Villa Mazzini, Minutoli: "Priorità alla messa in sicurezza. Stop agli abusivi" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Villa Mazzini, Minutoli: “Priorità alla messa in sicurezza. Stop agli abusivi”

Rosaria Brancato

Villa Mazzini, Minutoli: “Priorità alla messa in sicurezza. Stop agli abusivi”

venerdì 31 Maggio 2019 - 14:53
Villa Mazzini, Minutoli: “Priorità alla messa in sicurezza. Stop agli abusivi”

"Ho trovato la Villa in condizioni critiche, serve manutenzione e messa in sicurezza"

La situazione di Villa Mazzini rientra nel quadro del bando aperto ad associazioni o privati che scadrà a luglio. Ho trovato un contesto preoccupante e ad un certo punto sono anche stato costretto a dire ai dirigenti del Dipartimento: o si procede con manutenzione e messa in sicurezza oppure la chiudo. Stiamo lavorando su più fronti adesso e la priorità è la messa in sicurezza”.

Così l’assessore all’arredo urbano e spazi pubblici Massimo Minutoli in merito ad alcune problematiche emerse dalla lettera aperta inviata a Tempostretto e indirizzata al sindaco da una cittadina sulle condizioni della Villa e sull’impossibilità, attualmente, di utilizzare i giochi messi a disposizione dal Comune.

Non è possibile l’utilizzo proprio per consentire i lavori di messa in sicurezza sia dei giochi comunali che dell’area destinata ai più piccoli e della cui manutenzione si occupa appunto il Comune, in seguito anche ad un episodio che è quasi paradossale.

L’impresa stava effettuando una serie di lavori necessari per adeguare l’area alla normativa – ci spiega l’assessore- ed aveva anche posizionato i nastri bianchi e rossi per delimitare il cantiere. Evidentemente qualche genitore ha invece spostato il nastro, facendo giocare il bambino che si è poi fatto male. A questo punto abbiamo deciso di essere più drastici, anche a tutela delle famiglie, ed oltre ai nastri ed alle reti, abbiamo tolto le basi delle altalene, perché mancano i tappeti anti trauma”.

E’ chiaro che si tratta di una situazione temporanea, fino a quando l’impresa non completerà i lavori, sempre che i genitori rispettino i divieti. I giochi gratuiti quindi saranno nuovamente utilizzabili a conclusione dei lavori, sperando che non accadano più analoghi episodi.

Nella Villa Mazzini ho trovato una situazione critica, la manutenzione non veniva fatta da anni, serve quindi un progetto complessivo di riqualificazione, per il quale abbiamo stanziato 300 mila euro e nel frattempo è urgente la messa in sicurezza ed è su questo che stiamo lavorando con gli uffici”.

Quanto alla questione tartarughe l’assessore ricorda come ormai da decenni vi sia l’abitudine da parte di numerosi messinesi, quando decidono di non tenere più l’esemplare che hanno in casa, di portarlo alla Villa Mazzini e gettarlo nella vasca. C’è peraltro una tartaruga particolarmente pregiata che non era stata segnalata alle istituzioni competenti ed anche su questo fronte l’amministrazione si è attivata.

L’assessore inoltre ha fatto realizzare l’impianto di scarico della vasca per migliorare il ricambio, anche se, ed è un fatto noto, in quella vasca i visitatori gettano un po’ di tutto, vanificando le operazioni di ricambio acqua e mettendo a repentaglio la sopravvivenza stessa dei pesci.

Il progetto di riqualificazione e manutenzione straordinaria ovviamente richiederà tempo- prosegue Minutoli– Intanto si procede con questi interventi. C’è poi il capitolo degli abusivi. Su questo punto voglio essere chiaro: c’è chi è in regola, ma ci sono anche alcuni abusivi che hanno un provvedimento di sgombero che risale al 2011. Mi chiedo come mai finora non sia mai stato attuato né vi siano stati controlli in 8 anni”.

L’assessore terrà un incontro con la Polizia Municipale nei prossimi giorni proprio per affrontare la questione di chi opera nella Villa Mazzini senza autorizzazioni e senza aver pagato le imposte, per decidere le azioni efficaci da intraprendere. Sull’abusivismo ci sarà tolleranza zero anche nell’ottica di una riqualificazione complessiva dell’area pubblica ed un miglioramento del parco giochi comunali.

Quanto al futuro attendiamo le risposte al bando per l’utilizzo delle Ville e delle aree a verde per capire come agire nell’intero territorio cittadino- conclude l’assessore Minutoli– Scadrà il 1 luglio e faremo un monitoraggio complessivo. Là dove non dovessero arrivare proposte di gestione o non fossero adeguate sarà l’amministrazione ad intervenire in modo diretto. In ogni caso i giochi comunali restano e sarà sempre nostra cura provvedere alla manutenzione

Rosaria Brancato

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

4 commenti

  1. I controlli non bastano a meno che non siano periodici e non sporadici. Bastano gli agenti per i mille luoghi che in città andrebbero puntualmente controllati? Il problema è sempre il medesimo, la gestione ordinaria.

    0
    0
  2. Quando l’assessore Minutoli sarà in grado di garantire controlli costanti nel tempo, allora potrà dire di avere fatto un salto di qualità. Diversamente le critiche non servono, perché oggi come ieri, ciò che viene fatto di giorno verrà disfatto di notte. Non ha senso criticare sino a che non si sia dimostrato di sapere fare meglio.

    0
    0
  3. Ma qualcuno si sta accorgendo di come stia proliferando senza controllo l’ambulantato abusivo nel tratto che va dal semaforo Papardo fino al cinema Iris? Gentile redazione, assessori e sindaci, avete provato a passari da li una mattina? Eppure transitano ogni giorno migliaia di auto, possibile che nessuna autorità o istituzione si accorga di nulla?

    0
    0
  4. La cosa davvero paradossale è considerare straordinari provvedimenti che dovrebbero trovare immediata attuazione (sgombero degli abusivi). Si scrive di messa in sicurezza: mi chiedo se le giostrine private rispettino xxxxxxxx xxxxxxx xxxxxxxn di sicurezza… Le altalene, insieme agli scivoli, andrebbero distribuite in tutti gli angoli della villa, per evitare le vergognose file che bambini che portano ancora il pannolino fanno per fare “un giro” di un paio di minuti…

    1
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007