Stati di agitazione: il ciclo di formazione politica degli universitari messinesi - Tempostretto

Stati di agitazione: il ciclo di formazione politica degli universitari messinesi

Emanuela Giorgianni

Stati di agitazione: il ciclo di formazione politica degli universitari messinesi

Tag:

mercoledì 05 Agosto 2020 - 07:00

3 giorni di dibattiti, incontri e conferenze con esponenti del panorama politico locale e nazionale. Un momento importante di partecipazione per il movimento studentesco messinese.

“Istruitevi, perché avremo bisogno di tutta la vostra intelligenza. Agitatevi, perché avremo bisogno di tutto il vostro entusiasmo. Organizzatevi, perché avremo bisogno di tutta la vostra forza”.

Facendo proprie le parole di Antonio Gramsci, Rete degli Studenti Medi Sicilia e dall’Unione degli Universitari Messina organizzano Stati di agitazione, dal 5 al 7 Agosto presso la fondazione Horcynus Orca, Torre Faro.

Il ciclo di formazione politica

Il ciclo di formazione vedrà svolgersi tre giornate di incontri, dibattiti e conferenze con esponenti del panorama politico locale e nazionale.

Parteciperanno, infatti, il oggi alle ore 16 Giovanni Mastroeni, segretario della Cgil Messina e gli ambientalisti di Legambiente alla tavola rotonda sul binomio ambiente-lavoro, mentre la sera alle 18, a trattare il tema della Comunicazione e delle Fake News ci saranno Alessandro Notarstefano, direttore della Gazzetta del Sud e Jasmine Cristallo, promotrice del movimento delle sardine. Giorno 6 agosto alle 16.30 avrà luogo il dibattito su immigrazione e caporalato con l’onorevole Erasmo Palazzotto, Luca Casarini della ONG “Mediterranea”, la Flai Cgil con Rocco Borghese, il fumettista Lelio Bonaccorsi, la giornalista di RAI 3 e scrittrice Lidia Tilotta e l’Arci, mentre a seguire alle 18 Giuseppe Lipari del Global Students Forum e la Flc Cgil terranno la conferenza su movimenti studenteschi, scuola, università e futuro. L’ultimo incontro venerdì 7 alle 16.30 vedrà il giornalista Nuccio Anselmo, Riccardo Orioles de “I Siciliani Giovani” e Vincenzo Agostino di Libera confrontarsi con gli studenti riguardo al tema della lotta alle mafie.

Risvegliare la partecipazione

Saranno tre giorni importantissimi per il movimento studentesco Messinese, che avrà l’opportunità di formarsi e di confrontarsi con varie personalità e diverse realtà, all’insegna di una programmazione che guardi alla creazione di veri spazi di partecipazione per i ragazzi saldamente legati al territorio.

Un commento

  1. sindacati, sardine, citazioni di Gramsci … i soliti socialistazzi.
    Ma dove deve andare Messina se è questo il futuro della sua classe “politica”?

    1
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007