinanza attiva”.
    Continui senza mollare.
    Grazie

    0
    0

Rispondi a Andrea Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007