"Verona Trento", 10 classi in Dad: la comunicazione alle 23. I genitori: "Tanti disagi" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

“Verona Trento”, 10 classi in Dad: la comunicazione alle 23. I genitori: “Tanti disagi”

Redazione

“Verona Trento”, 10 classi in Dad: la comunicazione alle 23. I genitori: “Tanti disagi”

venerdì 07 Maggio 2021 - 16:02

Fabrizio: "Si può chiedere alle famiglie di rimanere connessi fino a quell'ora in attesa di improvvisi cambi di programma? Tanti ragazzi condotti a scuola rispediti a casa..."

MESSINA – Da questa mattina dieci classi della scuola secondaria di primo grado, Boer-Verona Trento, sono state poste in didattica a distanza, a causa di un caso di positività al Covid-19. “Fin qui tutto nella norma, se non fosse questa comunicazione di conversione da didattica in presenza a quella digitale – evidenzia Fabricio, genitore di uno degli studenti – è stata posta a conoscenza delle famiglie intorno alle ore 23 di ieri. Scattano così immensi disagi per gli alunni e per le famiglie degli stessi. Si può chiedere ai genitori – sbotta Fabrizio – di stare online fino a tarda serata in attesa d’improvvisi cambi di programma? Tanti i ragazzini condotti a lezione in presenza, rispediti a casa dopo aver appreso che si era in Dad. Sarebbe interessante comprendere – aggiunge il genitori – il motivo per il quale tale comunicazione sia giunta a un orario così proibitivo. Sarà colpa dell’Asp che potrebbe aver inviato al dirigente scolastico del Verona Trento tale comunicazione solo in tarda serata? Oppure questa comunicazione dell’Asp è giunta in tempo utile e comunicata dalla scuola così in ritardo? Di certo siamo di fronte ad una deplorevole mancanza di coordinazione tra le due istituzioni a discapito dei ragazzi e delle famiglie. Da genitore, chiedo che sia fatta chiarezza sulle responsabilità di queste azioni; chi ha sbagliato è giusto che fornisca adeguate quanto immediate giustificazioni alle famiglie e agli organi scolastici regionali competenti. Nella speranza – conclude Fabrizio – che simili incredibili ritardi di comunicazione non si ripetano mai più”.

Tag:

Un commento

  1. Immagino che adesso si attivi il rimbalzo delle responsabilità tra Asp e Verona Trento.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x