Sicilia: Razza torna in giunta. E resta assessore alla salute - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Sicilia: Razza torna in giunta. E resta assessore alla salute

Redazione

Sicilia: Razza torna in giunta. E resta assessore alla salute

mercoledì 02 Giugno 2021 - 20:03

Il presidente Musumeci ha firmato la nomina nel pomeriggio

Razza torna in giunta e rientra con la stessa delega che ha ricoperto fino alle dimissioni: la sanità. Era nell’aria da giorni ma oggi il  presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha firmato la nomina che riporta Ruggero Razza nel governo regionale, come assessore regionale della Salute.

Musumeci firma

«In queste settimane di interim – ha detto Musumeci – ho potuto toccare da vicino la qualità degli operatori della sanità siciliana, la loro abnegazione e l’impegno da tutti profuso nel corso di questi lunghi mesi di pandemia. Non mi hanno meravigliato gli appelli rivolti da molti operatori e rappresentanze sindacali, certamente non tacciabili di vicinanza con il nostro governo, che hanno chiesto di riprendere il percorso amministrativo avviato con l’assessore”.

Razza si era dimesso a poche ore dall’inchiesta sui dati covid che avevano portato ad un avviso di garanzia nei suoi confronti, il 30 marzo. L’indagine si è poi ridimensionata anche negli aspetti che riguardano Razza che però in questi due mesi ha preferito non rilasciare dichiarazioni.

“Dal primo momento ho detto che le indagini giudiziarie e le responsabilità politiche devono essere separate, nel pieno rispetto per il lavoro della magistratura e dei princìpi che regolano la nostra vita democratica. Per questo ho insistito con Ruggero Razza affinché potesse riprendere il ruolo che gli  avevo assegnato nel novembre del 2017. Ho fiducia che questa scelta possa contribuire positivamente a concludere un percorso amministrativo avviato in questi anni con i risultati che tutti conoscono”.

Articoli correlati

Tag:

9 commenti

  1. giuseppe cacciola 2 Giugno 2021 21:36

    non e’ un buon segnale

    35
    5
  2. Come nel Gattopardo… semplicemente e irrimediabilmente vergognoso. Ma perché ci meritiamo questi rappresentanti? Vorrei dire ciò che penso di questo presidente ma preferisco tacere..

    18
    6
  3. Questo signore non spalmava i morti covid? E’ stato premiato

    19
    5
  4. Senza ritegno.
    Senza alcuna vergogna.
    Citando un commento che ho sentito qualche anno fa in RAI: non dico avvertire un po’ di pudore (che è un sentimento nobile, e pertanto a voi estraneo), ma almeno una pragmatica consapevolezza di aver rotto il c…. in fondo in fondo non la percepite?

    32
    6
  5. Se Musumeci ha fiducia in questa scelta affinchè possa contribuire POSITIVAMENTE a concludere un percorso amministrativo avviato in questi anni con i risultati che tutti conoscono , è proprio vero , per i Messinesi questa gestione Siciliana ha proprio CHIUSO il suo percorso senza se e senza ma.

    10
    5
  6. bonanno giuseppe 3 Giugno 2021 08:56

    ahahahahahahah….a razza non cancia …….fascistuni sunnu e restunu…..non canciunu…..chi speravati,,,,,,,.

    12
    4
  7. I politici vanno giudicati dai comportamenti! Non dobbiamo credere a giudizi sommari! Non ci sono elementi che giustificano la sostituzione di Razza!! Anzi la sua gestione non e’ certo stata la peggiore degli ultimi anni!
    Se ci fosse un po’ di coraggio nel fare politica ! E meno populisti ed approfittatori!!
    Abbiamo bisogno di una vera opposizione !!! Nessuno di quelli che criticano Razza sentono il bisogno di denunciare l’ingerenza costante della politica nei concorsi!!!
    Nessuno dell’ opposizione che denunci l’inamovibilita’ dei manager che restano sempre gli stessi ! Per favore meno populismo !! Vogliamo i fatti e non sciacalli!

    4
    13
  8. Film 1984 con Massimo Troisi:Non ci resta che piangere!

    3
    4
  9. Purtroppo questo è uno dei classici “esempi” di ROVINA per questa Regione. Solo qua si sarebbe potuto fare una cosa del genere…..SCANDALOSO!! Passano gli anni, le idee, i governi, i presidenti, ma i vizi non cambiano. La Sicilia non si merita questo, si merita rispetto e prestigio che non arriveranno mai se continuiamo a permettere certe schifezze.

    9
    6

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x