Incidente "Masaccio", rimosso l'aliscafo che stava per affondare: aperta inchiesta - Tempostretto

Incidente “Masaccio”, rimosso l’aliscafo che stava per affondare: aperta inchiesta

Veronica Crocitti

Incidente “Masaccio”, rimosso l’aliscafo che stava per affondare: aperta inchiesta

lunedì 20 Giugno 2016 - 15:00

La Compagnia, nelle prossime giornate, insedierà una commissione interna che procederà ad analizzare attentamente le cause dell’incidente.

A distanza di quattro giorni dall’incidente al Porto di Stromboli, l’aliscafo Masaccio è stato finalmente rimosso. Le operazioni, affidate ad una società esterna, si sono concluse stamattina anche con la collaborazione del personale della Libertylines.
Il mezzo veloce verrà adesso trasportato nel porto di Milazzo dal Pontone che lo ha accolto, dopo averlo sollevato e fatto riemergere dal mare.
Il Masaccio era parzialmente affondato lo scorso giovedì, quando le fortissime raffiche di scirocco avevano reso più che difficoltoso l’attracco al porto stromboliano. L’aliscafo, infatti, aveva violentemente urtato la banchina iniziando a prendere acqua. Soltanto l’immediato intervento dei soccorsi, e degli isolani, aveva evitato che l’episodio si trasformasse in tragedia. Tutti i 49 passeggeri erano stati infatti portati sulla terraferma e salvati.
“Il Masaccio verrà ricoverato per verificare ulteriormente le condizioni – si legge in una nota della Libertylines – anche se appare molto probabile che l’aliscafo verrà avviato alla rottamazione. La Compagnia, nelle prossime giornate, insedierà una commissione interna che procederà ad analizzare attentamente le cause dell’incidente”. (Veronica Crocitti)

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007