Svincoli, il V Quartiere: «Partitura di note stonate». Abbandonati gli abitanti di San Michele - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Svincoli, il V Quartiere: «Partitura di note stonate». Abbandonati gli abitanti di San Michele

Svincoli, il V Quartiere: «Partitura di note stonate». Abbandonati gli abitanti di San Michele

lunedì 03 Settembre 2012 - 06:44

Il presidente Russo e colleghi sperano in un cambio di rotta da parte del commissario che prenderà il posto di Buzzanca, altrimenti chiederanno l’intervento del prefetto Alecci

Svincoli: melodia rosa o partitura di note stonate? Il Consiglio della V Circoscrizione non ha dubbi, la risposta giusta è la seconda. Giuseppe Buzzanca ha lasciato la carica di sindaco per candidarsi alle prossime regionali , «tratteggiando un quadro assolutamente positivo del suo parziale mandato amministrativo», ma il presidente del V quartiere, Alessandro Russo e gli altri consiglieri i hanno deciso di “salutarlo” con una nota , in cui stigmatizzano «la eccessiva enfasi con la quale il primo cittadino ritiene definitivamente conclusa la pratica relativa agli svincoli autostradali di Giostra-Annunziata».

Il Consiglio circoscrizionale rammenta «che al di sotto delle pile degli svincoli di Giostra vivono decine di famiglie di messinesi che ad oggi non hanno ottenuto una pur minima soddisfazione per il grande disagio che stanno vivendo da decenni per la realizzazione degli svincoli. Si ricorda, nella rosea melodia di Buzzanca, la partitura di note stonate che egli non ha saputo o voluto risolvere, e che, mentre l’opera si avvia a concludersi, e l’ennesimo commissario arriverà a chiudere una sua esperienza amministrativa, pare non avere una risposta definitiva»

«Decine di famiglie – si legge ancora nel documento – attendono gli indennizzi economici per espropri o perdite di valore immobiliare delle abitazioni in cui risiedono, a ridosso delle decine di pile dei viadotti del nuovo svincolo. I fondi, stanziati diversi anni addietro, non sono più disponibili. Tutti dirottati per il completamento dell’opera. Pertanto di indennizzi non se ne parlerà più. Ledendo i diritti delle famiglie che vi risiedono».

Russo e colleghi ricordano che «sono numerose le abitazioni lesionate o ammalorate dalle vibrazioni dei mezzi di cantiere nel corso degli ultimi anni. Mentre il Sindaco compiva le sue periodiche passerelle direttamente nei cantieri, al di sotto dei suoi piedi, le case da tempo subivano danni documentati: lesioni, fratture, crepe. In un caso con l’immissione di acque di falda fin dentro le fondamenta di una palazzina di cinque piani. Alle legittime sollecitazioni degli abitanti e del Consiglio circoscrizionale, si è sempre risposto che nulla di quanto descritto era da attribuirsi al cantiere degli svincoli. Si è arrivati a questa conclusione senza aver mai predisposto un sopralluogo tecnico, senza mai essersi curati di verificare quanto denunciato».

«Non si è mai verificata la persistenza dei motivi di pericolo di sicurezza delle abitazioni che resteranno nell’area degli svincoli: palazzine addosso ai piloni autostradali, una pila appoggiata direttamente sull’alveo del torrente Badiazza, lo sbancamento di una collina a ridosso di abitazioni che sono esposte in tal modo alla violenza delle piogge autunnali ed invernali: perché, nonostante le richieste di questi ultimi tre anni da parte di questo Consiglio circoscrizionale, il Sindaco non ha mai saputo o voluto disporre la verifica delle condizioni di sicurezza sottostanti?»

Buzzanca è andato via, ma «la carica di tutti questi enormi problemi degli abitanti dei rioni San Michele – Ritiro resteranno. Per tali ragioni, il Consiglio della V Circoscrizione procederà nelle prossime settimane a richiedere al Commissario straordinario che subentrerà a Buzzanca«di assumersi l’onere di chiudere con decoro l’intera vicenda, dando una risposta chiara alle decine di famiglie interessate – loro malgrado – dalla grottesca situazione. Se non vi fosse tale sensibilità, infatti, questo Consiglio si vedrà costretto a chiedere l’intervento sostitutivo del Prefetto Alecci, affinché l’apertura dell’opera non rappresenti la pietra tombale sui sacro santi diritti di cittadinanza delle famiglie di Ritiro e San Michele».

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

3 commenti

  1. Toh…il V Quartiere è uscito dal letargo!
    Poverini, sono preoccupati per gli abitanti di Ritiro e San Michele ora che si sono conclusi i lavori degli svincoli.
    Benedetto Iddio, ma potevate svegliavi un pò prima.
    C’era proprio bisogno che lo facesse il profumo delle competizioni elettorali, a cominciare da quelle regionali?
    Suvvia… ora che siete desti dimostrate tutto il valore tenuto nascosto, e non solo in questi ultimi 4 anni.
    Battete un colpo, ma badate bene a non farvi male…non facciamo scherzi, vi aspettano nove mesi di fuoco!

    0
    0
  2. nessuno che fa notare che isgrò che ha liberato l’aaccio a mare i maregrosso,seppur lodevole, ora non ha i soldi per pulire i tombini otturati quindi ci allagheremo contenti perchè abbiamo l’affaccio.

    0
    0
  3. Alessandro_Russo 3 Settembre 2012 16:32

    Il signor Mario B si accorge solo adesso che il V quartiere difende la popolazione sottostante gli svincoli di Giostra ed Annunziata, e ci fa piacere. Ci preme fargli notare che è quanto meno un lettore assai sbadato o, ma questo non lo diciamo, un po’ disinformato o tendenzioso. Se così non fosse, avrebbe notato, leggendo l’archivio di articoli su questo tema, che in città, da tre anni a questa parte, l’unica istituzione a parlare dei disagi delle famiglie di Scala Ritiro e San Michele è stata soltanto la V circoscrizione, nel silenzio di tutti gli altri, a partire da Buzzanca, che amava fare passerelle sulla testa della gente che viveva sotto.
    Il sonno letargico, pertanto, ci spiace farglielo notare, ma non è della V circoscrizione, bensì del disinformato e/o epidermico signor “Mario B”.
    Cari saluti,
    Alessandro Russo – presidente V circoscrizione

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007