Torna l'alta pressione ad est: maltempo assicurato sull'area ionica - Tempo Stretto

Torna l’alta pressione ad est: maltempo assicurato sull’area ionica

Daniele Ingemi

Torna l’alta pressione ad est: maltempo assicurato sull’area ionica

lunedì 02 Dicembre 2019 - 15:30
Torna l’alta pressione ad est: maltempo assicurato sull’area ionica

Ecco come il rialzo della pressione in Europa causerà il maltempo sui settori ionici

Come abbiamo avuto modo di vedere anche negli anni scorsi, quando in Europa si sviluppa un pattern atmosferico con promontori anticiclonici robusti sulla Scandinavia o sull’Europa orientale, di tutta risposta, delle intense fasi di maltempo sono pronte a colpire le nostre Isole Maggiori, ed in modo particolare i settori ionici.

Cosa accadrà nei prossimi giorni?

Fra oggi e domani l’isolamento di una nuova struttura anticiclonica di ben 1035 hPa non farà altro che rafforzare l’umido flusso sciroccale, già presente nei bassi strati, ergendo una sorta di barriera invalicabile alle perturbazioni e ai fronti atlantici. Con questo tipo di configurazione spesso i fronti o le perturbazioni di origine atlantica e i connessi sistemi frontali, trovandosi la strada sbarrata verso est da queste figure anticiclone, saranno costretti a scendere di latitudine, entrando sul bacino del Mediterraneo, dove vi rimarranno incastrati per giorni prima di colmarsi definitivamente, scaricando piogge particolarmente abbondanti e causando prolungate ondate di maltempo, con fenomeni temporaleschi anche di forte intensità.

In questo caso, a partire da mercoledì 4 dicembre, una intensa fase di maltempo è attesa fra la Sardegna meridionale, la Sicilia orientale e i settori ionici di Calabria, Basilicata e Puglia. Difatti i resti di una circolazione depressionaria, proveniente da ovest, si contrapporranno con il margine più occidentale dell’imponente blocco anticiclonico posizionato sull’Europa centro-orientale, con massimi di 1035 hPa fra Ungheria e Romania, determinando un significato “gradiente barico orizzontale” (differenza di pressione) fra i vicini Balcani e le nostre regioni meridionali.

Mercoledì 4 inizierà la fase instabile

Sarà proprio la presenza di questo solido promontorio anticiclonico di blocco a comprimere ulteriormente il “gradiente barico orizzontale”, già di per sé significativo, sullo Ionio, dando la genesi ad un intenso flusso da SE e E-SE, che fra mercoledì e giovedì raggiungerà lo status di burrasca da E-SE e SE sullo Ionio centro-meridionale. Questa configurazione bloccata enfatizzerà l’infittimento delle isobare sullo Ionio agevolando l’attivazione di venti burrascosi di scirocco che dal tratto di mare ad ovest di Creta e dalle coste più meridionali del Peloponneso si propagheranno allo Ionio, acquistando ulteriore intensità nel tratto di mare ad est della Sicilia, con una componente prevalentemente da E-SE e SE che raggiungerà le coste della Sicilia e della Calabria ionica, attivando su queste pure delle mareggiate.

Attese piogge copiose sulle aree ioniche giovedì

Qui l’umidissima ventilazione orientale, dopo essersi caricata di umidità durante il transito sopra le ancora calde acque superficiali dello Ionio impattando sui rilievi di Calabria e Sicilia orientale sarà costretta a salire bruscamente verso l’alto, favorendo una rapida saturazione delle masse d’aria (a quote basse), per l’azione del “forcing” orografico, con il conseguente sviluppo di estesi annuvolamenti (stau), pronti a dare la stura a rovesci e a temporali diffusi. Le precipitazioni risulteranno veramente molto intense e abbondanti, nella giornata di giovedì, sulle coste ioniche di Calabria e Sicilia, con picchi pluviometrici elevatissimi (si parla di punte fino ad oltre 150-200 mm sulle pedemontane) che potrebbero causare nuove criticità ad un territorio già più volte vulnerato dagli intensi eventi precipitativi dei mesi scorsi.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007