Via i relitti delle barche dalla spiaggia, s'inizia al Ringo

Via i relitti delle barche dalla spiaggia, s’inizia al Ringo

Redazione

Via i relitti delle barche dalla spiaggia, s’inizia al Ringo

martedì 21 Maggio 2024 - 18:30

L'assessore Caminiti: "Se nessuno risponderà ai nostri avvisi, Messina Servizi provvederà alla rimozione"

MESSINA – Rimozione dei relitti delle barche al Ringo e in altre spiagge. Il Comune provvederà in questi giorni, con un cartello, ad avvisare gli eventuali proprietari. E, se non interverranno entro 15 giorni dall’avviso, Messina Servizi procederà, togliendo i rottami. Spiega Francesco Caminiti, assessore alle Politiche del mare, tra le sue tante deleghe: “Abbiamo un budget di ventimila euro, come residuo dell’anno scorso, e lo utilizzeremo per rimuovere, con Messina Servizi, i relitti. Poi, eventualmente per continuare il lavoro, potremo usufruire di nuovi fondi, sulla base delle necessità”.

Continua Caminii: “I costi del conferimento in discarica variano perché dipende se il materiale è in vetro resina o in legno. Il primo è molto più costoso. Sempre in questo periodo procediamo con il censimento dei natanti, da pubblicare sull’albo pretorio, ed è partita l’azione di pulizia delle spiagge da parte di Messina Servizi. Se, una volta esauriti i ventimila euro, ci sarà bisogno di rimuovere altri relitti provvederemo nell’ambito del piano spiagge che è stato avviato, con circa 380mila euro a disposizione”.

La stagione balneare partirà ufficialmente il 15 giugno. E da questa settimana gli operatori di Messina Servizi puliscono le spiagge in cui durante l’inverno si deposita di tutto.

Pedane, passerelle accessibili, cestini e bagni chimici

Dopo la pulizia si passerà al posizionamento di pedane, cestini per la differenziata, bagni chimici e passerelle accessibili per garantire alle persone con disabilità di poter raggiungere il mare. L’anno scorso erano state installate sia a Capo Peloro, sia a Santa Margherita. Per le postazioni per i bagnini, inoltre, è stato predisposto un bando per la ricerca di queste figure professionali. L’intenzione è di replicare il modello dello scorso anno e avere due assistenti bagnanti nella spiaggia della zona nord e due nella zona sud.

Meno docce pubbliche per evitare gli sprechi d’acqua

Diverso sarà il piano che riguarda le docce pubbliche. L’anno scorso l’Amam ne aveva installate 80, tutte nuove e di colore blu. Quest’anno sicuramente ne verranno messe a disposizione meno, per evitare gli sprechi d’acqua. Non si può non considerare la siccità che ha colpito Messina e tutta la Sicilia.

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile

Privacy Policy

Termini e Condizioni

info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007