Un progetto per arginare la “fuga dei cervelli” in Calabria - Tempostretto

Un progetto per arginare la “fuga dei cervelli” in Calabria

mario meliado

Un progetto per arginare la “fuga dei cervelli” in Calabria

venerdì 11 Febbraio 2022 - 19:00

Otto studenti universitari esporranno la propria idea progettuale d’impresa a un parterre d’investitori all’Expo di Dubai

REGGIO CALABRIA – Presentata ai cronisti questa mattina a Palazzo Campanella, in Aula Commissioni, Il futuro dei giovani calabresi parte da qui, iniziativa congiunta Regione Calabria e SediciMedia con la sinergia –  «propiziata dal deputato Francesco Cannizzaro», per come evidenziato in conferenza stampa – delle quattro Università calabresi.

A illustrare l’iniziativa di formazione, orientamento professionale e autoimprenditorialità il vicepresidente della Giunta regionale Giusi Princi, il segretario-questore di maggioranza del Consiglio regionale Salvatore Cirillo, il presidente di SediciMedia Marta Ferrari, per FlyUniversityProject il project manager Alexandro Fiumara e il rettore dell’Università “Mediterranea” Santo Marcello Zimbone, peraltro in rappresentanza di tutt’e quattro gli Atenei calabresi. In collegamento da remoto, Massimo Penzo (presidente di FlyUniversityProject) e Michela Oberti, ideatrice del progetto Woman4ai.

Un progetto pluriennale, nelle sue varie articolazioni rivolto ai giovani dai 6 ai 35 anni. Ma la fascia “calda” è quella degli universitari, al cui interno peraltro prolifera il triste fenomeno della “fuga dei cervelli” che ogni anno, inesorabilmente, sottrae alla Calabria il proprio futuro.
Molti tra loro hanno idee progettuali significative per realizzare start-up e autoprodurre così il proprio lavoro. Spesso però non hanno mezzi per realizzarle né un parterre d’investitori cui proporne il finanziamento.

Da oggi e fino al 20 di questo mese, gli universitari desiderosi di mettersi alla prova possono rispondere alla call: “Mediterranea”, Università per stranieri “Dante Alighieri”, “Magna Grecia” e Unical ne selezioneranno due per Ateneo, componendo così una rosa di quattro studenti di sesso femminile e quattro di sesso maschile.
Questi brillanti allievi andranno al “Padiglione Italia” allestito all’Expo di Dubai (Emirati arabi uniti) per esporre alle aziende il proprio progetto. La Regione e un set importante di realtà del Terzo settore li accompagneranno quindi nel percorso che condurrà alla realizzazione del proprio sogno d’impresa.
Ecco «come si possono dare le gambe alle idee», per citare il rettore Zimbone.

Ma ci sono vari altri step di quest’articolata iniziativa.
Un computer per tutti è quello che prevede la consegna agli studenti di oltre 2mila device dismesse e donate da privati e poi ricondizionate, in modo da renderle up-to-date, prima d’essere affidate agli studenti. Una fase sarà incarnata dal cruciale mix d’ascolto e orientamento in strettissima connessione coi Centri per l’impiego (ma pure con “sportelli psicologici” per enucleare le attitudini dei futuri lavoratori-imprenditori).

Il vicepresidente della Regione Giusi Princi

E ancora, agli studenti universitari iscritti a facoltà che gravitano intorno all’intelligenza artificiale saranno assegnate numerose borse di studio.
Inutile girarci molto attorno: come enucleato a più riprese dalla Princi, sono proprio le discipline scientifiche quelle concretamente più conformi alle esigenze del mercato del lavoro. Il quale trova particolarmente appetibili i data scientists,  ha rilevato il presidente di FlyUniversityProject Massimo Penzo, collegato con Palazzo Campanella in videoconferenza. E del resto non per caso il sotto-tema della conferenza stampa recitava proprio L’intelligenza artificiale al servizio delle nuove emergenze globali.

La sfida (di un’adeguata formazione e) dell’occupazione, in definitiva, semplice non è; tanto più in Calabria. La novità è che si prova a cimentarcisi con strumenti finalmente più congrui: l’unica via per vincere quest’ardua scommessa, o perlomeno per provarci seriamente.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007