Taormina. Bufera sui 75mila euro destinati al Natale. La minoranza: "50mila dateli ai disoccupati" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Taormina. Bufera sui 75mila euro destinati al Natale. La minoranza: “50mila dateli ai disoccupati”

Carmelo Caspanello

Taormina. Bufera sui 75mila euro destinati al Natale. La minoranza: “50mila dateli ai disoccupati”

venerdì 20 Novembre 2020 - 10:05
Taormina. Bufera sui 75mila euro destinati al Natale. La minoranza: “50mila dateli ai disoccupati”

Presentato un atto di indirizzo per rimodulare l'importo impegnato dalla Giunta nella seduta dello scorso 10 novembre

TAORMINA – E’ bufera sui 75mila euro stanziati dall’Amministrazione comunale per il Natale al tempo del Covid. La minoranza ha presentato alla Giunta un atto di indirizzo al fine di spendere solo 25mila euro per gli addobbi e destinare i rimanenti 50mila euro ai cittadini disoccupati “per abbellire la città per finalità turistica”.

“Con questo atto – spiegano Antonio D’Aveni, Alessandra Cullurà, Pina Raneri, Claudio Giardina e Salvo Cilona – cerchiamo di dare respiro ai più deboli, soprattuttoin questo natale difficile e in subordine fare degli abbellimenti minimi in città e nelle frazioni. Il tutto, lockdown permettendo”.

L’Atto di indirizzo è stato inviato al presidente del Consiglio Lucia Gaberscek, al sindaco Mario Bolognari e al segretario comunale.

Gli esponenti di opposizione ricordano le sofferenze del comparto turistico ed in particolare dei lavoratori stagionali a causa del virus e che ad oggi il Consiglio non ha ancora provveduto ad esitare il Bilancio di previsione 2020. E, dulcis in fundo, che il Comune ha da tempo attivato la procedura di riequilibro finanziario, tutt’ora pendente.

Con delibera adottata lo scorso 10 novembre l’Amministrazione comunale ha stanziato 75mila euro per le festività natalizie “con somme – spiega la minoranza – incassate per imposta di soggiorno per l’anno 2020”. D’Aveni, Cullurà, Raneri, Giardina e Cilona rimarcano “le critiche piovute sui social e tra la gente, poiché si ritiene inopportuno addobbare una città che, con molta probabilità sarà priva del tradizionale flusso turistico a causa dell’emergenza sanitaria. Sul territorio – proseguono i consiglieri – esistono numerose associazioni no profit e terzo settore che occupano personale avventizio in base alle varie attività che realizzano. Il coniugare l’attività di sviluppo turistico con l’impiego di personale attualmente disoccupato porterebbe un ristoro, seppur minimo, alle persone impiegate nei vari progetti. Tr al’altro il coinvolgimento nelle strategie di sviluppo del turismo di giovani e disoccupati avvicinerebbe i cittadini all’attività amministrativa e darebbe un segnale di supporto”.

La minoranza chiede così alla Giunta di rimodulare l’importo impegnato destinando 25mila euro per minimi segnali natalizi (alberelli e luminarie) in città e nelle frazioni e 50mila euro per un bando con il quale invitare tutte le associazioni no profit che operano sul territorio comunale a formulare proposte che abbiano come fine l’incremento del turismo. Ad esempio cura del verde di aree di interesse storico culturale, caratterizzazione di strade senza stravolgerne l’aspetto urbanistico e così via”. Il dibattito è destinato a rimanere acceso. Anche nell’aula consiliare.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x